I verbali integrali dello scandalo migranti, Renato Scheurer
Immagini articolo
'Io e il capodivisione
consapevoli dell'errore'


Renato Scheurer, capo dell’Ufficio del sostegno sociale e dell’inserimento. Dalla Sottocommisione parlamentare è stato interrogato il 23 maggio. Ecco gli stralci salienti della sua audizione, ritrattata in parte nei giorni scorsi. Qui sotto le domande poste a Scheurer dal plrt Farinelli, coordinatore della Sottocommissione sul caso Argo1, dall’udc Pinoja, dal leghista Caverzasio e dall’indipendente Denti.

FARINELLI Chi ha deciso di curare anche gli aspetti finanziari (ndr, della gestione) dei centri per migranti? Lei o il capo Divisione?
"Abbiamo avuto sempre un occhio di riguardo anche per i costi, perchè ci rendevamo conto che passare da una gestione di 13, 14 ore durante la notte a un sistema 24 ore su 24 i costi sarebbero sicuramente esplosi. Questo era un problema".
PINOJA Tenevate al corrente Beltraminelli?
"Sì".
PINOJA Era al corrente sin dall’inizio?
"Delle problematiche, sì (…)".
FARINELLI Al momento del cambio delle ditte di sicurezza, il direttore era stato fatto partecipe delle intenzioni?
"Sì, perché Marco Sansonetti (il titolare della Argo1, ndr), venuto nel mio ufficio il 23 dicembre 2013 mi aveva verbalmente anticipato che la tariffa Argo era di 35 franchi. Quella di Rainbow era 48, la riduzione a 43 non era stata accettata".
FARINELLI Chi ha verificato che Sansonetti era una persona valida?
"Io, che abito a Giornico; tutte le mattine mi fermavo alla Madonna di Re (…). Arrivavo verso le 7, verificavo i rapporti, controllavo (…). Quando Sansonetti si presentò nel mio ufficio, conoscendo la situazione di Rainbow (ndr, Sansonetti sino a qualche mese prima lavorava come agente alla Rainbow), portò un’offerta molto articolata".
PINOJA Avete guardato i dossier delle altre ditte che si sono fatte avanti?
FARINELLI Quali tariffe avevano le altre ditte?
"Nessuna ha portato offerte concrete".
CAVERZASIO Perché è stato firmato il contratto a settembre, retroattivo a luglio? Avevate l’offerta di Sansonetti da dicembre 2013.
"Sì, è stata rinnovata il 24 luglio".
CAVERZASIO Ritiene che vi sia stata l’urgenza, nonostante l’offerta fosse stata da sette mesi sul tavolo?
"Sì, perché la prima offerta era spontanea, così come altre. Allora, stavamo lavorando con la Rainbow, con cui si è proseguito cercando di migliorare la sua prestazione".
FARINELLI Chi ha preparato il contratto?
"Il capo Divisione e io".
FARINELLI Perché sono passati tre mesi dall’inizio del rapporto di lavoro alla sottoscrizione del contratto?
"Non sono passati tre mesi, perché il rapporto è iniziato il 27 o il 28 luglio 2014 (…)".
CAVERZASIO È sbagliato pensare che il contratto prevedeva otto dipendenti ed è stato fatto a distanza di quasi tre mesi, perché inizialmente la Argo 1 non aveva otto dipendenti?
"No, pensavamo di avere otto dipendenti, perché avevamo tre turni da due agenti, più due agenti di riserva (…)".
CAVERZASIO Nel contratto, si parla di almeno otto persone per struttura, i cui nominativi sono riportati in un allegato al contratto. Il 29 luglio, non c’erano otto persone.
"Allegato che non avete".
CAVERZASIO No, c’è. Al 29 luglio non c’erano otto persone.
"C’erano otto persone".
CAVERZASIO Allora dice il falso il Controllo cantonale delle finanze.
"Non so".
(…)
PINOJA Il tutto (ndr, con Argo) è iniziato con l’urgenza, ma in seguito questa non era più tale. Non si è mai pensato di fare una risoluzione, retroattivamente. È una mancanza importante.
"È stato un errore".
PINOJA (…) Non c’è mai stato, da parte della Sezione finanze, un richiamo?
"(…) No".
PINOJA Vi aspettavate un richiamo da parte della Sezione finanze?
FARINELLI Ma se una persona si aspetta un richiamo, significa che si rende conto di sbagliare.
PINOJA Di fatto Scheurer ha ammesso di aver sbagliato.
"Di aver sbagliato, ma col senno di poi".
DURISCH Vi siete accorti ad un certo momento che mancava una risoluzione?
"Sì" (ndr, è questa parte dell’audizione relativa alla sua consapevolezza dell’errore che nei giorni scorsi Scheurer ha ritrattato. Difficile capire però come sia possibile che dinanzi a precise domande Scheurer abbia più volte frainteso).
FARINELLI Quando?
"(…) Nel 2015 (…)".
FARINELLI In quel momento, vi accorgete che state sbagliando. Scrivete qualche nota?
"No".
FARINELLI Chi se ne accorge? Lei?
"Io e Blotti ne eravamo consapevoli".
FARINELLI Vi accorgete che manca qualcosa formalmente. Il direttore del Dipartimento è stato informato di ciò?
"Da parte mia, no. Da parte di Claudio Blotti, non so".
FARINELLI Come mai si è ritenuto di non fare niente?
"Si è ritenuto che si sarebbe dovuto fare, ma non si è fatto (…)".
CAVERZASIO Era il 2015, giusto?
"Il 2015 (…)".
CAVERZASIO A causa dell’urgenza avete pensato che una risoluzione governativa non fosse così importante?
"Non abbiamo pensato questo. Non è stato fatto probabilmente perchè a livello operativo la cosa stava funzionando (...). Molto francamente Claudio Blotti e io abbiamo fatto in modo che la baracca girasse. Eravamo consapevoli che dal punto di vista formale, burocratico, amministrativo eravamo in fallo e che avremmo dovuto mettere a posto la questione, ma forse non l’abbiamo vista o classificata come priorità 1, proprio perché la cosa funzionava. E va rilevato che  con i richiedenti l’asilo tutti i giorni ce n’è una".
FARINELLI Non hai mai pensato che fosse un rischio fare qualcosa al di fuori delle procedure?
"Mi verrebbe da dire, anche se magari mi sbaglio, che prioritariamente c’era il compito di fare qualcosa che funzionasse. È un po’ come guidare la macchina. Uno guida bene ma sa benissimo che c’è una legge che dice cosa bisognare fare, quali sono i limiti, eccetera. Ci sembrava di non essere piloti fuori norma, ma di far bene il nostro lavoro".
DENTI Non penso che un funzionario possa decidere un budget di 3 milioni senza l’avallo di qualcuno...
"I richiedenti l’asilo costano 25 milioni all’anno. Per come la vicenda è stata presentata anche io avrei ritenuto che tre milioni e mezzo sono tanti (…)".
25.06.2017


