Se il giornalista viene sostituito da un algoritmo
Bastano cinque parole
al resto pensa il robot
EZIO ROCCHI BALBI


Svizzera. Incidenti. Mortali. Auto. 2017. Basta digitare una piccola sintesi di cinque parole chiave e circa in un minuto ecco "sfornato" un pezzo giornalistico originale, destinato ad essere simultaneamente pubblicato sul web, su un blog o su un social network, che, appunto, ci descrive quanti incidenti automobilistici mortali sono avveuti nel Paese fino a quel giorno. Il giornalista più veloce della Terra è un robot giornalista, anzi un algoritmo, che ha tutta l’intenzione di mandarci prematuramente in pensione.
"Articoolo", messo a punto da una startup israeliana, è solo uno dei nuovi strumenti che, sfruttando l’intelligenza artificiale, non punta (per il momento) a sostituire giornalisti e blogger, ma promette di aiutare gli autori di "content marketing" a scrivere contenuti veloci da leggere che invitano a essere cliccati. Articoli pronti in tre passaggi, come un risotto liofilizzato. Si scrive l’estrema sintesi dell’argomento di cui si vuole trattare, si indica all’algoritmo quale deve essere la lunghezza dello stesso, infine c’è una terza fase in cui si possono curare le piccole imperfezioni eventualmente uscite dal sistema. In più c’è l’opzione se si vuole dare al pezzo una "maggiore leggibilità" oppure  "più originalità".
Il tempo di creazione va dai 50 secondi fino a pochi minuti, tempo necessario all’algoritmo per andare alla ricerca di fonti sul web passando al setaccio 500 gigabyte di articoli e comunicati attendibili e certificati, estrapolare alcune parole chiave importanti e riscriverle. Il tutto confezionando un testo con l’apporto di un altro algoritmo, "Natural Language Processing" (Npl) che fa un’analisi semantica del linguaggio umano. Stilisticamente non azzardiamo giudizi, ma i vantaggi economici sono indiscutibili. Il tariffario di "Articoolo", infatti, recita che dieci articoli costano meno di venti franchi, cento per cento franchi. E se ci si abbona, con gli stessi cento franchi, gli articoli robotici diventano ben 250. Fortunatamente, almeno per ora, la lingua disponibile è unicamente l’inglese. Ma, come detto, non è l’unico robot-giornalista visto che sul mercato sono già attivi algoritmi come "TechCrunch" e "TheNextWeb", oppure "Quill" altro software inglese che rileva le informazioni più significative di un testo e in seguito le ricompone in una forma elegante. E chissà quanti articoli "firmati" da loro abbiamo già letto online.
17.09.2017


LO STUDIO

La qualità
dei media svizzeri
IL DOSSIER


La contestata
legge di polizia
IL DOSSIER


Rimborsopoli
IL DOSSIER


Le polemiche
sul Cardiocentro
IL DOSSIER


La passerella
sul Verbano
IL DOSSIER


Microplastiche
piaga dei laghi
GRANDANGOLO

"Su Argo 1 il governo
ha delle responsabilità"
L'INCHIESTA

Interessi immobiiari
dietro i milioni in pista
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

La giovane Greta
contro le energie fossili
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
La Brexit un divorzio
che non avrà vincitori
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
La Libia aspetta
lo scontro finale
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Dalla Russia a Roma
le avventure degli 007
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Otto appuntamenti
nel mondo che muta
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Dramma e commedia
al Festival di Locarno
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
La rivoluzione parte
dal carrello della spesa
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Siccità, piogge e uragani
nel sordo allarme clima
ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
18.01.2019
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, dicembre 2018
15.01.2019
Concorso per funzioni di direzione e vicedirezione delle scuole professionali secondarie e superiori per il periodo 2019-2023.
09.01.2019
I Servizi del Gran Consiglio hanno provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria del 21 gennaio prossimo
31.12.2018
La Sezione forestale comunica che il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto (RLCFo/RaLLI) è in vigore a partire da lunedì 31 dicembre 2018 alle ore 09.00 a causa del pericolo d'incendio di boschi. La misura è attiva su tutto il territorio cantonale.
21.12.2018
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale: andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, dicembre 2018
20.12.2018
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, novembre 2018
18.12.2018
Licenziato il messaggio relativo all’approvazione del Piano cantonale delle aggregazioni
12.12.2018
Ampliato il ventaglio dei colori per le mappe della qualità dell'aria [www.ti.ch/oasi]
09.12.2018
Nuovo orario 2019 per i mezzi di trasporto pubblico in Ticino [www.ti.ch/trasporti]
07.12.2018
Concorsi scolastici 2019/2020 - è aperto il concorso per la nomina e l'incarico di docenti e operatori

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio

La pubblicità
Per chi vuole
comunicare
con il Caffè
App
"Il Caffè+"
per iPad e iPhone
Scarica »
App
"Il Caffè+"
per Android
Scarica »
Rezzonico
Editore
Tessiner Zeitung
Vai al sito »



I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Ungheria
di nuovo
in piazza
contro Orban

Messico:
65 morti
durante furto
di combustibile