Il confronto fra tutte le produzioni della Ssr
La fiction a Zurigo
più cara che a Comano
EZIO ROCCHI BALBI


Se fare la tv costa, fare informazione e cultura costa molto di più. Alla voce "programmi e produzione", infatti, sia Rsi che Rts e Sfr registrano i costi più alti proprio nelle trasmissioni di informazione, cultura e documentaristica. Se Comano, per le sue tre edizioni del Tg spende 11,5 milioni all’anno, la Rts ne spende quasi il triplo (29) per le due edizioni quotidiane di "Le12h45" e "Le19h30", mentre il "Tagesschau"Srf ne costa 22. Anche i magazine di informazione non scherzano; ogni puntata di Falò costa mediamente 143mila franchi, due in meno  di "Temps present" Rts. Anche stare dalla parte dei consumatori ha il suo prezzo visto che ogni puntata di "Patti chiari" costa 112mila franchi, "A bonne entendeur" 105mila e "Kassensturz" 104mila.
Sul fronte dei talk show il primato annuale spetta al direttore Rsi Maurizio Canetta, che per il suo "senza filtri" coi telespettatori si è visto presentare un conto (una tantum) di 105mila franchi. Il genere televisivo, però, in media costa molto meno: "60 minuti"  16mila franchi, "Infrarouge" di Rts 40mila e "Eko Talk" di Reto Lipp 29mila anche se dura metà del tempo tradizionale, mezz’ora. Per quanto riguarda la Meteo Comano è l’unica a indicare il prezzo delle previsioni quotidiane: 2mila franchi.
Onerosa, come detto, la sezione documentaristica, che pure è un fiore all’occhiello della Ssr. Ogni puntata di "Cine Tell" costa 123mila franchi; più del doppio di "Le Doc Feuilleton" Rts, ma in linea con i 110mila di "Dok Seroen" Srf. Il banco piange, infine, quando si tratta di produrre, girare e trasmettere serie di telefim made in Swiss. La fiction ticinese "Ann de guera", ad esempio, è costata 61’200 franchi a puntata, ma sono spiccioli rispetto alla serie francofona "Anomalia" che ha speso mezzo milione a puntata, per tacere di "Der Bestatter" Srf che ne ha richiesti 705mila.
Visto che si parla di costi, quindi, è abbastanza difficile solidarizzare con quanti, a gran voce, lamentano la diffusione di fiction straniere, soprattutto a stelle e strisce. Da "Grey’s Anatomy" a "Csi", a "Fargo", le serie cult hanno un costo medio per episodio che oscilla dai 3mila franchi per la Rsi, ai 6mila Rts, mentre Srf va da un minimo di 3mila ad un massimo di 14mila. Analogo discorso meritano i film, che - soprattutto quando si tratta di prime visioni, spesso in anticipo rispetto alle più blasonate tv in chiaro - hanno un rapporto qualità/costo/audience insuperabile. Vero che certi titoli possono sfiorare le sei cifre, ma fatta la media sulla programmazione annuale di Rsi e delle consorelle Ssr il risultato non cambia: ogni lungometraggio costa mediamente 14mila franchi. Come sette previsioni meteo.
e.r.b.
11.06.2017


IL DOSSIER

Economia
in ostaggio
di "Prima i nostri"
GRANDANGOLO

Inopportunità politiche
della Citta dei mestieri
L'INCHIESTA

Spie nei bancomat
truffano i turisti
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

Continua la lotta
per liberare i nani
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Le guerre danneggiano
la nostra economia
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Mosaici di guerra
dalla postazione Judy
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Lampi di guerra
e fulmini su Trump
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Orchi e melodrammi
non scaldano Cennes
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
La razza è un concetto
inventato della politica
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
L'amore d'antan
nel "Regality show"
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Resta solamente
una sottile speranza
LE INTERVISTE

I protagonisti
della cronaca

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
22.06.2018
L'Ufficio di vigilanza sulle commesse pubbliche ha pubblicato la lista delle commesse del Cantone aggiudicate a invito o incarico diretto con importi superiori a fr. 5000.– [www.ti.ch/commesse]
22.06.2018
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale: andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, giugno 2018
15.06.2018
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, primo trimestre 2018
15.06.2018
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, maggio 2018
08.06.2018
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, primo trimestre 2018
06.06.2018
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'Ordine del Giorno della seduta del 18 giugno 2018.
06.06.2018
Notiziario statistico Ustat: Le transazioni immobiliari in Ticino nel primo trimestre 2018
01.06.2018
In occasione della "Settimana europea per lo sviluppo sostenibile", in programma dal 30 maggio al 5 giugno 2018, il Dipartimento del territorio (DT) ha aggiornato le pagine del proprio sito tematico, mettendo in evidenza attività e progetti promossi in collaborazione con i numerosi partner [www.ti.ch/sviluppo-sostenibile]
30.05.2018
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, aprile e primo trimestre 2018
29.05.2018
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, aprile e primo trimestre 2018

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Atene:
manifestazione
contro l'intesa
sulla Macedonia

Valencia
pronta
a ricevere
l'Aquarius