function iscriviti() {window.open("http://ads.caffe.ch/ppl/","_blank","width=620,"menubar=no","resizable=no","scrollbars=no")};




L'incaricato cantonale e le leggi al tempo dell'emergenza
Immagini articolo
"Chi chiede i nostri dati
rispetti privacy ed etica"
MAURO SPIGNESI


Ci sono ristoranti e bar, dove ai tavolini il cliente viene invitato dai camerieri a inserire le proprie generalità e il numero di telefono. Spesso deve farlo su una lista dove compaiono anche nomi e cognomi di altre persone presenti nel locale a quell’ora (o in precedenza). "Premetto che per quanto riguarda ristoranti e bar, essendo soggetti di diritto privato, si applica per loro la legge federale. Però è vero che sottoponendo una lista al cliente dove sono presenti anche altri nomi non si rispetta certo la privacy", spiega Giordano Costa, incaricato cantonale protezione dei dati. "Va però sottolineato - riprende - che i dati raccolti dai gerenti sono strettamente personali, e come tali vanno trattati. È una questione di etica professionale, un dovere di discrezione. Perché dove non arriva la legge deve intervenire il buonsenso. Ma i dati raccolti nei locali diventano sensibili e dunque soggiaciono alla legge solo nel momento in cui vengono richiesti dall’autorità sanitaria cantonale, cioè quando scatta l’allarme Covid".
Questo accade appunto quando una persona risulta positiva al virus e allora si va a effettuare il tracciamento, cioè a identificare le persone che potrebbero essere venute in contatto con chi è risultato infetto. "In questo caso - spiega Costa - c’è l’obbligo di informare, e i dati che un gerente fornisce alle autorità vengono poi elaborati da personale che è tenuto a rispettare il segreto medico. Insomma, davanti a una potenziale catena di contagio lo scenario cambia".
Quello della privacy è uno dei temi delicati della lotta alla pandemia. Non riguarda solo i locali pubblici, che in queste settimane hanno accumulato montagne di dati sensibili, ma ha riflessi sul lavoro da casa, dove i dipendenti (il caso è ancora più delicato se si tratta del settore pubblico) inseriscono in una rete non protetta - rispetto a quelle delle aziende - password e nomi.
Anche per questo l’associazione svizzera dei garanti della privacy, la Privatim, ha elaborato una lista di raccomandazioni. "E comunque al di là di tutto non è ipotizzabile né realizzabile un controllo totale, ecco perché serve il contributo di tutti. Come serve sempre, e lo dicono le norme sulla privacy, privilegiare il principio di parsimonia nella raccolta dei dati, ovvero le autorità devono chiedere solo quelli necessari".
m.sp.
14.11.2020


Leggi in anteprima
le notizie del Caffè

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
19.11.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, ottobre 2020
13.11.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, ottobre 2020
11.11.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 23 novembre 2020
10.11.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, ottobre 2020
10.11.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, ottobre 2020
06.11.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, ottobre 2020
05.11.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale costruzioni, Ticino, ottobre 2020
30.10.2020
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, terzo trimestre 2020
28.10.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria del 9 novembre prossimo
13.10.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, settembre 2020
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Il trionfo di Biden
in un Paese dilaniato
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nello scenario siriano
mani russe e iraniane
Guido Olimpio
Guido Olimpio
La perenne infinita attesa
per l'attacco all'Occidente
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Tormentati e solitari,
animati dalla genialità
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Abbiamo appena dieci anni
per evitare una catastrofe
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Si pensi anche ai costi
causati da altre limitazioni

IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Thailandia:
nuove
proteste
a Bangkok

Piovono razzi
su Kabul.
Sospetti
sui talebani

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00