L'Associazione Mani per l'infanzia spiega il calo di arrivi
Immagini articolo
"L'iter per le adozioni
si complica sempre più"
PATRIZIA GUENZI


Etiopia, Burkina Faso, Haïti e Repubblica Dominicana. Sono i Paesi con cui collabora l’Associazione Mani per l’infanzia, attiva nell’adozione internazionale e nell’aiuto umanitario. Malgrado un bacino più ampio rispetto agli inizi dell’attività, le difficoltà in nove anni sono cresciute. "Abbiamo iniziato con l’Etiopia, e i primi tempi era davvero facile portare a termine un’adozione - spiega la presidente Orietta Lucchini -. Oggi invece i tempi si sono allungati e di molto. Capita di restare in attesa mesi e mesi, salvo poi venire a sapere che tutto si è interrotto, che la procedura è stata bloccata".
E allora bisogna ricominciare tutto da capo. O nello stesso Paese o in un altro. E soprattutto spiegare la situazione alla coppia che sta aspettando da tempo, il che non sempre è facile. "Per fortuna abbiamo ampliato la rosa di Paesi di riferimento disponibili - sottolinea Lucchini -. Nel Burkina Faso, ad esempio, abbiamo in corso cinque procedure e quattro ad Haïti. Ma è sempre più complicato. Inoltre, la legislazione di molti Paesi è cambiata e tendono ad assorbire al loro interno gli orfani. Che non sempre finiscono bene. In Etiopia, ad esempio, molti bambini vanno a servizio nelle case dei ricchi. Immaginabile la vita che andranno a fare. Eppure per le autorità anche questa è un’adozione".
19.03.2017


IL DOSSIER


I fatti e le opinioni
sulle vicende S.Anna
IL DOSSIER

Economia
in ostaggio
di "Prima i nostri"
GRANDANGOLO

Se l'assistenza
è a lungo termine
L'INCHIESTA

Un "aiuto domiciliare"
diventato carissimo
L'IMMAGINE

Una settimana
un’immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

Lei un invalida?
Ma è sui social!
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
I "Paradise Papers",
un furto di ricchezza
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nella base americana
"Pronti, qui in Corea"
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Propaganda e verità
sono sempre in guerra
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Premiata a Locarno
la parodia del cinema
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Il secessionismo
scuote l'Europa
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Il colore "pervinca"
emblema di artificio
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Resta solamente
una sottile speranza
LE INTERVISTE

I protagonisti
della cronaca

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
24.11.2017
Caccia tardo autunnale: evoluzione delle catture al 24.11.2017 [www.ti.ch/caccia]
16.11.2017
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, ottobre 2017
15.11.2017
Istituto della formazione continua - Pubblicato il nuovo programma gennaio-giugno 2018 dei corsi base per formatori di apprendisti
15.11.2017
Comunicazione di prassi cantonale concernente le deduzioni di spese professionali particolari degli espatriati domiciliati nel Canton Ticino
08.11.2017
Il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto è revocato a partire da mercoledì 8 novembre 2017 alle ore 10.00. Si ricorda che restano in vigore le prescrizioni generali definite dal Regolamento di applicazione dell'Ordinanza contro l'inquinamento atmosferico (ROIAT)
07.11.2017
I dati del censimento annuale dei rifiuti sono ora consultabili in modo interattivo anche sul portale dell'Osservatorio Ambientale della Svizzera Italiana [www.ti.ch/oasi]
30.10.2017
Pubblicato nuovo formulario per la compilazione elettronica della dichiarazione dei redditi 2017 dei Patriziati, con la funzione di somma automatica
24.10.2017
Aggiornato il sito tematico del Parco del Piano di Magadino [www.ti.ch/ppdm]
19.10.2017
Pubblicati i dati del traffico sulla rete stradale in Ticino nel 2016 [www.ti.ch/conteggi]
19.10.2017
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, settembre 2017

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio




I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Parigi:
Hariri annuncia
il ritorno
a Beirut

Zimbabwe:
corteo
contro
Mugabe