Lo scontro fra riformisti e radicali dilania i progressisti
Immagini articolo
La crisi della sinistra
da Londra a Parigi


Tre Paesi, tre sfide, tre sinistre diverse. In Germania, Francia e Gran Bretagna il fronte progressista fa i conti con le sue ambizioni, i suoi fantasmi ma anche con le sue miserie e quell’antico vizietto di rompere il giocattolo nei momenti cruciali. E così mentre in Germania affiorano le prime critiche a Martin Schultz, che pure è l’unico a poter impensierire seriamente Angela Merkel, e in Francia ormai la sinistra andrà alle elezioni presidenziali in primavera spaccata a metà, in Inghilterra Jeremy Corbyn sta cercando disperatamente di rilanciare i laburisti e se stesso. Ma la crisi della sinistra ha anche il volto dell’Italia e di Matteo Renzi, il leader del Partito democratico che è partito con lo slogan della "rottamazione" ma è finito per dover fare i conti con quella vecchia guardia dell’ex partito comunista che in Italia ha sempre contato. E parecchio. Con la conseguenza che oggi proprio vecchi leader come Pier Luigi Bersani e Massimo D’Alema, dopo averla minacciata per lungo tempo, ora hanno deciso che faranno la scissione. Cioè andranno via e costituiranno un nuovo, l’ennesimo, partito della sinistra, dove cercheranno di far confluire l’area radicale della sinistra che si è dispersa in mille rivoli, da Comunisti italiani a Sinistra, ecologia e libertà, sino a movimenti legati al territorio come quello "arancione" del sindaco Luigi De Magistris a Napoli. Una frammentazione, quella italiana, che rispecchia per certi versi quella europea. Anche se molti osservatori credono che una eventuale vittoria di Martin Schultz in Germania potrebbe ricompattare le truppe della sinistra europea. Resta però quella voglia di dividersi sempre, di ribadire le differenze di posizione, di non arrivare mai a sintesi o a un compromesso che salvi le coalizioni. Come sta accadendo a Londra dove Jeremy Corbyn sta provandole tutte pur di restare alla guida del Labour e non pagare il prezzo politico della sua indecisione sulla  Brexit. In Francia, il tentativo di una grande unione fra i socialisti di Benoît Hamon e il radicale Jean-Luc Mélenchon.
26.02.2017


IL DOSSIER

Economia
in ostaggio
di "Prima i nostri"
GRANDANGOLO

"Troppi negozi chiusi,
ogni mese 5 in meno"
L'INCHIESTA

La "bolla integralista"
cresce nelle carceri
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

Sparate leghiste
da ignorare sempre
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Una politica assente
per il business migranti
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Mosaici di guerra
dalla postazione Judy
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Lampi di guerra
e fulmini su Trump
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
La razza è un concetto
inventato della politica
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Orchi e melodrammi
non scaldano Cennes
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
L'amore d'antan
nel "Regality show"
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Resta solamente
una sottile speranza
LE INTERVISTE

I protagonisti
della cronaca

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
22.06.2018
L'Ufficio di vigilanza sulle commesse pubbliche ha pubblicato la lista delle commesse del Cantone aggiudicate a invito o incarico diretto con importi superiori a fr. 5000.– [www.ti.ch/commesse]
22.06.2018
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale: andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, giugno 2018
15.06.2018
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, primo trimestre 2018
15.06.2018
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, maggio 2018
08.06.2018
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, primo trimestre 2018
06.06.2018
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'Ordine del Giorno della seduta del 18 giugno 2018.
06.06.2018
Notiziario statistico Ustat: Le transazioni immobiliari in Ticino nel primo trimestre 2018
01.06.2018
In occasione della "Settimana europea per lo sviluppo sostenibile", in programma dal 30 maggio al 5 giugno 2018, il Dipartimento del territorio (DT) ha aggiornato le pagine del proprio sito tematico, mettendo in evidenza attività e progetti promossi in collaborazione con i numerosi partner [www.ti.ch/sviluppo-sostenibile]
30.05.2018
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, aprile e primo trimestre 2018
29.05.2018
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, aprile e primo trimestre 2018

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Macron
ipoteca
il mini vertice
europeo

Bosnia-Erzegovina:
la rotta dei migranti
al confine
con la Croazia