function iscriviti() {window.open("http://ads.caffe.ch/ppl/","_blank","width=620,"menubar=no","resizable=no","scrollbars=no")};
II commento
Immagini articolo
L'infestante retorica
che oscura l'eccellenza
LIBERO D'AGOSTINO


Nel cantone dell’iperbole, eccellenza e competenza sono parole di abuso corrente. Ormai non c’è attività che non si nobiliti con un centro di competenza, che non si elevi, poi, in un centro di eccellenza. Ossia "il più alto livello qualitativo raggiungibile" secondo il dizionario della lingua italiana Sabatini Coletti; "la superiorità assoluta, altissimo grado di perfezione" specifica il Garzanti. Invece, in Ticino si largheggia nell’eccellenza. Con un uso spesso doloso del termine per spacciare come tale ciò che in realtà non è.  
Si parla con insistenza, e poco senso delle proporzioni, di eccellenza per la sanità, pubblica e privata, per l’offerta turistica, la formazione, lo sport, la gastronomia, l’agro-alimentare e per tante altre cose che non vanno oltre la decorosa mediocrità. In alcuni di questi settori si registrano indubbiamente anche risultati di notevole qualità, ma nel loro insieme restano ben lontani dalla "superiorità assoluta". Così, come nella favola di Fedro "La rana e il bue", l’eccellenza si gonfia a tal punto da scoppiare nell’inverosimile.
Il rischio è di banalizzare, sottovalutandole, le vere eccellenze che il Paese può vantare e che dovrebbero essere maggiormente conosciute e valorizzate per guardare con più fiducia ad una prospettiva di crescita e sviluppo. Non è poca cosa che in un cantone di appena 353mila abitanti ci siano centri e istituti che si sono conquistati una fama mondiale proprio in quelle discipline che saranno i propulsori dell’economia e della società del 21esimo secolo.
A Bellinzona, ad esempio, tra l’ Istituto oncologico di ricerca e l’Istituto di ricerca in biomedicina si è consolidato un polo scientifico che impiega quasi duecento ricercatori di ogni Paese. A Manno è nato un parco high-tech: con l’Istituto Dalle Molle di studi sull’intelligenza artificiale dell’Usi - un punto di riferimento internazionale sulle nuove tecnologie, con applicazioni concrete che spaziano dall’industria alla sanità, dall’ambiente alla sicurezza, dalla finanza alla difesa-, col Business Solution Center di Ubs, un centinaio di ricercatori impegnati sull’intelligenza artificiale e nell’analisi dei big data, col Centro competenze Inno3 della Supsi per sostenere l’innovazione e l’imprenditorialità e il Centro svizzero di calcolo scientifico. Ci sono, inoltre, disseminate sul territorio aziende all’avanguardia e imprese che per numero di brevetti e patenti gareggiano con i giganti mondiali dell’industria.
È il Ticino aperto al mondo, che vive di scambi di esperienze e competenze, che ha resistito e resiste alla cultura dominante delle chiusure identitarie.  Ecco, le vere eccellenze che fanno sperare nel futuro del cantone, collocate per di più al centro di quell’asse dell’economia della conoscenza che si va sviluppando tra Zurigo e Milano.
È su questo tessuto di saperi e imprenditorialità, è grazie a questo circolo virtuoso tra ricerca, innovazione e produzione che il Paese è cresciuto in questi ultimi anni, ritagliandosi un suo spazio nel flusso del commercio internazionale. Una realtà, purtroppo, sconosciuta al grande pubblico, oscurata dall’infestante retorica di un’eccellenza da strapaese, buona solo per i tagli di nastri e qualche titolo nelle cronache regionali.

ldagostino@caffe.ch
19.05.2019


Leggi in anteprima
le notizie del Caffè

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
20.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, aprile 2020
15.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, aprile 2020
13.05.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 25 maggio 2020
12.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, primo trimestre 2020
12.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, aprile 2020
08.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Dati settimanali provvisori sui decessi, Ticino e Svizzera, stato al 5.5.2020
06.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, aprile 2020
06.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, aprile 2020
06.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale costruzioni, Ticino, aprile 2020
30.04.2020
Pubblicato il Rendiconto 2019 del Consiglio di Stato
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Ripartenza a singhiozzo
e borse poco indicative
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nello scenario siriano
mani russe e iraniane
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Il braccio del Sultano
"allunga" il suo potere
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Nella tana degli affetti
per sentirci meno soli
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Per fermare i virus
aiutiamo l'ambiente
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi

IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Notte
di violenze
nelle città
statunitensi

La lenta
ripartenza
della cultura
europea

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00