Le prospettive per l'economia svizzera per i prossimi mesi
Immagini articolo
'La lunga crisi è finita
sta arrivando la ripresa'
CLEMENTE MAZZETTA


Il franco "debole" annuncia un’ottima annata per la Svizzera sia sotto l’aspetto economico che occupazionale. Per il 2018 gli esperti prevedono una crescita del prodotto interno lordo superiore al 2%. "Le aspettative sono elevatissime sia per l’economia elvetica in generale, che per quella ticinese, se consideriamo i mercati di sbocco più importanti per le nostre aziende - sostiene l’economista Marco Passalia -. Penso al mercato  statunitense, non è un caso che Donald Trump sarà a fine mese al forum di Davos. Ma anche a quello cinese, a quello del Sud-est asiatico. Come pure ai Paesi della zona euro, che rimane il mercato più importante per la nostra economia".
Fra gli elementi di questa ritrovata competitività, ovviamente il franco "meno forte" rispetto alle altre valute. I principali beneficiari di questo "indebolimento", oltre al settore del turismo, saranno le aziende rivolte all’esportazione, dall’industria delle macchine a quelle dell’elettronica. "Ma saranno un po’ tutti i settori che ne beneficeranno, dalla ricerca alla logistica, dal terziario al finanziario - aggiunge  Passalia -. Ed evidentemente ci si aspetta  anche una ricaduta occupazionale soprattutto della manodopera qualificata".
Un anno dinamico, ma non esente da qualche chiaro-scuro. "È vero che gli indicatori lasciano presupporre una ripresa, peraltro attesa dopo circa dieci anni di crisi - sottolinea l’economista Angelo Geninazzi -, ma le conseguenze di questa ripresa economica non saranno così immediate sull’occupazione e sulla crescita delle retribuzioni come si potrebbe credere: nel senso che gli effetti saranno dilazionati nel tempo e dipenderanno da settore a settore". Non grandi aumenti salariali, ma crescita consistente dell’occupazione. Anche perché negli ultimi mesi si sono registrati più posti vacanti che disoccupati. "Però non tutti i settori si riprenderanno allo stesso modo - precisa Geninazzi -. Ma le imprese che negli anni scorsi a causa del franco forte si sono dovute ristrutturare, quelle che hanno dovuto fare una ‘cura dimagrante’, saranno più competitive con il franco a 1.17, con tendenza al rialzo.  E saranno avvantaggiate anche dal differenziale dell’inflazione rispetto ai Paesi dell’euro dove è ben superiore al nostro".

c.m.
14.01.2018


Articoli Correlati
IL DOSSIER

Economia
in ostaggio
di "Prima i nostri"
GRANDANGOLO

"Troppi negozi chiusi,
ogni mese 5 in meno"
L'INCHIESTA

La "bolla integralista"
cresce nelle carceri
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

Sparate leghiste
da ignorare sempre
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Una politica assente
per il business migranti
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Mosaici di guerra
dalla postazione Judy
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Lampi di guerra
e fulmini su Trump
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Orchi e melodrammi
non scaldano Cennes
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
La razza è un concetto
inventato della politica
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
L'amore d'antan
nel "Regality show"
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Resta solamente
una sottile speranza
LE INTERVISTE

I protagonisti
della cronaca

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
22.06.2018
L'Ufficio di vigilanza sulle commesse pubbliche ha pubblicato la lista delle commesse del Cantone aggiudicate a invito o incarico diretto con importi superiori a fr. 5000.– [www.ti.ch/commesse]
22.06.2018
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale: andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, giugno 2018
15.06.2018
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, primo trimestre 2018
15.06.2018
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, maggio 2018
08.06.2018
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, primo trimestre 2018
06.06.2018
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'Ordine del Giorno della seduta del 18 giugno 2018.
06.06.2018
Notiziario statistico Ustat: Le transazioni immobiliari in Ticino nel primo trimestre 2018
01.06.2018
In occasione della "Settimana europea per lo sviluppo sostenibile", in programma dal 30 maggio al 5 giugno 2018, il Dipartimento del territorio (DT) ha aggiornato le pagine del proprio sito tematico, mettendo in evidenza attività e progetti promossi in collaborazione con i numerosi partner [www.ti.ch/sviluppo-sostenibile]
30.05.2018
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, aprile e primo trimestre 2018
29.05.2018
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, aprile e primo trimestre 2018

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Macron
ipoteca
il mini vertice
europeo

Bosnia-Erzegovina:
la rotta dei migranti
al confine
con la Croazia