L'assemblea generale della Corsi approva i conti Rsi
Immagini articolo
Un netto no all'iniziativa
contro il canone
LIBERO D'AGOSTINO


Confermando di considerare un servizio pubblico forte essenziale per il funzionamento della democrazia e per le identità regionali, l’assemblea generale della Corsi, la cooperativa che gestisce la Rsi, è scesa in campo ieri, sabato,   approvando un’opposizione attiva e decisa all’iniziativa No-Billag.  All’unanimità ha inoltre approvato sia il Rapporto d’attività 2016, sia i relativi conti della società dove, tra tagli e risparmi da mesi va in onda la paura. Esercizio non facile per Ssr quello di ridurre i costi senza intaccare la qualità dell’offerta.  A Comano, come altrove, si è cercato di risparmiare soprattutto sul personale, contenendo il più possibile le spese del palinsesto. Ma ora il pericolo maggiore è l’iniziativa popolare per abolire il canone  radiotelevisivo, che priverebbe la Ssr e le sue sedi regionali di entrate indispensabili. Troppo caro un canone annuo di 462 franchi sostengono gli iniziativisti, che non tutti vogliono o possono pagare; la Ssr deve essere capace di finanziarsi da sola sul mercato.  Dal fronte opposto si replica che il canone è fondamentale per salvaguardare la libertà d’opinione,  un’informazione oggettiva e la stessa visibilità alle diverse regioni linguistiche.  Per tacere delle migliaia di posti di lavoro in gioco.  Molto probabilmente si andrà al voto nell’estate del 2018, ma la battaglia è gia iniziata.
11.06.2017


IL DOSSIER

Economia
in ostaggio
di "Prima i nostri"
GRANDANGOLO

Inopportunità politiche
della Citta dei mestieri
L'INCHIESTA

Spie nei bancomat
truffano i turisti
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

Continua la lotta
per liberare i nani
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Le guerre danneggiano
la nostra economia
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Mosaici di guerra
dalla postazione Judy
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Lampi di guerra
e fulmini su Trump
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
La razza è un concetto
inventato della politica
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Orchi e melodrammi
non scaldano Cennes
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
L'amore d'antan
nel "Regality show"
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Resta solamente
una sottile speranza
LE INTERVISTE

I protagonisti
della cronaca

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
22.06.2018
L'Ufficio di vigilanza sulle commesse pubbliche ha pubblicato la lista delle commesse del Cantone aggiudicate a invito o incarico diretto con importi superiori a fr. 5000.– [www.ti.ch/commesse]
22.06.2018
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale: andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, giugno 2018
15.06.2018
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, primo trimestre 2018
15.06.2018
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, maggio 2018
08.06.2018
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, primo trimestre 2018
06.06.2018
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'Ordine del Giorno della seduta del 18 giugno 2018.
06.06.2018
Notiziario statistico Ustat: Le transazioni immobiliari in Ticino nel primo trimestre 2018
01.06.2018
In occasione della "Settimana europea per lo sviluppo sostenibile", in programma dal 30 maggio al 5 giugno 2018, il Dipartimento del territorio (DT) ha aggiornato le pagine del proprio sito tematico, mettendo in evidenza attività e progetti promossi in collaborazione con i numerosi partner [www.ti.ch/sviluppo-sostenibile]
30.05.2018
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, aprile e primo trimestre 2018
29.05.2018
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, aprile e primo trimestre 2018

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Atene:
manifestazione
contro l'intesa
sulla Macedonia

Valencia
pronta
a ricevere
l'Aquarius