Volti e voci raccolte a Mosca a cent'anni dalla Rivoluzione
Ecco i nuovi russi
"attorno" a Marx
MICHELA D'ALESSANDRO DA MOSCA


Il 7 novembre 2017 poteva sembrare un giorno come tanti altri in Russia, se non fosse per  la storia che tutti faticano a dimenticare. Nella notte tra il 6 e il 7 novembre del 1917 - 24 e 25 ottobre secondo il calendario giuliano - un avvenimento cambiò il futuro della Russia, insieme a quello del mondo. Il 7 novembre 2017, a 100 anni dalla presa del Palazzo d’Inverno di San Pietroburgo, tra polemiche e silenzi del Cremlino, in migliaia si sono radunati nel centro di Mosca per celebrare i bolscevichi e il suo leader indiscusso, Lenin. La grande manifestazione dei comunisti ha ricordato quella data che ha segnato il crollo dell’impero russo e la nascita della Repubblica sovietica.
"La nostra patria è l’Unione Sovietica", recitava uno dei tanti slogan della piazza, insieme a quelli contro il capitalismo, considerato il colpevole di aver cambiato la Russia. Nella Russia odierna il capitalismo non è però il solo problema con cui fare i conti, le voci contrastanti si pestano l’un l’altra, tra chi vive nel rimpianto di quegli anni e chi considera la rivoluzione come un lontano evento da dimenticare. E le facce fiere che nel pomeriggio del 7 novembre hanno marciato da Piazza Pushkin alla statua di Karl Marx in centro a Mosca, non sono l’unico volto della Russia.
I libri di storia russi fanno ancora fatica a raccontare quegli anni, eppure il portavoce di Vladimir Putin aveva da tempo sentenziato che non ci sarebbe stato nulla da festeggiare. Piuttosto cambiare data e nome a quella festa che da anni pesava troppo al  Cremlino, dal 7 al 4 novembre, è dal 2005 che la Russia festeggia il "Giorno dell’unità nazionale" per commemorare la cacciata dei polacchi da Mosca del 1612. E mentre l’Occidente ha cercato invano di interpretare le mosse del presidente Vladimir Putin, la Russia si è mostrata ancora una volta divisa a metà, quasi impaurita di una commemorazione e fragile come cento anni fa.
19.11.2017


Articoli Correlati
IL DOSSIER

Economia
in ostaggio
di "Prima i nostri"
GRANDANGOLO

Lampi di guerra
e fulmini su Trump
L'INCHIESTA

Viviamo circondati
da 8mila videocamere
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

Dalle buche di Roma
a quelle di Bellinzona
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Ecco come l'Occidente
scoprì la globalizzazione
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Mosaici di guerra
dalla postazione Judy
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Lampi di guerra
e fulmini su Trump
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
La razza è un concetto
inventato della politica
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Premiata a Locarno
la parodia del cinema
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Alienati per il lavoro?
La cucina è l'antidoto
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Resta solamente
una sottile speranza
LE INTERVISTE

I protagonisti
della cronaca

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
18.04.2018
Pubblicato il nuovo sito tematico "Mobilità ciclabile" della Sezione della mobilità [www.ti.ch/bici]
17.04.2018
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, marzo 2018
10.04.2018
Pubblicato il rendiconto 2017 del Consiglio della magistratura
05.04.2018
Tiro obbligatorio 2018
28.03.2018
I Servizi del Gran Consiglio hanno provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria del 9 aprile prossimo
22.03.2018
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale: andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, marzo 2018
21.03.2018
L'Ufficio dei beni culturali (UBC) ospite della trasmissione RSI "Finestra popolare" per una serie di incontri dedicati al patrimonio culturale del Cantone Ticino.
21.03.2018
Aperte le iscrizioni all'evento "Un’altra opportunità è d’obbligo - La nuova procedura di annuncio dei posti vacanti" promosso dal Servizio aziende URC della Divisione dell’economia del DFE.
16.03.2018
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, febbraio 2018
12.03.2018
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere Ticino, gennaio 2018 e quarto trimestre 2017

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Siria:
ispettori Opac
entrano
a Douma

Nicaragua:
almeno 10 morti
per le proteste
sulle pensioni