IL DOSSIER


I fatti e le opinioni
sulle vicende S.Anna
IL DOSSIER

Economia
in ostaggio
di "Prima i nostri"
GRANDANGOLO

Ecco le cinque ricette
per salvare l'aeroporto
L'INCHIESTA

Quei crimini di guerra
"congelati" da Berna
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

Salvacondotto Ue
per La Valletta
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Millennial al potere
ma non "correct"
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nella base americana
"Pronti, qui in Corea"
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Propaganda e verità
sono sempre in guerra
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Quelle vie d'uscita
per Gerusalemme
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Premiata a Locarno
la parodia del cinema
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
La pizza nasce local
ma è diventata global
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Resta solamente
una sottile speranza
LE INTERVISTE

I protagonisti
della cronaca

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
12.12.2017
Notiziario statistico Ustat: Le transazioni immobiliari in Ticino nel terzo trimestre 2017
11.12.2017
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, ottobre e terzo trimestre 2017
07.12.2017
Pubblicati orari e tariffe dei trasporti pubblici, validi dal 10 dicembre 2017 [www.ti.ch/trasporti]
04.12.2017
Militare: Visite di reclutamento 2018
04.12.2017
Caccia tardo autunnale: evoluzione delle catture al 04.12.2017 [www.ti.ch/caccia]
01.12.2017
Pubblicato il Rapporto al Gran Consiglio sull'aggiornamento delle Linee direttive 2015-2019
30.11.2017
Consegna degli attestati 2017 alle nuove Guardie della natura [www.ti.ch/natura]
29.11.2017
I Servizi del Gran Consiglio hanno provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria dell'11 dicembre prossimo
28.11.2017
Concorsi scolastici: sono aperti i concorsi per la nomina e l’incarico di docenti e operatori per l’anno scolastico 2018/2019
16.11.2017
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, ottobre 2017

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio




I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Al-Abadi
dichiara la fine
della guerra
all'Isis in Iraq

I 300 giorni
di carcere
del giornalista
Deniz Yucel