La Svizzera porto sicuro per le "non governative"
Centinaia di "Ong"
a caccia di denaro
MASSIMO SCHIRA


Storicamente la Svizzera è un "giardino" particolarmente florido per lo sviluppo delle Organizzazioni non governative, le cosiddette "Ong". Le associazioni senza scopo di lucro di rilevanza intercantonale, nazionale o internazionale, infatti, sono migliaia nel Paese, mentre le fondazioni - altro attore importante nel campo della filantropia - sono addirittura oltre 13mila, secondo una statistica del 2014. In particolare, la piazza elvetica è stata negli anni sorretta dalla presenza a Ginevra della sede europea delle Nazioni Unite, che ha svolto un ruolo di forte accentratore per alcune grandi Ong. In Ticino, sono presenti una sessantina di Organizzazioni.
In particolare, la presenza ginevrina dell’Onu ingloba dieci Organizzazioni che lavorano a livello planetario. Si va dall’Organizzazione mondiale della sanità all’alto Commissariato per i rifugiati, dall’Organizzazione per l’educazione, le scienze e la cultura - il famoso Unesco - all’Organizzazione mondiale del commercio. Il tutto basato sulla lunga tradizione diplomatica svizzera, Paese che è da sempre anche sede mondiale del Cicr, il Comitato internazionale della Croce rossa, nato proprio sulle rive del Lemano nel 1863.
Più in generale, ad avere la loro sede principale in Svizzera o ad avere una loro succursale nel Paese, sono ben oltre un centinaio di grandi Ong, che si suddividono in alcuni grandi gruppi. Il primo, il più importante e quello dalla tradizione più radicata è certamente quello degli aiuti umanitari e del sostegno allo sviluppo. Un settore in cui sono inserite 65 organizzazioni come Caritas, la Catena della solidarietà, Swissaid o Helvetas, per non citare che alcune delle più note e più longeve, come l’ottocentesco Cicr, o Caritas, nata ad inizio Novecento.
Altra grande "famiglia" di Ong è quella a carattere ambientale. Una trentina di Organizzazioni anche di grandi dimensioni e storicamente molto radicate. Basti pensare che la tradizione ambientalista in Svizzera ha visto la luce nel 1861, quando a Basilea venne fondata la società svizzera per la protezione degli animali. Seguita, negli anni successivi, da altri "attori" diventati molto importanti sul piano nazionale e internazionale. Da Pro Natura a Greenpeace, passando per il Wwf e la Fondazione Franz Weber per arrivare all’Iniziativa delle Alpi.
I capitali in gioco, beninteso, sono miliardari. Basti pensare che la sola Catena della solidarietà per lo Tsunami nel Sudest asiatico del dicembre 2004 raccolse 227 milioni di franchi.

m.s.
12.11.2017


IL DOSSIER


I fatti e le opinioni
sulle vicende S.Anna
IL DOSSIER

Economia
in ostaggio
di "Prima i nostri"
GRANDANGOLO

Povere chiese...
con meno denaro
L'INCHIESTA

Un bebè su quattro
ha genitori stranieri
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

Il Piano B italiano
senza canone Rai
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Millennial al potere
ma non "correct"
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nella base americana
"Pronti, qui in Corea"
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Propaganda e verità
sono sempre in guerra
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Quelle vie d'uscita
per Gerusalemme
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Premiata a Locarno
la parodia del cinema
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
La pizza nasce local
ma è diventata global
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Resta solamente
una sottile speranza
LE INTERVISTE

I protagonisti
della cronaca

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
11.01.2018
Prova delle Sirene 2018
10.01.2018
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'Ordine del Giorno della seduta del 22 gennaio 2018.
28.12.2017
Pubblicati online gli oggetti che sottostanno all’Ordinanza sulla protezione contro gli incidenti rilevanti (OPIR) con le loro aree di coordinamento [www.ti.ch/oasi]
28.12.2017
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, terzo trimestre 2017
22.12.2017
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, novembre 2017
22.12.2017
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale: andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, dicembre 2017
21.12.2017
Riqualifica del fondovalle di Airolo: credito di 50 milioni di franchi quale contributo cantonale [www.ti.ch/cantieri]
19.12.2017
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, ottobre e terzo trimestre 2017
19.12.2017
Caccia tardo autunnale: evoluzione delle catture al 19.12.2017 [www.ti.ch/caccia]
15.12.2017
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, terzo trimestre 2017

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Vienna:
"Non lasciate
governare
i nazisti"

Repubblica Ceca:
per le presidenziali
sarà
ballottaggio