Coltelli viola e borse piene di sabbia sul tir del commando
Immagini articolo
I misteri dell'attacco
al "London Bridge"


Coltelli viola e borse piene di sabbia, sedie e una valigia sono alcuni dei misteri dell’ultimo attacco al London Bridge, compiuto da tre terroristi sabato 3 giugno. Gli investigatori britannici sono rimasti basiti davanti ai tre coltelli da cucina usati dagli attentatori per sgozzare i cittadini: la lama è di ceramica, lunga trenta centimetri e di color fucsia-viola; l’impugnatura modificata per poter essere attaccata al polso con un laccio. Di marca Ernesto, secondo alcuni media, i coltelli sarebbero stati in vendita al supermercato sotto casa dei terroristi per 3,99 sterline. Ai poliziotti che li avevano raccolti vicino ai cadaveri dei tre attentatori, su un marciapiede del Borough Market sporco del sangue delle vittime e dei carnefici, erano sembrati normali coltelli da cucina. Invece, erano l’inizio di un enigma. Nell’attentato sono state uccise tre persone sul ponte di Londra, pugnalate a morte altre cinque nel Borough Market e 60 sono stati i feriti.
Intanto, altre due persone sono state arrestate ieri, sabato, in blitz compiuti dalla polizia nell’est di Londra: un 27enne prelevato da un’abitazione a Ilford e un 28enne a Barking. Entrambi sono sospettati di atti terrorismo. Sale così a 7 il numero delle persone in carcere.
Oltre che sulle lame viola, gli inquirenti si stanno interrogando sul camion utilizzato per l’attentato, dove sono stati trovati anche dei borsoni pieni di sabbia, alcune sedie e una valigia, forse per rendere più pesante il veicolo o magari solo per simulare un carico da trasportare. Nel camion c’erano anche una dozzina di bombe molotov e una copia del Corano aperta alla pagina in cui si parla di martirio. Secondo il comandante Haydon il commando aveva in mente di usare le bottiglie incendiarie, ma è stato ucciso prima dalla polizia. Dalle indagini, emerge che i terroristi avrebbero voluto noleggiare un tir di 7,5 tonnellate, simile a quello usato per la strage di Nizza nel luglio 2016 per causare più vittime, ma il pagamento con la carta di credito non è andato in porto e si sono dovuti accontentare del piccolo Renault.
11.06.2017


IL DOSSIER


I fatti e le opinioni
sulle vicende S.Anna
IL DOSSIER

Economia
in ostaggio
di "Prima i nostri"
GRANDANGOLO

Ecco le cinque ricette
per salvare l'aeroporto
L'INCHIESTA

Quei crimini di guerra
"congelati" da Berna
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

Salvacondotto Ue
per La Valletta
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Millennial al potere
ma non "correct"
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nella base americana
"Pronti, qui in Corea"
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Propaganda e verità
sono sempre in guerra
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Quelle vie d'uscita
per Gerusalemme
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Premiata a Locarno
la parodia del cinema
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
La pizza nasce local
ma è diventata global
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Resta solamente
una sottile speranza
LE INTERVISTE

I protagonisti
della cronaca

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
13.12.2017
Aggiornati i dati su consumo e produzione di energia in Ticino consultabili nel portale dell'Osservatorio ambientale della Svizzera Italiana [www.ti.ch/oasi]
13.12.2017
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale costruzioni, Ticino, ottobre e terzo trimestre 2017
12.12.2017
Notiziario statistico Ustat: Le transazioni immobiliari in Ticino nel terzo trimestre 2017
11.12.2017
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, ottobre e terzo trimestre 2017
07.12.2017
Pubblicati orari e tariffe dei trasporti pubblici, validi dal 10 dicembre 2017 [www.ti.ch/trasporti]
04.12.2017
Militare: Visite di reclutamento 2018
04.12.2017
Caccia tardo autunnale: evoluzione delle catture al 04.12.2017 [www.ti.ch/caccia]
01.12.2017
Pubblicato il Rapporto al Gran Consiglio sull'aggiornamento delle Linee direttive 2015-2019
30.11.2017
Consegna degli attestati 2017 alle nuove Guardie della natura [www.ti.ch/natura]
29.11.2017
I Servizi del Gran Consiglio hanno provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria dell'11 dicembre prossimo

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio




I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Al-Abadi
dichiara la fine
della guerra
all'Isis in Iraq

I 300 giorni
di carcere
del giornalista
Deniz Yucel