function iscriviti() {window.open("http://ads.caffe.ch/ppl/","_blank","width=620,"menubar=no","resizable=no","scrollbars=no")};
Fogli in libertà
Così funziona il casalavoro
...in Siberia e in Europa
RENATO MARTINONI


Ho ricevuto una lunga mail dalla Siberia. "Come ve la passate nel vostro angoluccio di mondo?", scrive il signor Tal dei Tali. "È già sbocciata la primavera? Qua siamo ancora in pieno inverno. C’è ghiaccio e neve dappertutto. Ho letto che da voi, per colpa di un virus, intendono introdurre ovunque il telelavoro. Perbacco! Solo adesso ci arrivate? Vivete sulla Terra o su Marte? Io, il telelavoro, lo faccio da anni. Anche perché il termometro, da noi, sta sempre sotto lo zero. Non posso comunque lamentarmi. Risparmio un sacco di soldi. Non prendo il treno, per spostarmi. Non serve la pelliccia, per scaldarsi. Non consumo le suole, per camminare. Non devo più andare al ristorante, per mangiare. Sto sempre nella mia piccola dacia e vivo in libertà, senza obbligo alcuno. Non devo più farmi la doccia, e neanche radermi, o pettinarmi, la mattina. Tanto, chi mi vede? Risparmio sui vestiti, dato che resto sempre in pigiama. Non cado mai nella tentazione di fermarmi al bar o di entrare in un negozio a comperarmi qualcosa. Il congelatore strabuzza di hamburger e giù in cantina ho una bella scorta di birra e di vodka. Santo cielo, cosa dovrei pretendere di più? Che razza di idee avete in Europa? A me non manca proprio nulla. Né il pigiama, né la bibita. Sia dunque lode al telelavoro!"
"I miei superiori non stanno nella pelle. Niente più inutili spese per i locali, per le scrivanie, per il telefono e le pulizie. Dovessero licenziare, sceglieranno per primi quelli che si ostinano ad andare in ufficio. Peraltro non so se il mio chef abiti qua vicino o all’altro capo del mondo. Che importa se è uno dei nostri o un baluba? È pure vero che in Siberia le paghe sono basse. Ma stando sempre in casa, e in vestaglia, quando proprio devi uscire a spalare la neve, si risparmiano fior di soldoni. Perché faticare per andare al bar, dal parrucchiere, a comperare un fiore, a mangiare una pizza? Il telelavoro, anzi: il casalavoro, rende del tutto inutile cotanto dispendio di tempo, di energie e di danaro".
"Dicono che qui nel mio villaggio hanno sprangato molte porte. Chiuso il bar, perché più nessuno ci andava. Chiusa la panetteria. Chiuso il tabaccaio, chiusa la farmacia, chiuso il giornalaio. Perché il pane, le sigarette, i medicamenti e i cruciverba li trovi al supermercato. Prima o poi arriverà qualcuno, magari un coreano, che affitterà un garage per aprirvi uno spaccio di patatine, di sushi e di videogiochi. Intanto, fate come me, amici europei! Al diavolo il vecchio ufficio. Cosa possiamo pretendere di più? Viva il lavoro in casa. Chi controlla se mi rimbocco le maniche o mangio i popcorn? Viva il telelavoro! Viva il genio che l’ha inventato, per la salute della gente. Evviva la Siberia…"
17.05.2020


Leggi in anteprima
le notizie del Caffè

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
04.06.2020
Swiss Mobility: opportunità di stage professionale in Svizzera per neodiplomati 2020
20.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, aprile 2020
15.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, aprile 2020
13.05.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 25 maggio 2020
12.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, primo trimestre 2020
12.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, aprile 2020
08.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Dati settimanali provvisori sui decessi, Ticino e Svizzera, stato al 5.5.2020
06.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, aprile 2020
06.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, aprile 2020
06.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale costruzioni, Ticino, aprile 2020
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Ripartenza a singhiozzo
e borse poco indicative
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nello scenario siriano
mani russe e iraniane
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Il braccio del Sultano
"allunga" il suo potere
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Nella tana degli affetti
per sentirci meno soli
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Per fermare i virus
aiutiamo l'ambiente
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi

IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Notte
di violenze
nelle città
statunitensi

La lenta
ripartenza
della cultura
europea

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00