Il turismo degli acquisti preoccupa i commercianti
Per le spese all'estero
si sono persi 9 miliardi
MASSIMO SCHIRA


Per i loro acquisti, generi alimentari compresi, gli svizzeri spendono ogni anno circa 100 miliardi di franchi, di cui più o meno la metà proprio nel settore "food". Ma, secondo i dati pubblicati da un recente studio di Credit Suisse, un franco su 10 tra quelli spesi in acquisti dagli elvetici finisce all’estero. Il "peso" del turismo degli acquisti continua insomma a farsi sentire e si situa annualmente tra i 10 e gli 11 miliardi di franchi. Secondo l’Università di San Gallo, la perdita netta per il settore svizzero del commercio al dettaglio è superiore ai 9 miliardi di franchi l’anno, poco meno di 3 per quanto riguarda i soli generi alimentari.
Alla base di questa vera e propria "fuga di capitale", ci sono anche ragioni geografiche. Il 73% della popolazione svizzera vive infatti a meno di un’ora di automobile da un centro commerciale all’estero, un fattore che, secondo gli esperti, incide molto sulla scelta del luogo in cui fare acquisti. Per quanto riguarda le scelte dei clienti, la carne è sempre al primo posto tra i prodotti acquistati all’estero, seguita da latte e burro.
Anche se la situazione mostra un lieve miglioramento per le aziende svizzere, una vera inversione di tendenza ancora non c’è. Per il 2017, Credit Suisse prevede infatti che il fatturato nella vendita di generi alimentari frenerà la propria erosione, tornando però soltanto a livelli "stabili". Mentre per il settore "non food" - che comprende anche abiti e calzature, due ambiti fortemente sotto pressione anche a causa della forza del franco - le analisi per l’anno in corso indicano ancora un calo del fatturato, anche se in misura minore rispetto agli anni precedenti.
Altro nervo scoperto è quello del commercio online, che continua a crescere soprattutto nel settore "non-food". Già oggi gli svizzeri spendono ogni anno oltre 7,5 miliardi l’anno e l’aumento proseguirà.
11.06.2017


Articoli Correlati
IL DOSSIER


Le polemiche
sul Cardiocentro
GRANDANGOLO

Il Cardio non paga
e il Mizar si arena
L'INCHIESTA

La scuola volta pagina
con lezioni di sesso
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

Kerouac e i bus
direzione a Malpensa
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Lehman Brothers
e la fine del sogno Usa
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
La Libia aspetta
lo scontro finale
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Con il "topo morto"
la lotta tra Cia e Kgb
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Dramma e commedia
al Festival di Locarno
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Perché il sovranismo
costruisce nuovi muri
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
La rivoluzione parte
dal carrello della spesa
Luca Mercalli
Luca Mercalli
È urgente arrivare
ad un'economia "pulita"
ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
19.09.2018
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale: andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, settembre 2018
14.09.2018
Proscioglimento dagli obblighi militari 2018
13.09.2018
Notiziario statistico Ustat: Statistica delle abitazioni vuote, Ticino, 1° giugno 2018
13.09.2018
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, agosto 2018
06.09.2018
Documentazione regionale ticinese (DRT) - È il linea il nuovo dossier sul tema “La scuola che verrà”
06.09.2018
Notiziario statistico Ustat: Le transazioni immobiliari in Ticino nel secondo trimestre 2018
05.09.2018
I Servizi del Gran Consiglio hanno provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria del 17 settembre prossimo
31.08.2018
Notiziario statistico Ustat: Popolazione residente permanente, Ticino, 2017
28.08.2018
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, luglio e secondo trimestre 2018
28.08.2018
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, luglio e secondo trimestre 2018

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio

La pubblicità
Per chi vuole
comunicare
con il Caffè
App
"Il Caffè+"
per iPad e iPhone
Scarica »
App
"Il Caffè+"
per Android
Scarica »
Rezzonico
Editore
Tessiner Zeitung
Vai al sito »



I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Attacco
alla parata,
Iran:
risponderemo

Russia:
manifestanti
chiedono dimissioni
di Putin