Il diario
Immagini articolo
L'anagrafe soffre
il mal... di precarietà
GIUSEPPE ZOIS


Caro Diario,
c’è da riflettere sui dati appena diffusi dall’Ufficio cantonale di statistica e su quanto l’andamento demografico più recente ci lascia esplorare tra le tendenze in atto. Nel barometro si possono cogliere aspettative, preoccupazioni, paure. L’anno scorso le nascite nel Ticino sono state 2.556, con un calo di 218 culle rispetto al 2017 (totale di 401 mancate negli ultimi 3 anni). Piccolo segnale confortante: in Svizzera si è registrato un leggero incremento ( 0,5%). Il numero dei decessi nel Cantone è stato di 3.152: il saldo naturale all’anagrafe è negativo (596 persone).
AUMENTANO i divorzi: 680 nel 2018, il 5% in più in un anno. Significativo il trend: il 9,4% delle nuove coppie si sfascia in meno di 5 anni, il 50,7% si dà l’addio dopo più di 15 anni (sfatata anche la crisi del settimo anno!). All’anello di preferisce la convivenza. Ci si sposa più in età, spesso ci si ferma al figlio unico, sulla soglia degli "anta". Le generazioni che precedono hanno smesso da tempo di essere un modello per le successive.
I FATTORI SONO molteplici e vanno da aspetti più prettamente materiali ad altri più intimi, in cui è delicato entrare. Intanto si è fatto difficile trovare un’autonomia lavorativa, una sistemazione logistica, un livello economico dignitoso per mantenere dei figli senza troppe rinunce che pesano, come quella - per la donna - di lasciare il lavoro, con scarse possibilità di rientro. Qualcuno obietta che i nostri nonni si trovavano in mezzo a difficoltà enormi e tuttavia credevano nella vita e procreavano. Era un quadro tutto diverso, altre le esigenze, minori le complessità.
FINO AL PASSATO prossimo un lavoro si protraeva anche fino alla pensione, ora domina la precarietà. Se alle persone mancano certezze, è arduo fare passi impegnativi, quali il matrimonio o la maternità. Come si fa a metter su famiglia quando si fatica a sbarcare il lunario e spessissimo bisogna lavorare in due per fronteggiare spese crescenti in presenza di salari che languono? E se il cannocchiale è puntato troppo verso terra, le capacità di sacrificio e di tenuta si abbassano, azzerandosi poi anche con una certa disinvoltura. L’unico obiettivo può diventare il benessere individuale, confinante con l’egoismo. In sintesi allora ecco un possibile affresco anagrafico del presente: il giovane può sbandare nella fretta di andare avanti, l’adulto rischia di sbiellare per insicurezza e dubbi. Va di moda il temporaneo.
07.07.2019


ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
27.11.2019
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 9 dicembre 2019
27.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, ottobre 2019
22.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, ottobre 2019
18.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, ottobre 2019
15.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale costruzioni, Ticino, ottobre 2019
13.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, ottobre 2019
13.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, ottobre 2019
06.11.2019
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 18 novembre 2019
04.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, terzo trimestre 2019
30.10.2019
Pubblicati i dati del censimento rifiuti 2018 [www.ti.ch/gestione-rifiuti, www.ti.ch/oasi]
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Un traguardo sociale
ma ancora non per tutti
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Il sanguinoso attacco
alla "Terra dell'alba"
Guido Olimpio
Guido Olimpio
L'attentato a Londra
rilancia l'allarme jihad
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Emmental e pollo
tra i "falsi svizzeri"
Luca Mercalli
Luca Mercalli
"Senza una svolta
ci sarà un'estinzione"
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi


IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie





I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Arrestato
il presunto
aggressore
dell’Aja

Un trono
di soldi…
con lo scopo
di farne di più

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00