Il diario
Immagini articolo
Più correttezza
...al volante
GIUSEPPE ZOIS


Caro Diario,&softReturn;sono stati quasi 4mila nel cantone i conducenti sorpresi con il telefonino mentre guidavano durante il 2017. Si è tornati sui livelli del 2015, dopo un leggero calo (poco più di 300) nel 2016. Una mano sul volante, l’altra sul telefonino: si chiama e si risponde, incuranti del fatto che sia proibito (e multato). Va detto peraltro che il totale delle infrazioni rilevate è chiaramente al di sotto di quanto avviene nella quotidianità degli abitacoli. Ha colpito nel segno un recente tweet di Alex Zanardi, proprio su questa dilagante disinvoltura. "Bisogna far comprendere - raccomanda il coraggioso, sfortunato e resistente campione - che il livello di attenzione mentre si guida è direttamente connesso alla percezione che abbiamo dei rischi potenziali che incontriamo. Se avessimo cognizione dell’eventuale pericolo terremmo gli occhi fissi sulla strada e non sullo schermo del telefonino".
AL VOLANTE, tutti sono convinti di avere ogni circostanza sotto controllo, di poter affrontare ogni situazione. Il transito in auto è un’appendice al nostro fare, il viaggio è ritenuto da molti una "perdita obbligatoria di tempo". Ci sentiamo un po’ tutti autorizzati a svolgere molte altre azioni in contemporanea, senza riflettere sui rischi di errori e incidenti causati da colpevole leggerezza. Siccome la casistica del peggio non conosce limiti, ci imbattiamo anche in irresponsabili che guidano e messaggiano, chattano...
VIVIAMO in una società che ci porta a velocizzare tutto: pare sia necessario essere sempre di corsa e la sollecitazione si moltiplica quando c’è un intralcio o ci si ritrova imbottigliati in una "coda". Tendiamo a "capitalizzare" il tempo dell’attesa e quello del percorso chiamando al telefono o facendoci raggiungere dagli interlocutori in agenda quel giorno. Sarà pure una necessità, ma è provato che rappresenta una distrazione. Affrontare una conversazione impegnativa, dare risposte non superficiali richiede uno sforzo mentale. "Ogni fattore di disturbo nella guida - mi spiega la psicologa del traffico Claudia Fabris - causa un abbassamento della prontezza e dell’efficienza nel reagire agli eventi, proprio perché la concentrazione è rivolta ad altro".
IL TELEFONINO si colloca insomma tra i principali nemici della sicurezza stradale. Per migliorare la convivenza tra gli utenti bisogna puntare sulla responsabilità. E quindi: educare, informare e formare, motivare tutti indistintamente a mettere in atto comportamenti orientati alla sicurezza. Sono auspicabili una più alta consapevolezza dei propri doveri di automobilisti, più rispetto, più correttezza, disciplina e discernimento personali. In sintesi, più giudizio. Ma un effetto decisivo e che fa la differenza in concreto resterà sempre la "convincente" vigilanza della polizia.
04.02.2018


LO STUDIO

La qualità
dei media svizzeri
IL DOSSIER


La contestata
legge di polizia
IL DOSSIER


Rimborsopoli
IL DOSSIER


Le polemiche
sul Cardiocentro
IL DOSSIER


La passerella
sul Verbano
IL DOSSIER


Microplastiche
piaga dei laghi
GRANDANGOLO

"Su Argo 1 il governo
ha delle responsabilità"
L'INCHIESTA

Interessi immobiiari
dietro i milioni in pista
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

La giovane Greta
contro le energie fossili
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
La Brexit un divorzio
che non avrà vincitori
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
La Libia aspetta
lo scontro finale
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Dalla Russia a Roma
le avventure degli 007
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Otto appuntamenti
nel mondo che muta
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Dramma e commedia
al Festival di Locarno
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
La rivoluzione parte
dal carrello della spesa
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Siccità, piogge e uragani
nel sordo allarme clima
ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
18.01.2019
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, dicembre 2018
15.01.2019
Concorso per funzioni di direzione e vicedirezione delle scuole professionali secondarie e superiori per il periodo 2019-2023.
09.01.2019
I Servizi del Gran Consiglio hanno provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria del 21 gennaio prossimo
31.12.2018
La Sezione forestale comunica che il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto (RLCFo/RaLLI) è in vigore a partire da lunedì 31 dicembre 2018 alle ore 09.00 a causa del pericolo d'incendio di boschi. La misura è attiva su tutto il territorio cantonale.
21.12.2018
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale: andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, dicembre 2018
20.12.2018
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, novembre 2018
18.12.2018
Licenziato il messaggio relativo all’approvazione del Piano cantonale delle aggregazioni
12.12.2018
Ampliato il ventaglio dei colori per le mappe della qualità dell'aria [www.ti.ch/oasi]
09.12.2018
Nuovo orario 2019 per i mezzi di trasporto pubblico in Ticino [www.ti.ch/trasporti]
07.12.2018
Concorsi scolastici 2019/2020 - è aperto il concorso per la nomina e l'incarico di docenti e operatori

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio

La pubblicità
Per chi vuole
comunicare
con il Caffè
App
"Il Caffè+"
per iPad e iPhone
Scarica »
App
"Il Caffè+"
per Android
Scarica »
Rezzonico
Editore
Tessiner Zeitung
Vai al sito »



I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Ungheria
di nuovo
in piazza
contro Orban

Messico:
65 morti
durante furto
di combustibile