La famiglia fra i temi dominanti del Festival di Locarno
Immagini articolo
Madri, padri e figli
in film inconcludenti
MARIAROSA MANCUSO


Anche Ötzi, l’uomo di cinquemila anni fa ritrovato mummia sulle montagne tra Italia e Austria, aveva una famiglia complicata. Almeno, se dobbiamo prendere sul serio "Iceman", il film di Felix Randau presentato a Locarno in Piazza Grande. Dopo che i cattivi bruciano il villaggetto, parte in cerca di vendetta con arco e frecce. E si accolla un figlio non suo - lo abbiamo ricavato dal sunto fornito agli spettatori ignari dell’antica lingua retica (priva di sottotitoli, secondo il regista si dovrebbe capir tutto lo stesso). Il neonato viene affidato a un’altra cavernicola incontrata sul cammino, mentre l’uomo di Similaun va incontro al proprio destino, nel tentativo di riprendersi un bauletto sacro. Proprio un bauletto, con le strisce di pelle a tenerlo chiuso, pare di vedere un episodio del cartoon "Gli antenati".
Sempre montagne, stavolta son le tre cime di Lavaredo nelle Dolomiti, fanno da sfondo alle avventure di "Drei Zinnen" (regista il berlinese Jan Zabeil, titolo internazionale "Three Peaks", ma non aspettatevi David Lynch). Famiglia ricostituita, come si usa dire. Mamma Bérénice Bejo, suo figlio e il nuovo fidanzato di lei, in una capannuccia. Papà si fa vivo solo per telefono, un paio di volte al giorno.
Trappole per topi continuamente inquadrate, assieme ad attrezzi da falegname, rivelano - semmai ce ne fosse bisogno - che il ragazzino ha un contenzioso con il moroso della mamma. Nulla della lentezza iniziale, né del secondo atto che sempre pone problemi, prepara al finale horror. Cala la nebbia, il ragazzino sembra sparito. In realtà si nasconde, con una certa abilità, e passa al contrattacco. In nome della famiglia d’origine: questa la lettura proposta da un quotidiano che alla sacra famiglia tiene. Non c’è come un festival per scatenare i deliri di interpretazione, e non solo tra i cinefili.   
Sempre tra i film di Piazza Grande - non particolarmente esaltanti quest’anno, a parte "The Big Sick" di Michael Showalter, negli Stati Uniti se ne parla da gennaio, quando fu presentato al Sundance Film Festival - c’era "Lola Pater" di Nadir Moknèche. Invece della trappole per topi e altri attrezzi taglienti, qui si accordano i pianoforti. Così lo spettatore capisce che tra Fanny Ardant, transessuale che ora insegna danza del ventre, e il figlio Zino che rivorrebbe un padre virile, è solo questione di accordatura. Anche senza il suggerimento, lo avremmo capito lo stesso. Nelle pause di un film dove non succede nulla.

m.m.
13.08.2017


IL DOSSIER


I fatti e le opinioni
sulle vicende S.Anna
IL DOSSIER

Economia
in ostaggio
di "Prima i nostri"
GRANDANGOLO

Ecco le cinque ricette
per salvare l'aeroporto
L'INCHIESTA

Quei crimini di guerra
"congelati" da Berna
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

Salvacondotto Ue
per La Valletta
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Millennial al potere
ma non "correct"
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Propaganda e verità
sono sempre in guerra
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nella base americana
"Pronti, qui in Corea"
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Premiata a Locarno
la parodia del cinema
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Quelle vie d'uscita
per Gerusalemme
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
La pizza nasce local
ma è diventata global
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Resta solamente
una sottile speranza
LE INTERVISTE

I protagonisti
della cronaca

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
11.12.2017
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, ottobre e terzo trimestre 2017
07.12.2017
Pubblicati orari e tariffe dei trasporti pubblici, validi dal 10 dicembre 2017 [www.ti.ch/trasporti]
04.12.2017
Militare: Visite di reclutamento 2018
04.12.2017
Caccia tardo autunnale: evoluzione delle catture al 04.12.2017 [www.ti.ch/caccia]
01.12.2017
Pubblicato il Rapporto al Gran Consiglio sull'aggiornamento delle Linee direttive 2015-2019
30.11.2017
Consegna degli attestati 2017 alle nuove Guardie della natura [www.ti.ch/natura]
29.11.2017
I Servizi del Gran Consiglio hanno provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria dell'11 dicembre prossimo
28.11.2017
Concorsi scolastici: sono aperti i concorsi per la nomina e l’incarico di docenti e operatori per l’anno scolastico 2018/2019
16.11.2017
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, ottobre 2017
15.11.2017
Istituto della formazione continua - Pubblicato il nuovo programma gennaio-giugno 2018 dei corsi base per formatori di apprendisti

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio




I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Al-Abadi
dichiara la fine
della guerra
all'Isis in Iraq

I 300 giorni
di carcere
del giornalista
Deniz Yucel