In 15 anni da 4 a 2.3 milioni la raccolta per le malattie rare
Cala la solidarietà
anche per Telethon
MASSIMO SCHIRA


Tra le molte azioni di solidarietà che ogni anno caratterizzano il calendario in Svizzera, la raccolta fondi contro le malattie rare di Telethon rappresenta un appuntamento ormai tradizionale per l’inizio del mese di dicembre. La prima raccolta data infatti del 1988, quando si svolse una prima serie di eventi in Romandia. L’edizione di quest’anno - in programma tra l’8 e il 9 dicembre prossimi - rappresenta quindi un importante traguardo, quello dei 30 anni d’esistenza.
Negli ultimi anni, come successo ad altre grandi Ong internazionali, anche Telethon ha visto rallentare leggermente il livello delle donazioni. Ad inizio anni Duemila, infatti, la raccolta per combattere le malattie rare raccoglieva circa 4 milioni di franchi l’anno, una cifra progressivamente diminuita fino a stabilizzarsi da qualche anno attorno ai 2,3 milioni di franchi.
Telethon, comunque, continua la sua lotta contro le malattie rare. Per ogni 100 franchi raccolti, 74 vengono riversati direttamente ai due rami principali sostenuti da Telethon: la ricerca e l’aiuto sociale. Da un lato, insomma, si cerca di finanziare studi e ricerche in grado di combattere attivamente le forme più rare di malattia, dall’altro si sostengono direttamente le famiglie confrontate con patologie che stravolgono la vita e che, purtroppo, non sono ancora curabili.
Lo scorso anno, nella Svizzera italiana, Telethon raccolse 477mila franchi. Si spera ora di superare il mezzo milione.
12.11.2017


IL DOSSIER


I fatti e le opinioni
sulle vicende S.Anna
IL DOSSIER

Economia
in ostaggio
di "Prima i nostri"
GRANDANGOLO

Povere chiese...
con meno denaro
L'INCHIESTA

Un bebè su quattro
ha genitori stranieri
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

Il Piano B italiano
senza canone Rai
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Millennial al potere
ma non "correct"
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nella base americana
"Pronti, qui in Corea"
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Propaganda e verità
sono sempre in guerra
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Quelle vie d'uscita
per Gerusalemme
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Premiata a Locarno
la parodia del cinema
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
La pizza nasce local
ma è diventata global
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Resta solamente
una sottile speranza
LE INTERVISTE

I protagonisti
della cronaca

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
11.01.2018
Prova delle Sirene 2018
10.01.2018
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'Ordine del Giorno della seduta del 22 gennaio 2018.
28.12.2017
Pubblicati online gli oggetti che sottostanno all’Ordinanza sulla protezione contro gli incidenti rilevanti (OPIR) con le loro aree di coordinamento [www.ti.ch/oasi]
28.12.2017
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, terzo trimestre 2017
22.12.2017
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, novembre 2017
22.12.2017
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale: andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, dicembre 2017
21.12.2017
Riqualifica del fondovalle di Airolo: credito di 50 milioni di franchi quale contributo cantonale [www.ti.ch/cantieri]
19.12.2017
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, ottobre e terzo trimestre 2017
19.12.2017
Caccia tardo autunnale: evoluzione delle catture al 19.12.2017 [www.ti.ch/caccia]
15.12.2017
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, terzo trimestre 2017

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Vienna:
"Non lasciate
governare
i nazisti"

Repubblica Ceca:
per le presidenziali
sarà
ballottaggio