Le compagnie assicurative spiegano la stabilità dei prezzi
"Ma con la tecnologia
crescono alcuni costi"
MASSIMO SCHIRA


L’eterogeneità dei sistemi di aiuto alla guida sui differenti modelli di automobile e l’influenza ancora parziale sulla quantità di danni pagati dalle assicurazioni sono i principali motivi che non hanno ancora permesso alle compagnie di intervenire sui premi. "Stiamo seguendo con molta attenzione l’evolvere della tecnologia - spiega al Caffè Bernd de Wall, portavoce in Svizzera per il gruppo Allianz, uno dei principali nel Paese -. Ma non possiamo sapere su quale modello di premio punteremo in futuro. Il tema è molto complesso, perché attualmente non c’è un sistema assimilabile per tutti i veicoli. In pratica, ogni casa produce un proprio sistema".
Il calo degli incidenti degli ultimi anni, indicherebbe però un’inversione di tendenza rispetto al passato, forse anche in relazione all’accresciuta presenza di sistemi di assistenza di guida. Una relazione che, secondo gli assicuratori, è però ancora parziale. "In realtà una relazione diretta con la quantità di danni pagati dalle assicurazioni ancora non c’è - aggiunge de Wall -. O, non al punto da poter influire sui premi. Anche perché una polizza assicurativa non è costruita solo sugli incidenti, ma anche su parametri come il prezzo del veicolo, la potenza, l’età del conducente, la sua esperienza alla guida e anche il suo luogo di domicilio. L’incidente in senso stretto ha un’influenza solo parziale sul costo del premio".
Altro aspetto fondamentale è quello dei costi pagati dalle assicurazioni per gli incidenti. Perché più tecnologia, significa anche costi più alti in caso di danno. "È proprio così - conferma de Wall -. I costi delle riparazioni sono esplosi negli ultimi anni. A questo aspetto, va anche aggiunto che il 40% circa degli incidenti con soli danni materiali è costituito da incidenti di parcheggio. E, di questi, oltre l’80% avvengono quando il conducente sta facendo manovra, mentre molti meno (16%) quando l’auto è parcheggiata. In parte questa tendenza è causata dall’aumento delle dimensioni dei veicoli in Svizzera, basti pensare alla diffusione dei Suv o delle station wagon. In parte però anche ad un eccesso di confidenza nei sistemi di aiuto alla guida, che inducono a maggiore disattenzione". E, intanto, i premi non scendono.

m.s.
04.06.2017


Articoli Correlati
IL DOSSIER


Le polemiche
sul Cardiocentro
GRANDANGOLO

Sgravi fiscali per tutti
con un taglio del 5%
L'INCHIESTA

L'estate al museo
con 100mila visitatori
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

Nelle città turistiche
non si santifica la festa
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Lehman Brothers
e la fine del sogno Usa
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Con il "topo morto"
la lotta tra Cia e Kgb
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
I missili non aiutano
la Siria senza pace
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Dramma e commedia
al Festival di Locarno
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Perché il sovranismo
costruisce nuovi muri
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
La rivoluzione parte
dal carrello della spesa
Luca Mercalli
Luca Mercalli
È urgente arrivare
ad un'economia "pulita"
ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
19.09.2018
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale: andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, settembre 2018
14.09.2018
Proscioglimento dagli obblighi militari 2018
13.09.2018
Notiziario statistico Ustat: Statistica delle abitazioni vuote, Ticino, 1° giugno 2018
13.09.2018
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, agosto 2018
06.09.2018
Documentazione regionale ticinese (DRT) - È il linea il nuovo dossier sul tema “La scuola che verrà”
06.09.2018
Notiziario statistico Ustat: Le transazioni immobiliari in Ticino nel secondo trimestre 2018
05.09.2018
I Servizi del Gran Consiglio hanno provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria del 17 settembre prossimo
31.08.2018
Notiziario statistico Ustat: Popolazione residente permanente, Ticino, 2017
28.08.2018
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, luglio e secondo trimestre 2018
28.08.2018
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, luglio e secondo trimestre 2018

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio

La pubblicità
Per chi vuole
comunicare
con il Caffè
App
"Il Caffè+"
per iPad e iPhone
Scarica »
App
"Il Caffè+"
per Android
Scarica »
Rezzonico
Editore
Tessiner Zeitung
Vai al sito »



I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

"Florence"
declassato
ma vittime
e danni

Città del Messico:
sparatoria
in pieno centro,
morti e feriti