La lettura infantile vista dal saggista Renato Martinoni
"La passione per i libri
...non viene ereditata"
EZIO ROCCHI BALBI


È scettico all’idea che la passione per la lettura possa essere trasmessa ai figli, ai bambini, ma allo stesso tempo è convinto che si debba fare. "O almeno tentarci - spiega Renato Martinoni, saggista e docente di Letteratura italiana all’Università di San Gallo -, fosse solo per il fatto che non c’è veramente alcuna possibilità di conoscere bene una lingua senza la lettura".
Quindi bisogna abituare ai libri fin da piccoli?
"Deve essere un piacere, non un dovere morale. Non mi sono mai piaciuti i ‘secchioni’, che si fanno trovare con un libro in mano solo per compiacere. Il libro deve essere un’avventura, una scoperta".
Ma si può ancora convincere questi bambini dell’era digitale a leggere un libro?
"Credo che si possa, anzi si deve. Detto questo bisogna lasciare loro la libertà di leggere quello che vogliono; è ovviamente una libertà controllata, perché De Sade o Emmanuelle non sono particolarmente indicati...".
Naturalmente, se un bambino cresce in una famiglia di lettori, piena di libri, è avvantaggiato.
"Non è detto. La passione per la lettura, purtroppo, non credo sia genetica. Conosco dei docenti universitari figli di contadini che in casa non avevano un libro e, viceversa, figli di letterati che non toccano un volume".
Qual è il modo migliore per coinvolgerli fin da bambini?
"Un bambino, prima di leggere e scrivere, impara ad ascoltare. Una bella premessa, quindi, sarebbe quella di raccontare loro favole che alimentino la fantasia, la partecipazione, il gusto della storia. Offrire altri mondi, altre vite".
In fondo la letteratura offre proprio la possibilità di vivere mille altre vite oltre alla nostra.
"Con figure ‘di riferimento’ come Alice, il Piccolo Principe, Pinocchio si inizia a far combaciare il mondo dei bambini con quello della letteratura, a trasferirlo. Non è detto che funzioni, ma bisogna tentare".
25.06.2017


ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
19.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, gennaio 2020
14.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, gennaio 2020
11.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, gennaio 2020
10.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, quarto trimestre e anno 2019
06.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, gennaio 2020
06.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale costruzioni, Ticino, gennaio 2020
05.02.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 17 febbraio 2020
16.01.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, dicembre 2019
10.01.2020
Arge Alp: pubblicato un bando di concorso per un posto vacante presso il segretariato generale
08.01.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 20 gennaio 2020
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Se il virus ci trascinerà
in una recessione
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nello scenario siriano
mani russe e iraniane
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Il terrorismo resterà
ancora un pericolo
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Dalla tavola sovranista
a quella pro - global
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Si scenderà a patti
con il sistema-Terra
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi


IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie





I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Budget
europeo,
l’Europa
spaccata

Afghanistan,
forse
una tregua

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00