L'alimento per eccellenza è simbolo d'unione tra i popoli
Immagini articolo
Razze buone
come il pane
PATRIZIA GUENZI


Buono come il pane è forse il detto più conosciuto al mondo. Significa essere una persona di carattere mite o di buon cuore. Che aiuta il prossimo e condivide. E il pane è stato preso giustamente come simbolo di condivisione per la "Settimana contro il razzismo", 20-26 marzo, dal Gruppo Integrazione di Locarno, che partecipa alle varie manifestazioni che si svolgeranno in Ticino con un evento conviviale e simbolico: lo scambio del pane, sabato 25 marzo in via Ramogna a partire dalle 10.30. Razze buone come il pane. Le varie etnie prepareranno il proprio pane per condividerlo.
Alimento di base povero e versatile, il pane è presente nelle culture e nei riti di molti popoli ed è uno dei primi cibi preparati dall’uomo. Protagonista e testimone di antichissime tradizioni, denominatore comune di molte popolazioni, dal Messico alla Svezia, dalla Macedonia alla Turchia all’India. E proprio in questo Paese, l’India, il pane è onnipresente in ogni pasto, un po’ come per noi occidentali. "Da Bombay in giù è la prima cosa che si mangia quando ci si siede a tavola - spiega Gagan Nirh, 39 anni, del Tabla di Lugano, nato e cresciuto in India -. Noi portiamo il grano alla bocca per ringraziare chi ci dà il cibo". Una sorta di rito, fondamentale, che viene loro insegnato sin dall’infanzia.
Anche per la cultura turca il pane riveste una grande importanza. "Non può mai mancare durante i pasti - conferma Canel Keles, 28 anni, di origine turca, del ristorante Quattro Sorelle, Lugano -. E ci sbizzarriamo a farne di ogni tipo e forma. Bianco, integrale, col forno a legna, elettrico, su piastra... focacce e piadine, sottili o ripiene di ogni ben di Dio. Per le piadine utilizziamo la farina integrale o quella di mais".
Il pane, dunque, alimento comune di molti popoli, anche se ognuno lo produce in modi  diversi, riflettendo caratteristiche diverse. E dandogli il significato che meglio crede. E allora, nella cultura giapponese, l’equivalente del pane è il riso. E così come nelle cucine occidentali spesso c’è una macchina del pane, in quelle asiatiche non mancano gli elettrodomestici che in breve tempo preparano il riso nel modo più adatto per cucinare la maggior parte dei loro piatti tradizionali. "Il nostro pane è il riso - spiegano al Ristorante Tsukimi Tei dell’Hotel Parco Paradiso di Lugano, dove si avvalgono dell’esperienza di Koteko, 41 anni, giapponese -. Il pane lo portiamo in tavola solo ai clienti che ce lo chiedono. Altrimenti c’è il riso, fatto in tantissimi modi, saltato, sushi, al vapore... E ci si può fare pure la scarpetta".
E l’occasione per gustare questo umilissimo alimento, ci sarà a Locarno. Con le sue forme più strane e i suoi sapori diversi, il pane si trasforma in strumento di dialogo e di incontro. I promotori dell’iniziativa locarnese auspicano che possa diventare anche un’occasione di condivisione. Che possa, tanto per restare in tema, far lievitare interessi comuni e una reciproca conoscenza. E Gagan, che consiglia di provare il naan, il pane di farina di grano, tipico dell’India e del Medio Oriente, suggerisce anche la ricetta: "Si presenta come una sorta di focaccia soffice, che può essere al naturale, ripiena al formaggio oppure aromatizzata con spezie o aglio. La preparazione del pane naan è molto semplice, anche a casa. Per la cottura basta una comune padella antiaderente. Alla fine potete spennellare il pane con olio e spezie, oppure insaporirlo con altri ingredienti di vostro gradimento, ma anche lasciarlo al naturale. Il mio consiglio è di farlo ripieno, di carne, formaggi misti, verdure o altro ancora. Fidatevi, è buonissimo".

p.g.
19.03.2017


Articoli Correlati
IL DOSSIER


I fatti e le opinioni
sulle vicende S.Anna
IL DOSSIER

Economia
in ostaggio
di "Prima i nostri"
LA SOLIDARIETÀ


La generosità dei ticinesi
per i pastori delle steppe
L'INCHIESTA


Interrogativi sulle eredità
degli anziani maltrattati
L'INCHIESTA


Meno sesso
a pagamento


POPULISMO
VS POPULISMO
È finito lo scontro
fra destra e sinistra
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Il Califfo capitola
ma non all'estero
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
I nuovi pirati del mare
sono gli scafisti armati
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Da al Quaeda a Isis
tutto si è semplificato
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Il secessionismo
scuote l'Europa
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Premiata a Locarno
la parodia del cinema
Sandro Cattacin
Sandro Cattacin
Gli attributi razzisti
della cronaca nera
Ritanna Armeni
Ritanna Armeni
A Renzi non si perdona
la "rottamazione"
Paolo Bernasconi
Paolo Bernasconi
Non si sfugge
alle nuove regole
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Disposte a tutto
per i propri figli
Alessandra Comazzi
Alessandra Comazzi
I manicaretti in tv
rischiano il flop
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Nei menù si trova
la civiltà del domani
Marino Niola
Marino Niola
Lo straniero riassume
tutte le nostre paure
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Resta solamente
una sottile speranza
Filippo Facci
Filippo Facci
È un voto politico
che paralizza il Paese
Roberto Alajmo
Roberto Alajmo
La Grande Migrazione
non si fermerà da sola
Roberto Nepoti
Roberto Nepoti
Per un Festival à la page
un'inedita sezione 2.0
Antonio Sciortino
Antonio Sciortino
Le Famiglie vere
eroine nella crisi
Roberto Vacca
Roberto Vacca
La caduta libera
del mito della sicurezza
Andrea Vitali
Andrea Vitali
Zimmer frei

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio

LE INTERVISTE

I protagonisti
della cronaca

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
25.09.2017
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale: andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, settembre 2017
18.09.2017
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, agosto 2017
14.09.2017
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, secondo trimestre 2017
11.09.2017
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, luglio e secondo trimestre 2017
07.09.2017
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, secondo trimestre 2017
07.09.2017
Notiziario statistico Ustat: Le transazioni immobiliari in Ticino nel secondo trimestre 2017
06.09.2017
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'Ordine del Giorno della seduta del 18 settembre 2017.
05.09.2017
Pubblicati i dati di quattro ulteriori punti di misura delle PM2.5 in Ticino: Airolo, Locarno, Brione e Pregassona [www.ti.ch/oasi]
30.08.2017
Notiziario statistico Ustat: Popolazione residente permanente, Ticino, 2016
30.08.2017
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, luglio e secondo trimestre 2017
DOMANDE E RISPOSTE

Leggi »

La pubblicità
Per chi vuole
comunicare
con il Caffè
App
"Il Caffè+"
per iPad e iPhone
Scarica »
App
"Il Caffè+"
per Android
Scarica »
Rezzonico
Editore
Tessiner Zeitung
Vai al sito »
Gruppo
Ringier




I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Corea del Nord:
bombardieri
Usa sorvolano
le coste

Francia:
i "ribelli"
in piazza
contro Macron

RINGIER

Dufourstrasse 23
8008 Zurigo
Svizzera

info@ringier.com
+41 (0)44 259 61 11

Abo-Service:
0848 880 850

www.ringier.ch