Gli esuli cileni in Ticino ricordati da Dario Rivoir
"Assurda l'ostilità
di Berna"
EZIO ROCCHI BALBI


"Il passaggio di consegne fra il parroco Koch e mio padre avvenne su un tavolo di sasso di un grotto a Vogorno. Ma il vero protagonista dell'intera vicenda non fu mio padre, Guido Rivoir, ma la grande organizzazione, l'impegno corale che animarono tutto il Ticino". Si schernisce il 73enne Dario Rivoir, che si ritrovò al fianco del papà, il pastore valdese Guido, considerato il leader dell'intera operazione "Posti liberi".
"In realtà era la figura di riferimento per i suoi solidi contatti in Cile, in Argentina e nel nord Italia - racconta-, per tacere delle posizioni 'scomode' che aveva sempre saputo assumere. Del resto dal '25 al  '35 ha vissuto in Sudamerica, tre dei miei fratelli sono nati in Uruguay. Ritornato in Italia era stato mandato in 'castigo' a Lugano".
Come ha reagito ai divieti di Berna?
"L'ostilità di Berna era assurda, mio padre si scagliò contro Kurt Furgler, ma alla fine la solidarietà e il coinvolgimento furono così generali che in fondo ignorammo divieti e denunce".
Davvero otteneste un 'salvacondotto' popolare così grande?
"Sì, la rete che s'era creata era magnifica, un'iniziativa che dubito sia riproducibile oggi. Addirittura il Gran Consiglio all'unanimità decise di versare la diaria, poi arrotondata a 10mila franchi, come sostegno alla nostra azione".
Un'iniziativa senza colore politico?
"L'origine ecumenica dell'azione è indiscutibile. Ma la solidarietà, l'impegno hanno visto coinvolte decine e decine di famiglie di ogni colore politico.  Tantissimi aprirono le porte delle loro case agli esuli, altri collaborarono o finanziarono, in quel Ticino di cui si può essere orgogliosi".
25.08.2013


Articoli Correlati
ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
20.09.2019
L'Ufficio di vigilanza sulle commesse pubbliche ha pubblicato la lista delle commesse del Cantone aggiudicate a invito o per incarico diretto con importi superiori a fr. 5000.– per l'anno 2018 [www.ti.ch/commesse]
19.09.2019
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, agosto 2019
17.09.2019
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale, andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, settembre 2019
11.09.2019
Notiziario statistico Ustat: Le transazioni immobiliari in Ticino nel secondo trimestre 2019
09.09.2019
Notiziario statistico Ustat: Statistica delle abitazioni vuote, Ticino, 1° giugno 2019
04.09.2019
La Segreteria del Gran Consiglio ha provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria del 16 settembre prossimo
03.09.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, luglio 2019
02.09.2019
Aggiornati e completati i dati sugli impianti di depurazione delle acque [www.ti.ch/oasi]
30.08.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, luglio 2019
27.08.2019
Notiziario statistico Ustat: Popolazione residente permanente, Ticino, 2018
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
La Groenlandia fa gola
alla Cina e all'America
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
I migranti in Libia
come arma di ricatto
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Killer, boss e agguati
al clan dei marsigliesi
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Onda verde e giovane
delle nuove generazioni
Luca Mercalli
Luca Mercalli
"Senza una svolta
ci sarà un'estinzione"
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi


La copertina
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie





I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Brexit:
Londra invia
nuovi documenti
a Bruxelles

Argentina:
è in atto
un'emergenza
alimentare

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00