Moda
Immagini articolo
Il ritorno del trench
per le mezze stagioni
LINDA D'ADDIO


È sicuramente la scelta giusta per chi ha voglia di comprarsi qualcosa di nuovo, ma anche per chi è stanco del cappotto e del giaccone pesante e almeno nelle giornate meno rigide si vuole "alleggerire". È il trench, l’it-coat da indossare quando le temperature iniziano a salire e quando le giornate si allungano. D’altronde chi meglio dell’intramontabile impermeabile inglese con la fodera tartan, può incarnare il gusto british chic? Quel gusto che, per assurdo, ci fa amare anche le giornate più piovose. Il suo fascino irresistibile, pari a quello che lo ha reso immortale indossato da Humphrey Bogart nel film Casablanca, rimane immutato.
È la "divisa" must dei detective della tv, di quelli "giusti" però, che indagano lasciandoci col fiato sospeso. Nella sua variante per eccellenza, il beige, dilaga nelle proposte della prossima primavera, destreggiandosi fra nuove silhouette e materiali techno.
Le eccezioni che confermano la regola lo propongono in versione smanicata, a sostituire il più classico degli abiti, nel colore più caldo, coloniale, in un’insolita allacciatura con fibbia laterale colorata, in tessuto finestrato, con collo alla coreana, in un nuovo modello a cappa, con orlo asimmetrico. Certo, bisognerà attendere giornate più tiepide, per sfoggiarlo.  
Se non ci fosse dovremmo inventarlo, perché nessuno meglio del trench può mettere ordine nel guardaroba dei mesi che precedono le stagioni "vere", estate e inverno. È la soluzione perfetta quando si smettono i piumini e gli imbottiti, il peso ideale che consente di coprirsi a strati.
Non a caso l’originale fu creato da Burberry 150 anni fa per proteggere l’esercito di Sua Maestà dal clima d’Oltremanica. Segni distintivi: il tessuto gabardine, leggero ma protettivo, l’allacciatura doppiopetto, gli anelli in ottone a forma di "D" e le mostrine sulle spalle. E proprio sulle passerelle di Burberry, lo stilista della griffe Christopher Bailey lo ha rilanciato nella sua veste più tradizionale: lunghezza al polpaccio e taglio oversize.
Sempre di moda il modello Heritage viene proposto anche in versione corta o slim fit e rimane il preferito delle it-girl e delle attrici più famose di Hollywood, che non hanno esitato ad indossarlo anche in occasioni ufficiali, vedi alla voce Keira Knightley solo per citarne una.
22.01.2017


IL DOSSIER


I fatti e le opinioni
sulle vicende S.Anna
IL DOSSIER

Economia
in ostaggio
di "Prima i nostri"
LA SOLIDARIETÀ


La generosità dei ticinesi
per i pastori delle steppe
L'INCHIESTA


Interrogativi sulle eredità
degli anziani maltrattati
L'INCHIESTA


Meno sesso
a pagamento


POPULISMO
VS POPULISMO
È finito lo scontro
fra destra e sinistra
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Il mercato milionario
che finanzia la Jihād
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Dopo la presa di Mosul
tornerà la guerriglia
Guido Olimpio
Guido Olimpio
I cyber guerrieri
alla guerra di Putin
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Il nuovo mondo
secondo Trump
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Premiata a Locarno
la parodia del cinema
Sandro Cattacin
Sandro Cattacin
Gli attributi razzisti
della cronaca nera
Ritanna Armeni
Ritanna Armeni
A Renzi non si perdona
la "rottamazione"
Paolo Bernasconi
Paolo Bernasconi
Non si sfugge
alle nuove regole
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Libere di essere
mamme e lavoratrici
Alessandra Comazzi
Alessandra Comazzi
I manicaretti in tv
rischiano il flop
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Il trionfo dei cibi
prêt-à-manger
Marino Niola
Marino Niola
Lo straniero riassume
tutte le nostre paure
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Soltanto la prevenzione
potrà metterci al sicuro
Filippo Facci
Filippo Facci
È un voto politico
che paralizza il Paese
Roberto Alajmo
Roberto Alajmo
La Grande Migrazione
non si fermerà da sola
Roberto Nepoti
Roberto Nepoti
Per un Festival à la page
un'inedita sezione 2.0
Antonio Sciortino
Antonio Sciortino
Le Famiglie vere
eroine nella crisi
Roberto Vacca
Roberto Vacca
La caduta libera
del mito della sicurezza
Andrea Vitali
Andrea Vitali
Zimmer frei

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio

LE INTERVISTE

I protagonisti
della cronaca



ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
17.02.2017
Concorso per la nomina di vicedirettori/vicedirettrici delle scuole medie superiori
17.02.2017
Il Cantone Ticino dispone di un rating ufficiale pubblico Aa2 outlook stabile, assegnato dall’agenzia Moody’s Public Sector Europe.
15.02.2017
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, gennaio 2017
10.02.2017
Rapporto d'attività 2016 della Sezione del lavoro
09.02.2017
Sono aperte le iscrizioni ai corsi maturità professionale MP2
07.02.2017
Concorso per funzioni di direzione e di vicedirezione delle scuole professionali secondarie e superiori per il periodo 2017/2021
02.02.2017
Il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto è revocato a partire da giovedì 2 febbraio 2017 alle ore 20:00. Si ricorda che restano in vigore le prescrizioni generali definite dal Regolamento di applicazione dell'Ordinanza contro l'inquinamento atmosferico (ROIAT)
02.02.2017
I Servizi del Gran Consiglio hanno provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria del 14 febbraio prossimo
18.01.2017
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, dicembre 2016
12.01.2017
Newsletter DFP Ticinoinformazione - edizione dicembre 2016
DOMANDE E RISPOSTE

Leggi »

La pubblicità
Per chi vuole
comunicare
con il Caffè
App
"Il Caffè+"
per iPad e iPhone
Scarica »
App
"Il Caffè+"
per Android
Scarica »









Rezzonico
Editore
Tessiner Zeitung
Vai al sito »
Gruppo
Ringier





I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

“Muro umano”
in Messico
per protestare
contro Trump

Luci ai semafori
per salvare
chi usa troppo
gli smartphone

RINGIER

Dufourstrasse 23
8008 Zurigo
Svizzera

info@ringier.com
+41 (0)44 259 61 11

Abo-Service:
0848 880 850

www.ringier.ch