function iscriviti() {window.open("http://ads.caffe.ch/ppl/","_blank","width=620,"menubar=no","resizable=no","scrollbars=no")};

Ultimo scoglio tra il promotore del Cardiocentro e l'Eoc
Immagini articolo
Il prof Tiziano Moccetti
non vuol lasciare il Cardio
ANDREA BERTAGNI


Il contratto di "trasferimento" è stato sottoscritto. È ufficiale. Dallo scorso venerdì il Cardiocentro è stato integrato nell’Ente ospedaliero cantonale (Eoc). È diventato un istituito specialistico alla stregua di altri all’interno dell’Eoc. Sì, tutto è ufficiale, ma c’è un retroscena. Fatti che fanno zoppicare l’accordo appena siglato. Riguardano il professor Tiziano Moccetti, 83 anni, primario e promotore da sempre del cosiddetto "Ospedale del cuore". La fondazione privata (e o forse anche la direzione del Cardio) che gestisce la struttura sanitaria annessa al Civico chiede, e da tempo ormai, che il professore possa restare nel suo studio. Possa continuare a svolgere l’attività. I suoi pazienti si dice siano alcune migliaia, duemila, forse di più.
In queste ultime settimane le contrapposizioni hanno ritardato la firma del passaggio. E ancora oggi una soluzione definitiva e condivisa non c’è. Per quanto tempo il professor Moccetti vorrebbe poter continuare a lavorare all’interno del Cardio? La fondazione (o la direzione) del Cardiocentro non avrebbe, quantomeno inizialmente, indicato un termine preciso. Successivamente si sarebbe invece parlato di otto o sei mesi.... E l’ultima volta lo scorso anno.
Il problema, il vero problema di questo contenzioso dell’ultima ora non sta certamente nell’ufficio che il professor Moccetti vorrebbe continuare ad occupare dal prossimo anno. Il problema riguarda soprattutto l’età del cardiochirurgo. Ottantatré anni. Per dirla in parole povere per Moccetti e per chi, la direzione ancora lo vorrebbe al Cardio, "non ci sono santi che tegano". Moccetti non ha un contratto con Eoc e mai potrà averlo data, appunto, la sua età.
Valeria Canova Masina, vicepresidente Eoc, ha partecipato alle trattative degli ultimi mesi. Non ha dubbi: "Nei contratti di trasferimento forniti dal Cardiocentro il nome del professor Tiziano Moccetti non è mai stato presente. Nella lista dei contratti già inviata all’Autorità di vigilanza sulle fondazioni Moccetti non c’è".
Canova Masina spiega al Caffè ciò che la fondazione e la direzione del Cardio sembrano voler ignorare. "Negli statuti e nelle direttive dell’Eoc esiste la possibilità, rarissima, di una deroga di 6 mesi o di un anno per continuare a operare. Ma l’età massima di riferimento è 70 anni. Moccetti ne ha 83 e per questo nella lista dei contratti non può essere inserito". Ecco perchè non c’è alcuna possibilità di un contratto Eoc per Moccetti.
Cosa succederà? Il professore non sarà certamente messo alla porta il 23 o il 31 dicembre, tiene a sottolineare Canova Masina. E aggiunge: "La nostra intenzione, il nostro desiderio è quello di omaggiare Moccetti. Pioniere che ha dato molto, tantissimo alla cardiologia e al Ticino, facendosi promotore nel 1995 del Cardiocentro".
abertagni@caffe.ch
19.12.2020


Leggi in anteprima
le notizie del Caffè

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
14.01.2021
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, dicembre 2020
13.01.2021
I Servizi del Gran Consiglio hanno provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria del 25 gennaio prossimo
16.12.2020
Prova annuale delle sirene d’allarme 2021
15.12.2020
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale, andamento e prospettive di evoluzione dell’economia ticinese, dicembre 2020
11.12.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, novembre 2020
09.12.2020
Notiziario statistico Ustat: Le transazioni immobiliari in Ticino nel terzo trimestre 2020
02.12.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 14 dicembre 2020
19.11.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, ottobre 2020
13.11.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, ottobre 2020
11.11.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 23 novembre 2020
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
La sovranità perduta
blocca il dialogo con l'Ue
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nello scenario siriano
mani russe e iraniane
Guido Olimpio
Guido Olimpio
I patti dell'intelligence
con i trafficanti di droga
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Un viaggio tra i popoli
sull'idea del nuovo inizio
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Confinamento più efficace
dei negoziati dell'Onu
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Si pensi anche ai costi
causati da altre limitazioni

IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Belgio: dorme
nel suo bar
per protesta
contro le chiusure

La CDU
sceglie l’erede
di Angela
Merkel

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00