Il diario
Immagini articolo
Quando lo stile rivela
l'uomo e il merito
GIUSEPPE ZOIS


Caro Diario,&softReturn;sotto la neve pane, dice il proverbio: chissà se riuscirà con il suo candido manto a mettere un po’ di sordina a tutto il vortice di rumori, polemiche, sospetti. Finisce il tormentone "No Billag" e speriamo con una scelta di intelligenza, soprattutto per la particolarità (super-positiva) della Svizzera italiana. Il clima generale però resta "mosso" da troppe polveri sottili. Al già saturo "particolato" di Argo 1, si sono aggiunte e disperse nell’atmosfera altre sostanze di nome "rimborsi". Lasciano una scia che non giova al buon nome e alla credibilità della politica, con voto basso purtroppo anche per il procuratore generale. Certe storie creano sfiducia.
IL PEGGIORAMENTO dell’aria non è un fenomeno nuovo e neppure improvviso. Già, il populismo. Che c’è, e lo si percepisce da molti segni e segnali. Soprattutto dallo scadimento di livello: nella sostanza, dunque nella qualità, ma anche negli stessi modi, in generale. Si sa: dall’alto, ci si attende l’esempio; nel basso è sempre in corsa l’antico "piove, governo ladro". Quando però una materia è disciplinata dalla legge, quando tutto è stato visto e approvato, con chi prendersela? Se l’inefficienza è vista come colpa, anche la distrazione - chiamiamola così - è una responsabilità che va assunta. I rimborsi non sono piovuti dal cielo: hanno avuto il loro iter, se non ci si è accorti al momento giusto, come pare il caso per taluni, è inutile o comunque tardivo lamentarsi quando i buoi sono usciti dalla stalla.
I RIMBORSI esistono in generale e ne fruiscono tutti: un "quasi" s’impone, viste le modalità restrittive dettate (o sfruttate) dalla decennale crisi economica. Ed è anche prassi estesa, non solo in politica, traghettare un passaggio da una carica istituzionale a tempo pieno verso una nuova fase professionale con una copertura di garanzia.
CHI FA POLITICA deve profondere dedizione alla causa, lavorando per il bene della collettività e il benessere dei cittadini. Lo definiscono anche ideale, spirito di servizio o, per chi fa riferimento ai valori cristiani, "la forma più alta di carità". Non si possono enunciare principi e poi derogare.
ESAURITO un ruolo, è normale e anche giusto che ci sia un bonus (nella fattispecie del consiglio di Stato, due mensilità). Più discutibili, semmai, i rimborsi quando si è in una certa fascia di redditi: ed è il caso dei consiglieri di Stato, che sono adeguatamente retribuiti (= signori onorari, che la maggior parte della gente può solo sognare). Ci sono alcune scelte che hanno un forte valore simbolico. È stato detto che alcuni consiglieri di Stato hanno rinunciato a presentare scontrini, preferendo pagare di tasca loro. Non è sicuramente solo da questi particolari che si giudica un operato. Ma lo stile fa l’uomo e anche il merito.
04.03.2018


IL DOSSIER


Le polemiche
sul Cardiocentro
GRANDANGOLO

Sgravi fiscali per tutti
con un taglio del 5%
L'INCHIESTA

L'estate al museo
con 100mila visitatori
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

Nelle città turistiche
non si santifica la festa
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Lehman Brothers
e la fine del sogno Usa
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
I missili non aiutano
la Siria senza pace
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Con il "topo morto"
la lotta tra Cia e Kgb
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Perché il sovranismo
costruisce nuovi muri
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Dramma e commedia
al Festival di Locarno
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
La rivoluzione parte
dal carrello della spesa
Luca Mercalli
Luca Mercalli
È urgente arrivare
ad un'economia "pulita"
ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
14.09.2018
Proscioglimento dagli obblighi militari 2018
13.09.2018
Notiziario statistico Ustat: Statistica delle abitazioni vuote, Ticino, 1° giugno 2018
13.09.2018
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, agosto 2018
06.09.2018
Documentazione regionale ticinese (DRT) - È il linea il nuovo dossier sul tema “La scuola che verrà”
06.09.2018
Notiziario statistico Ustat: Le transazioni immobiliari in Ticino nel secondo trimestre 2018
05.09.2018
I Servizi del Gran Consiglio hanno provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria del 17 settembre prossimo
31.08.2018
Notiziario statistico Ustat: Popolazione residente permanente, Ticino, 2017
28.08.2018
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, luglio e secondo trimestre 2018
28.08.2018
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, luglio e secondo trimestre 2018
24.08.2018
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, secondo trimestre 2018

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio

La pubblicità
Per chi vuole
comunicare
con il Caffè
App
"Il Caffè+"
per iPad e iPhone
Scarica »
App
"Il Caffè+"
per Android
Scarica »
Rezzonico
Editore
Tessiner Zeitung
Vai al sito »



I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

"Florence"
declassato
ma vittime
e danni

Città del Messico:
sparatoria
in pieno centro,
morti e feriti