Appunti di viaggio
Gli emigrati ticinesi
nel Perù dell'Ottocento
GIÒ REZZONICO


Preparando il mio viaggio in Perù (cfr. "il Caffè" del 21 giugno alle pagine 35 e 39 e l'edizione di oggi a pagina 31) ho incontrato i nomi di diversi ticinesi emigrati nella terra degli Inca. Se i nostri antenati a metà Ottocento furono infatti attratti dalla febbre dell'oro in Australia e in California, verso la fine dello stesso secolo la meta predominante divenne l'America del Sud. Alcuni di loro fecero fortuna e assunsero ruoli importanti nella società peruviana, ad esempio gli Scerpella di Medeglia, i Marcionelli di Bironico e i Trefogli di Torricella, tutti provenienti dalla Valle del Vedeggio. Tra loro emergono due storie interessanti: quelle dell'impresario costruttore Severino Marcionelli e dell'architetto Michele Trefogli.
A Severino Marcionelli (cfr. il "Giornale del Popolo" del 17 maggio 2013) venne assegnato l'incarico di costruire una tratta di ferrovia attraverso le Ande, che prevedeva anche l'edificazione di gallerie e ponti in una regione geologicamente difficile. "La laboriosa attività di avveduto imprenditore - annota Aurelio Scerpella nell'articolo sopra citato - portò Severino a diventare uno dei più eminenti rappresentanti dell'industria e della finanza in Perù". Marcionelli si distinse anche per la sua opera filantropica sia in Perù, dove finanziò un ospedale, una chiesa e delle scuole, sia al suo paese natale di Bironico, dove donò il giardino dell'infanzia e sussidiò la scuola. Nel 1930 fu nominato console onorario di Svizzera in Perù dalla Confederazione, a cui lasciò in eredità la sua lussuosa villa a Lima, oggi sede della nostra ambasciata.
L'architetto Michele Trefogli emigrò a Lima da Torricella nel 1860 e già due anni dopo il suo arrivo in Perù fu nominato architetto di Stato, in seguito architetto del Comune di Lima e pure della Charity Society. Ancora oggi si possono ammirare nella capitale peruviana diverse sue realizzazioni, come le antiche sedi della Banca del Perù e dell'ufficio postale e diverse case private progettate per le famiglie più blasonate di Lima, tra cui i Conti di Goyoneche. Ha lasciato la sua impronta curando anche importanti ristrutturazioni come quella del Palazzo del Governo, che sorge sulla piazza principale della capitale, del Collegio di San Carlo, dell'attuale sede della Universidad Naciónal Mayor de San Marcos e della Biblioteca Nazionale. Al suo Comune di origine donò i fondi per costruire la scuola materna. A Torricella, appena dietro la chiesa, su una collinetta vignata con vista sull'ampio fondovalle, trasformò la tenuta agricola dei suoi avi in un elegante edificio signorile che si può tuttora ammirare. Fu durante i suoi frequenti viaggi in patria che l'architetto maturò l'idea di dare un aspetto più rappresentativo alla casa in cui era cresciuto. I lavori iniziarono all'inizio del Novecento e proseguirono a tappe per alcuni anni. Il nucleo già esistente fu ampliato e l'organizzazione spaziale mutata. La creazione di un cortile panoramico, di una scalinata in pietra, di ampie finestre aperte verso la vallata e, soprattutto, di una torretta in stile liberty visibile da lontano, danno ancora oggi carattere e forza a quello che è stato definito "il castello Trefogli".
28.06.2015


LO STUDIO

Il settimanale "il Caffè",
giornale di qualità
IL DOSSIER


Il Cardiocentro
I servizi del Caffè
e i documenti ufficiali
IL GIALLO


L'infermiere
accusato di uccidere
i pazienti anziani
IL DOSSIER


Microplastiche
piaga dei laghi

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio

LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Quel Modi indiano
piace a Usa e Cina
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
I migranti in Libia
come arma di ricatto
Guido Olimpio
Guido Olimpio
La fuga dei miliardari
imbarazza gli Emirati
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Le serie streaming
escluse da Cannes
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Onda verde e giovane
delle nuove generazioni
Luca Mercalli
Luca Mercalli
"Senza una svolta
ci sarà un'estinzione"
GRANDANGOLO

Storia dell’infermiere
affascinato dalla morte
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
IL DOSSIER


Rimborsopoli
IL DOSSIER


La passerella
sul Verbano
L'INCHIESTA

Il caldo e le gelate
devastano i  campi
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

La scivolata di Fognini
tennista quaquaraquà
ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
15.07.2019
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, giugno 2019
12.07.2019
Consultabili online le temperature dei fiumi misurate in continuo presso le stazioni idrologiche cantonali e federali [www.ti.ch/oasi]
28.06.2019
Servizio militare: giornate informative 2019
27.06.2019
Notiziario statistico Ustat: Movimento naturale della popolazione, Ticino, 2018
26.06.2019
L'ufficio dei beni culturali segnala la pubblicazione di un nuovo sito tematico dedicato al Monetario cantonale [www.ti.ch/monetario]
25.06.2019
Aggiornato il catasto del potenziale solare degli edifici con i dati di tettosolare.ch consultabili nel portale dell'Osservatorio ambientale della Svizzera Italiana [www.ti.ch/oasi]
19.06.2019
Nuova veste grafica, contenuti e funzionalità per il sito della Divisione della formazione professionale
17.06.2019
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, maggio 2019
13.06.2019
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale, andamento e prospettive di evoluzione dell’economia ticinese, giugno 2019
12.06.2019
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'Ordine del Giorno della seduta del 24 giugno 2019.

I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Le incredibili
gare
dei bufali
in Thailandia

Silk Way
Rally 2019,
dalla Cina
con furore

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00