Il diario
Gli schiavisti incassano
oltre 150 miliardi l'anno
GIUSEPPE ZOIS


Caro Diario,
il pericolo c’è, ma bisogna pur correre qualche rischio. Parliamo dell’epocale fenomeno delle migrazioni, anche se la parola stessa a qualcuno darà subito l’orticaria. Non possiamo ignorare l’evidenza né chiamarci fuori dall’imperativo etico di cercare soluzioni a una crisi che muove moltitudini di disperati da un continente all’altro, in cerca di un futuro almeno vivibile, sottratto a guerre, fame, morte.
TUTTI VEDONO gli esodi in atto e tutti sanno delle odissee d’oggi verso un "altrove", quale che sia, purché di vivibilità. La parola più ripetuta è "accoglienza". Il problema è nel come. Per stare all’attualità, questa settimana la neo-presidente della Commissione Ue, Ursula von der Leyen ha detto che "serve una risposta umana ed efficace... L’Europa sarà sempre un riparo per coloro che hanno bisogno di protezione internazionale. È nostro interesse che quanti restano, siano integrati nella nostra società e chi non he ha diritto sia rimpatriato". Ha poi aggiunto che bisogna rompere il modello crudele dei trafficanti, riformare i sistemi di asilo, incrementare i valori di responsabilità e solidarietà, consolidare le frontiere esterne, percorrere la strada dei partenariati con i Paesi di partenza dei migranti.
"UNA MIGRAZIONE sicura, ordinata, regolata" ha auspicato anche il Papa nel suo viaggio in Thailandia e Giappone, con appello a ogni nazione ad "approntare dispositivi efficaci allo scopo di proteggere la dignità e i diritti dei migranti e dei rifugiati". Domanda cruciale: qual è il volto che vogliamo dare alle nostre società in questo XXI secolo? In cima alla scala si stagliano la sicurezza e la libertà, troppo spesso coatte però in un labirinto inestricabile. La crudità delle cifre stima in 40 milioni gli schiavi del mondo globalizzato (cifra ritenuta alquanto prudenziale). Rabbrividente sapere che il 70% di questo iceberg è costituito da donne e bambine destinate allo sfruttamento domestico e/o sessuale e al commercio di organi.
LA TRATTA di esseri umani è uno dei tre business criminali più redditizi, con un fatturato di 150 miliardi di dollari annui. Come con narcotraffici e mafie, decisivo diventa scoprire le rotte dei flussi di denaro in movimento, prima che sia riciclato o che finisca in mani terroristiche o in paradisi fiscali. Per seguire le vie di questo denaro avvelenato l’Ocse ha pubblicato la prima guida alle indagini finanziarie con 600 indicatori e tipologie di traffico di persone. Al punto in cui siamo, anche Sherlock Holmes oggi non esiterebbe un attimo nell’appoggiarsi sulle aziende che si occupano di tecnologie digitali.
01.12.2019


ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
27.11.2019
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 9 dicembre 2019
27.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, ottobre 2019
22.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, ottobre 2019
18.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, ottobre 2019
15.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale costruzioni, Ticino, ottobre 2019
13.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, ottobre 2019
13.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, ottobre 2019
06.11.2019
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 18 novembre 2019
04.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, terzo trimestre 2019
30.10.2019
Pubblicati i dati del censimento rifiuti 2018 [www.ti.ch/gestione-rifiuti, www.ti.ch/oasi]
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Un traguardo sociale
ma ancora non per tutti
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Il sanguinoso attacco
alla "Terra dell'alba"
Guido Olimpio
Guido Olimpio
L'attentato a Londra
rilancia l'allarme jihad
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Emmental e pollo
tra i "falsi svizzeri"
Luca Mercalli
Luca Mercalli
"Senza una svolta
ci sarà un'estinzione"
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi


IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie





I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Arrestato
il presunto
aggressore
dell’Aja

Un trono
di soldi…
con lo scopo
di farne di più

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00