I vignaioli romandi sulle pratiche Ogm
"Meglio sapere
cosa si beve"
OMAR RAVANI


In Romandia la proposta di utilizzare gli Ogm per respingere gli attacchi che causano le devastanti malattie delle vigne non raccoglie grande consenso. "Sono parecchio scettico - afferma Jacques Humbert, viticoltore ed enologo di Duillier, nel canton Vaud -, perché non sappiamo a cosa andiamo incontro. Quando ci si affida a degli organismi geneticamente modificati bisogna essere sempre molto cauti, ed è anche per questo che fino al 2017 ogni coltivazione del genere sarà proibita".
Una volta caduta, però, la moratoria sugli Ogm si ripresenteranno gli interrogativi sul loro uso. "Per noi non è nemmeno un tema di discussione - dice Humbert -. Siamo in un periodo in cui il consumatore è disorientato e ha bisogno di essere rassicurato sulle modalità di produzione di alimenti e bevande che finiscono sulla sua tavola. Io piuttosto proporrei una migliore tracciabilità dei vini che arrivano da noi, per capire esattamente cosa beviamo". Humbert punta  il dito su chi accusa i viticoltori di danneggiare l’ecosistema: "Noi dichiaramo ogni prodotto che spruzziamo sulle nostre viti - precisa  -. Ogni intervento è necessario ed è finalizzato ad avere un vino che sia all’altezza delle attese dei clienti. Penso che per combattere le malattie dei vitigni occorra affidarsi alle nostre tecniche, senza avventurarci su strade di cui non conosciamo il percorso".
Della stessa opinione è Bernard Roduit, produttore di vini di Fully, nel canton Vallese. "Non credo che gli Ogm siano la soluzione - dice -. I nostri clienti hanno con noi un rapporto di fiducia che va avanti da anni, basato sulla genuinità dei prodotti e sulla qualità dell’uva che trattiamo con il massimo rigore e con un’attenzione speciale. Gli Ogm non devono essere la soluzione e spero davvero che a nessuno venga in mente di utilizzarli in futuro, sempre che la moratoria non venga prolungata oltre il 2017, cosa più che probabile".
17.01.2016


Articoli Correlati
IL DOSSIER


I fatti e le opinioni
sulle vicende S.Anna
IL DOSSIER

Economia
in ostaggio
di "Prima i nostri"
GRANDANGOLO

Troppa canapa light
e il mercato è saturo
L'INCHIESTA

Se lavori oltre i 65
rendite più ricche
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

Dagli esodati
ai pensionati d'oro
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Una tregua "olimpica"
riunisce le due Coree
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nella base americana
"Pronti, qui in Corea"
Guido Olimpio
Guido Olimpio
La folle corsa nucleare
non è solo propaganda
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
La razza è un concetto
inventato della politica
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Premiata a Locarno
la parodia del cinema
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
La tendenza a esagere
...ereditata dai greci
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Resta solamente
una sottile speranza
LE INTERVISTE

I protagonisti
della cronaca

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
15.02.2018
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, gennaio 2018
12.02.2018
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, quarto trimestre 2017
12.02.2018
Documentazione regionale ticinese (DRT) - È in linea il nuovo dossier concernente la protezione dell'ambiente in Ticino
08.02.2018
La Segreteria del Gran Consiglio ha pubblicato la lista delle presenze dei Deputati alle sedute della legislatura in corso
07.02.2018
I Servizi del Gran Consiglio hanno provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria del 19 febbraio prossimo
01.02.2018
Aggiornato il formulario della domanda di costruzione (versione 01.2018) [www.ti.ch/edilizia]
31.01.2018
Lingue e stage all'estero - 20 anni di scambi linguistici. Partecipa al concorso.
22.01.2018
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, dicembre 2017
11.01.2018
Prova delle Sirene 2018
10.01.2018
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'Ordine del Giorno della seduta del 22 gennaio 2018.

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Kosovo:
si festeggiano
i 10 anni
d'indipendenza

Messico:
la terra trema
e le paure
riaffiorano