function iscriviti() {window.open("http://ads.caffe.ch/ppl/","_blank","width=620,"menubar=no","resizable=no","scrollbars=no")};




Ecco le nuove versioni del gioco da tavolo più longevo
Immagini articolo
Il Monopoly si fa in due
da lento a velocissimo
PATRIZIA GUENZI


Il gioco più lungo di tutti i tempi". Questo il sottotitolo del nuovo Monopoly, Longest Game Ever, appunto. Il gioco da tavolo più popolare al mondo non ha neanche fatto in tempo a trasformare una delle caratteristiche più contestate, la lunghezza delle partite, in un cavallo di battaglia che ha già annunciato Monopoly Speed che va esattamente nella direzione opposta. Con il primo ci si arricchisce lentamente, mettendo in campo abilità e strategia; il secondo promette di regalare sfide di brevissima durata nel mondo degli affari, addirittura inferiori ai 10 minuti e punta su mosse scaltre e ardite. Ancora una volta Monopoly non si smentisce. È il gioco da tavolo più longevo proprio perché capace di evolversi, attento ai continui mutamenti della società. Numerosi i temi e le versioni, Star Wars, Game of Thrones, Zurich tanto per citarne alcune (a cui una recentissima bilingue, Bienne/Biel), moltiplicate per le 47 lingue nelle quali è stato tradotto. Mantenendosi così ben saldo sul podio dei giochi da tavolo più apprezzati, assieme ad altri che malgrado l’innarrestabile avanzata della tecnologia tengono bene (vedi riquadro).
Per quanto riguarda la versione "lunga", il tabellone è composto da due anelli concentrici con ben 66 proprietà in totale. A complicare ancora di più le cose, il nuovo obiettivo per la vittoria: non basterà essere l’unico giocatore rimasto in piedi, sarà necessario acquisire tutte le proprietà e avere un monopolio effettivo: 16 strade, 4 ferrovie, 2 servizi pubblici. Non solo. Non è più prevista la bancarotta. Perciò, se pensate di alzarvi dal tavolo e andarvene perché siete a corto di soldi scordatevelo. Il regolamento dice chiaramente che a questo punto dovete strappare a metà le vostre banconote. Come per magia, queste raddoppieranno e sarete di nuovo ricchi. C’è un’ulteriore difficoltà. Contrariamente alla versione classica, il Longest Game Ever prevede l’uso di un unico dado. Gli spostamenti saranno estremamente ridotti, tenuto conto del fatto che non ci sarà neanche la possibilità di ritirare in caso di risultato doppio. A contendersi il tabellone fino a 4 giocatori che dovranno competere in quello che sembra più un test di resistenza che uno scontro tra capitalisti senza scrupoli.
Non è ancora chiara la durata effettiva di una partita, verosimile è pensare che il gioco potrà protrarsi per ore e ore visto che una partita a quello classico può durarne anche tre. A fare una netta differenza, se ancora non l’avete capito, è che il gioco non terminerà nel momento in cui uno dei concorrenti finirà in bancarotta, ma quando ce ne sarà uno che arriverà a possedere tutte le singole proprietà del piano di gioco. Una regola, hanno già osservato gli appassionati, che aggiunge un tocco di sadismo in più al gioco.
Infine, velocemente (non potrebbe essere altrimenti), due parole sulla versione Speed: solo 9 caselle per lato anziché le classiche 10; al posto del "parcheggio gratuito" un secondo via, che permette di raccogliere introiti doppi ad ogni giro del tabellone. Un dado associato ad ogni pedina azzera i tempi morti in cui bisogna passarlo. Un timer detterà quando muoversi sul tabellone e quando provare a fare proposte commerciali, senza alcuna pausa nel mezzo. Un gioco estremamente frenetico che costringe i giocatori a riflettere in tempi ridottissimi. Tutto il contrario del Longest Game Ever i cui tempi sono (forse) dilatati all’infinito.
pguenzi@caffe.ch
08.12.2019


Articoli Correlati
Leggi in anteprima
le notizie del Caffè

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
27.07.2020
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, secondo trimestre 2020
23.07.2020
Attivato il sito dell’Ufficio del controlling e degli studi universitari
13.07.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, giugno 2020
06.07.2020
Notiziario statistico Ustat: Movimento naturale della popolazione, Ticino, 2019
17.06.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, maggio 2020
17.06.2020
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale, andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, giugno 2020
12.06.2020
Notiziario statistico Ustat: Le transazioni immobiliari in Ticino nel primo trimestre 2020
10.06.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 22 giugno 2020
04.06.2020
Swiss Mobility: opportunità di stage professionale in Svizzera per neodiplomati 2020
20.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, aprile 2020
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Fra Trump e Biden
sfida rivolta al passato
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nello scenario siriano
mani russe e iraniane
Guido Olimpio
Guido Olimpio
I morti viventi dell'Isis
scompaiono e riappaiono
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Nella tana degli affetti
per sentirci meno soli
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Per fermare i virus
aiutiamo l'ambiente
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi

IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Belgio: 64 anni fa
la strage
nella miniera
di Marcinelle

Covid-19:
quarantena
"spagnola"
in Svizzera

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00