Le sfide della Svizzera secondo l'economista Sergio Rossi
L'economia globale
e radicata nel territorio
SERGIO ROSSI, ECONOMISTA UNIVERSITÀ DI FRIBURGO


L’economia elvetica è generalmente classificata tra quelle più competitive nell’ambito della globalizzazione. Ciononostante, il sistema economico svizzero deve affrontare un numero importante di problemi ampiamente interconnessi sia sul piano nazionale sia su quello mondiale.
Le criticità rivelate dalla crisi finanziaria globale scoppiata nel 2008 hanno evidenziato le difficoltà di mantenere la competitività di svariate attività in Svizzera, a seguito della forza del franco, dei crescenti processi di digitalizzazione e deindustrializzazione, e della necessità di ristrutturare e riorientare le attività sulla piazza finanziaria elvetica.
L’elenco delle sfide del sistema-paese svizzero è lungo. Alcune di esse sono essenziali per la sua sostenibilità: l’invecchiamento della popolazione (e l’immigrazione indotta, cui molti si oppongono); l’impossibilità di finanziare le assicurazioni sociali con i soli redditi da lavoro, quando la situazione nel mercato del lavoro e la robotizzazione delle attività economiche per ottenere il massimo profitto comprimono gli stipendi del ceto medio della popolazione, facendo dilagare le forme atipiche del lavoro (sottoimpiego, precariato e lavoro gratuito); la concorrenza fiscale intercantonale o internazionale che riduce le risorse fiscali dello Stato, quando la spesa pubblica dovrebbe aumentare allo scopo di sostenere l’insieme dell’economia; le grandi disparità intercantonali che sono accentuate dall’affievolirsi del federalismo; l’insostenibilità dei regimi pensionistici a seguito della crisi finanziaria globale e dell’indebolimento della solidarietà, che è uno dei principi costitutivi della Svizzera.
Il tentativo di resistere alla globalizzazione da parte di alcune forze politiche sul piano cantonale e nazionale rivela l’esistenza di un crescente processo di trasferimento della sovranità dalla politica all’economia, dallo Stato nazionale a organismi multilaterali transnazionali e dal settore pubblico a quello privato. Ciò limita sempre più il servizio pubblico in ambiti importanti (ferrovie, poste, telecomunicazioni, cure sanitarie, radio e televisione), che sono stati un cardine dell’efficienza del sistema-paese svizzero e della sua coesione nazionale.
Un’economia globale senza radicamento nella comunità territoriale non riuscirà mai a contribuire al bene comune. L’economia, anche se è globalizzata, non può essere fine a se stessa, ma deve fare parte della vita di ognuno e soddisfarne i bisogni senza arrecare danno alla società o all’ambiente. Si tratta della più grande sfida del ventunesimo secolo e il sistema-paese svizzero deve saperla cogliere in modo da contribuire al bene comune abbandonando l’autoreferenzialità del sistema istituzionale. La popolazione merita delle risposte coraggiose, intelligenti e lungimiranti.
21.01.2018


LO STUDIO

La qualità
dei media svizzeri
IL DOSSIER


La contestata
legge di polizia
IL DOSSIER


Rimborsopoli
IL DOSSIER


Le polemiche
sul Cardiocentro
IL DOSSIER


La passerella
sul Verbano
IL DOSSIER


Microplastiche
piaga dei laghi
GRANDANGOLO

Gli ospedali diventano
cliniche specializzate
L'INCHIESTA

Il successo di Airbnb
infastidisce gli hotel
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

Nuovi caccia finanziati
con la colletta sul web
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Geografia della rabbia
contro la globalizzazione
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
La Libia aspetta
lo scontro finale
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Ladri e spacciatori
cambiano il Califfato
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Perché il sovranismo
costruisce nuovi muri
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Dramma e commedia
al Festival di Locarno
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
La rivoluzione parte
dal carrello della spesa
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Siccità, piogge e uragani
nel sordo allarme clima
ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
18.12.2018
Licenziato il messaggio relativo all’approvazione del Piano cantonale delle aggregazioni
12.12.2018
Ampliato il ventaglio dei colori per le mappe della qualità dell'aria [www.ti.ch/oasi]
09.12.2018
Nuovo orario 2019 per i mezzi di trasporto pubblico in Ticino [www.ti.ch/trasporti]
07.12.2018
Concorsi scolastici 2019/2020 - è aperto il concorso per la nomina e l'incarico di docenti e operatori
06.12.2018
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, ottobre 2018
05.12.2018
Notiziario statistico Ustat: Le transazioni immobiliari in Ticino nel terzo trimestre 2018
05.12.2018
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, ottobre 2018
05.12.2018
Aggiornati i dati su consumo e produzione di energia in Ticino consultabili nel portale dell'Osservatorio ambientale della Svizzera Italiana [www.ti.ch/oasi]
30.11.2018
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, ottobre 2018
29.11.2018
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, terzo trimestre 2018

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio

La pubblicità
Per chi vuole
comunicare
con il Caffè
App
"Il Caffè+"
per iPad e iPhone
Scarica »
App
"Il Caffè+"
per Android
Scarica »
Rezzonico
Editore
Tessiner Zeitung
Vai al sito »



I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

USA:
il segretario
all'interno
lascia

Cairo:
Scoperta
nuova tomba
della V dinastia