function iscriviti() {window.open("http://ads.caffe.ch/ppl/","_blank","width=620,"menubar=no","resizable=no","scrollbars=no")};




Il direttore degli "industriali" sui giovani senza lavoro
"Faremo la nostra parte
ma non chiedeteci la luna"
ANDREA BERTAGNI


Non abbiamo segnali di disimpegno dalle industrie che storicamente hanno sempre formato apprendisti. Ma faremo la nostra parte". Stefano Modenini, direttore dell’Associazione industrie ticinesi (Aiti), accoglie così l’invito del Cantone a fare di più, a sforzarsi per recuperare quelle ragazze e quei ragazzi, che stanno facendo fatica a trovare un posto di tirocinio dopo la pandemia.
La manifattura dunque, risponde all’invito.
"Sì, perché le statistiche parlano chiaro. Quest’anno siamo sotto alle previsioni. Anche se noi non abbiamo avvertito la tendenza, ad esempio, nel settore della meccanica".
Un settore che ha sempre formato e lo sta ancora facendo, quindi?
"Non abbiamo chiesto a tutte le nostre aziende associate, ma i segnali ci dicono che chi ha sempre avuto apprendisti continua ad averli, anche se le difficoltà non mancano".
Qual è il vostro impegno per dare una mano?
"Oltre ad aver aderito alla campagna ‘#assumiamo apprendisti! Fermiamo il virus, non la formazione’, lanciata dal Cantone, abbiamo scritto a tutte le nostre industrie, rinnovando l’impegno verso la formazione duale".
Prima della pandemia, era stato anche lanciato l’invito ad aumentare la quota di apprendisti. È ancora attuale?
"Se non erro si parlava di 800 posti in più. Un numero che oggi appare un po’ illusorio e non sostenibile. Cercheremo di raggiungere l’obiettivo posto per quest’anno. La fase "calda" inizia ora. Anche perché è proprio in estate che vengono sottoscritti il maggior numero di contratti per settembre".
27.06.2020


Articoli Correlati
Leggi in anteprima
le notizie del Caffè

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
27.07.2020
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, secondo trimestre 2020
23.07.2020
Attivato il sito dell’Ufficio del controlling e degli studi universitari
13.07.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, giugno 2020
06.07.2020
Notiziario statistico Ustat: Movimento naturale della popolazione, Ticino, 2019
17.06.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, maggio 2020
17.06.2020
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale, andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, giugno 2020
12.06.2020
Notiziario statistico Ustat: Le transazioni immobiliari in Ticino nel primo trimestre 2020
10.06.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 22 giugno 2020
04.06.2020
Swiss Mobility: opportunità di stage professionale in Svizzera per neodiplomati 2020
20.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, aprile 2020
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Fra Trump e Biden
sfida rivolta al passato
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nello scenario siriano
mani russe e iraniane
Guido Olimpio
Guido Olimpio
I morti viventi dell'Isis
scompaiono e riappaiono
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Nella tana degli affetti
per sentirci meno soli
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Per fermare i virus
aiutiamo l'ambiente
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi

IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Belgio: 64 anni fa
la strage
nella miniera
di Marcinelle

Covid-19:
quarantena
"spagnola"
in Svizzera

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00