function iscriviti() {window.open("http://ads.caffe.ch/ppl/","_blank","width=620,"menubar=no","resizable=no","scrollbars=no")};




Gli incentivi hanno rilanciato l'energia solare
Il 'fotovoltaico familiare'
conta 3.000 impianti
CLEMENTE MAZZETTA


Il sole in Ticino non manca. Sonnenstube, appunto. Un potenziale di produzione di energia fotovoltaica elevatissimo. Secondo la mappa dell’irraggiamento solare del 2012 il Cantone gode per il 45% di un ottimo soleggiamento. Che fino ad oggi è stato relativamente poco sfruttato.
Si stanno però recuperando i ritardi persi negli anni passati. La svolta è avvenuta nel 2014 quando si è introdotto il  Fondo per l’energia rinnovabile (Fer) che è finanziato dal consumatore con una tassa sull’energia elettrica di 0,2 centesimi/kWh a favore del Cantone e di 1 centesimi/kWh a favore dei Comuni e con una tassa di 0,6 centesimi/kWh sull’elettricità prodotta nell’impianto di Lünen. Il solo prelievo sul consumo in Ticino è di 4 milioni di franchi all’anno.
Grazie al finanziamento pubblico, che fra contributo federale e cantonale copre circa il  40% dei costi, c’è stata una notevole ripresa. Nel solo 2018 sono stati istallati 639 impianti per una potenza complessiva di 9,8 Mega watt.  Nel complesso  gli impianti fotovoltaici, oltre 4.200, hanno coperto  il 2,7% del fabbisogno ticinese. Una crescita visto che a fine 2017 era del 2.4 %.  Si tratta in maggioranza di piccoli impianti, quelli monofamiliari (oltre 3 mila) che vengono collocati sul tetto della propria abitazione,  inferiori ai 10 kw per una potenza complessiva di poco più di tre mila kw.  
Gli incentivi economici per questi piccoli e medi impianti dal 2018 si risolvono in un contributo unico che viene erogano per il 30% alla Confederazione e per il 10% del Cantone.  L’incentivo cantonale viene liquidato nell’arco di tre mesi, per quello federale bisogna aspettare un anno e mezzo. Anche i costi sostenuti degli impianti, che sono molto più efficienti rispetto al passato, sono calati: sono ormai un trentesimo di quanto si spendeva vent’anni fa.
14.07.2019


Leggi in anteprima
le notizie del Caffè

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
27.07.2020
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, secondo trimestre 2020
23.07.2020
Attivato il sito dell’Ufficio del controlling e degli studi universitari
13.07.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, giugno 2020
06.07.2020
Notiziario statistico Ustat: Movimento naturale della popolazione, Ticino, 2019
17.06.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, maggio 2020
17.06.2020
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale, andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, giugno 2020
12.06.2020
Notiziario statistico Ustat: Le transazioni immobiliari in Ticino nel primo trimestre 2020
10.06.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 22 giugno 2020
04.06.2020
Swiss Mobility: opportunità di stage professionale in Svizzera per neodiplomati 2020
20.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, aprile 2020
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Fra Trump e Biden
sfida rivolta al passato
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nello scenario siriano
mani russe e iraniane
Guido Olimpio
Guido Olimpio
I morti viventi dell'Isis
scompaiono e riappaiono
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Nella tana degli affetti
per sentirci meno soli
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Per fermare i virus
aiutiamo l'ambiente
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi

IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Belgio: 64 anni fa
la strage
nella miniera
di Marcinelle

Covid-19:
quarantena
"spagnola"
in Svizzera

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00