L'analisi del presidente di Agrifutura Giovanni Berardi
"No alla polenta
prodotta con Ogm"
ANDREA STERN


Bio sì, Ogm assolutamente no, ma molto dipenderà dalle scelte del Consiglio federale". Così il presidente di Agrifutura Giovanni Berardi vede il futuro del settore agricolo ticinese, confrontato con un continuo calo del numero di contadini che non va per forza letto con toni tragici.
Le aziende agricole chiudono. Tendenza inesorabile?
"Forse sì, a causa di due fattori. Da una parte mancano giovani disposti a rilevare le aziende di chi va in pensione, dall’altra spesso le piccole aziende sono assorbite da altre più grandi, per avere una migliore economicità".
Si tratta di una trasformazione?
"Sì, è comunque raro in Ticino vedere aziende agricole che falliscono, i motivi della riduzione sono i due sopracitati".
Che effetto avrà in Ticino la politica agricola Pa22+ annunciata da Berna?
"Una liberalizzazione colpirebbe soprattutto il settore della produzione di carne, dove c’è ancora un certo protezionismo doganale, nonché i produttori che fanno vendita diretta, penalizzati dalla concorrenza dei supermercati".
Come si tutela il settore agricolo?
"La politica agricola è di materia federale, quindi il Cantone può solo limitarsi ad intervenire con puntuali sostegni".
Il biologico può essere una soluzione?
"Certo, i prodotti bio tengono bene, anche a livello di prezzi. Però naturalmente se messi a confronto con prodotti bio provenienti dall’estero, a più basso prezzo, qualcosa perderebbero".
E la genetica?
"No, gli organismi geneticamente modificati sarebbero un autogol per le nostre produzioni. Chi mangerebbe in Ticino una polenta Ogm?"
14.01.2018


IL DOSSIER


Le polemiche
sul Cardiocentro
GRANDANGOLO

Il Cardio non paga
e il Mizar si arena
L'INCHIESTA

La scuola volta pagina
con lezioni di sesso
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

Kerouac e i bus
direzione a Malpensa
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Lehman Brothers
e la fine del sogno Usa
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
La Libia aspetta
lo scontro finale
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Con il "topo morto"
la lotta tra Cia e Kgb
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Perché il sovranismo
costruisce nuovi muri
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Dramma e commedia
al Festival di Locarno
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
La rivoluzione parte
dal carrello della spesa
Luca Mercalli
Luca Mercalli
È urgente arrivare
ad un'economia "pulita"
ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
19.09.2018
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale: andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, settembre 2018
14.09.2018
Proscioglimento dagli obblighi militari 2018
13.09.2018
Notiziario statistico Ustat: Statistica delle abitazioni vuote, Ticino, 1° giugno 2018
13.09.2018
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, agosto 2018
06.09.2018
Documentazione regionale ticinese (DRT) - È il linea il nuovo dossier sul tema “La scuola che verrà”
06.09.2018
Notiziario statistico Ustat: Le transazioni immobiliari in Ticino nel secondo trimestre 2018
05.09.2018
I Servizi del Gran Consiglio hanno provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria del 17 settembre prossimo
31.08.2018
Notiziario statistico Ustat: Popolazione residente permanente, Ticino, 2017
28.08.2018
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, luglio e secondo trimestre 2018
28.08.2018
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, luglio e secondo trimestre 2018

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio

La pubblicità
Per chi vuole
comunicare
con il Caffè
App
"Il Caffè+"
per iPad e iPhone
Scarica »
App
"Il Caffè+"
per Android
Scarica »
Rezzonico
Editore
Tessiner Zeitung
Vai al sito »



I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Attacco
alla parata,
Iran:
risponderemo

Russia:
manifestanti
chiedono dimissioni
di Putin