Diario
Immagini articolo
La solitudine sconfitta
dalla maggiore fiducia
GIUSEPPE ZOIS


Caro Diario,
la proiezione alla Mostra di Venezia del film "At Eternity’s Gate" - un viaggio "Alle porte dell’eternità" su Vincent Van Gogh - ha portato in primo piano un tema forte del vivere d’oggi: la crescente solitudine, non scelta ma subita. Quella raccontata in pellicola è in filigrana un approccio dal versante dell’angoscia. Le vicissitudini del grande pittore con tutti i suoi tormenti, investigati con genialità dal regista Julian Schnabel che è anche pittore, offriranno l’occasione per accostare una presenza in preoccupante crescita.
VORTICOSA è la quotidianità degli impegni da quando usciamo di casa al mattino fino a quando rientriamo la sera. Spesso ci sentiamo in una sorta di deserto interiore, confrontati con la comunicazione più travagliata. Ed è un quadro ancor più paradossale in un’epoca che ci mette a disposizione mezzi sempre più sofisticati per arrivare in capo al mondo con i nostri messaggi. Se qualcuno considera i dati dell’attività svolta da "TelefonoAmico", sotto il cielo del Ticino, ha una puntuale conferma del bisogno di sostegno, che si rivela più avvertito fra le donne che tra gli uomini (7222 colloqui con il pubblico femminile contro i 4836 di quello maschile). Durante l’anno passato, le chiamate al 143 sono state 15831: di queste, 12058 si sono poi sviluppate in "colloqui" d’aiuto". La fascia d’età rivelatasi più sensibile è quella tra i 41 e i 65 anni. Il termometro parla chiaro: il 49% delle domande va dai disturbi psichici all’esteso spettro della solitudine. Appunto.
CI SENTIAMO ISOLE, anche quando non lo vorremmo proprio, magari anzi desiderosi di incontri, di compagnia. Sicuramente un fattore precipitante nella sensazione di vuoto relazionale è la diffidenza, specialmente nelle città. Ci si conosce poco e non si rischia con estranei, viste anche certe cronache da paura. Sintomatica un’esperienza partita dal Giappone, presto uscita da quei confini: sono nate agenzie che offrono "amici in affitto". Si può obiettare: sempre meglio che niente, però che malinconia... Un’amicizia dovrebbe essere un valore ben più alto e senza prezzo. Il consumismo non conosce paletti.
C’È BISOGNO di anticorpi: che ci sono, possiamo trovare e dobbiamo sviluppare se non vogliamo precipitare in una spirale di ulteriori fragilità. Lo psicoterapeuta Fulvio Scaparro dice che "dev’esserci una ribellione individuale, evitando la tentazione di attribuire sempre tutto alla società, perché la società siamo noi". Van Gogh ripeteva: "Io sono i miei dipinti". Noi dovremmo imparare che se siamo soli abbiamo meno risorse. Dobbiamo recuperare l’importanza della fiducia, della positività. Guai se oltre che liquida, la società diventasse anche fredda.
09.09.2018


LO STUDIO

La qualità
dei media svizzeri
IL DOSSIER


La contestata
legge di polizia
IL DOSSIER


Rimborsopoli
IL DOSSIER


Le polemiche
sul Cardiocentro
IL DOSSIER


La passerella
sul Verbano
IL DOSSIER


Microplastiche
piaga dei laghi
GRANDANGOLO

Una cultura politica
di vuote banalità
L'INCHIESTA

Non solo Medtech
nel polo di ricerca
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

Lo stile smarrito
dai perdenti di successo
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Senza il riciclaggio
non si salva il clima
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Scacco a Tripoli
in quattro mosse
Guido Olimpio
Guido Olimpio
La guerra degli 007
all'ombra dell'Europa
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
L'Ue messa a dura prova
dall'avanzata sovranista
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Dramma e commedia
al Festival di Locarno
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Londra celebra Quant
la "madre" della mini
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Siccità, piogge e uragani
nel sordo allarme clima
ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
19.04.2019
La Segreteria del Gran Consiglio ha provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta costitutiva del 2 maggio prossimo
15.04.2019
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, marzo 2019
12.04.2019
Pubblicato il Rendiconto 2018 del Consiglio di Stato
12.04.2019
Pubblicato il rendiconto 2018 del Consiglio della magistratura
08.04.2019
Online la Città dei mestieri della Svizzera Italiana, con informazioni e aggiornamenti sui lavori in corso verso l'apertura
03.04.2019
Il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto è revocato a partire da mercoledì 3 aprile 2019 alle ore 10:00. Si ricorda che restano in vigore le prescrizioni generali definite dal Regolamento di applicazione dell'Ordinanza contro l'inquinamento atmosferico (ROIAT)
01.04.2019
Tiro obbligatorio 2019
21.03.2019
La Sezione forestale comunica che il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto (RLCFo/RaLLI) è in vigore a partire da giovedì 21 marzo 2019 alle ore 12.00 a causa del pericolo d'incendio di boschi. La misura è attiva su tutto il territorio cantonale.
15.03.2019
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale, andamento e prospettive di evoluzione dell’economia ticinese, marzo 2019
15.03.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, gennaio 2019

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio

La pubblicità
Per chi vuole
comunicare
con il Caffè
App
"Il Caffè+"
per iPad e iPhone
Scarica »
App
"Il Caffè+"
per Android
Scarica »
Rezzonico
Editore
Tessiner Zeitung
Vai al sito »



I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Sudan,
si dimette
anche il leader
del golpe

Gilet gialli
a prova
di legge
anti-casseur