L'appello del Papa ai dirigenti delle aziende petrolifere
Immagini articolo
"Andate verso fonti
accessibili e pulite"
PATRIZIA GUENZI


Energia sì, ma attenti agli squilibri ambientali". Così ha detto ieri, sabato, papa Francesco durante un incontro con i dirigenti di imprese petrolifere e del settore dell’energia. "Gli effetti del cambiamento climatico non sono distribuiti in modo uniforme - ha sottolineato -. Sono i poveri a soffrire maggiormente delle devastazioni del riscaldamento globale, con le crescenti perturbazioni in campo agricolo, l’insicurezza della disponibilità d’acqua e l’esposizione a gravi eventi meteorologici".
La denuncia di papa Francesco è rivolta alle principali imprese del settore petrolifero, del gas naturale e di altre attività imprenditoriali collegate all’energia, che hanno partecipano in Vaticano a un Simposio promosso dal Dicastero per il Servizio dello sviluppo umano integrale e dall’Università di Nôtre Dame-Mendoza College of Business, negli Stati Uniti. Il Papa ha ricordato il grave fenomeno dei migranti ambientali, costretti "ad abbandonare le loro case e a migrare in altri luoghi, senza sapere come verranno accolti". E che in futuro aumenteranno. Da qui l’invito del Papa ad andare verso l’energia accessibile e pulita, "una responsabilità che abbiamo verso milioni di nostri fratelli e sorelle nel mondo", ha osservato.
Il titolo della conferenza, La transizione energetica e la cura della nostra casa comune, richiama esplicitamente l’enciclica "Laudato si’", che Francesco aveva dedicato del 2015 proprio alla "cura della casa comune", il pianeta Terra. Infatti, rivolgendosi ai dirigenti presenti, li ha invitati a "essere il nucleo di un gruppo di leader che immagina la transizione energetica globale in un modo che tenga conto di tutti i popoli della Terra, come delle future generazioni".  
Il Santo Padre non divide il mondo in dirigenti con una coscienza ambientalista e petrolieri a cui non interessano le conseguenze delle loro azioni. La presenta invece come la più grande opportunità di una leadership per incidere in modo duraturo a favore della famiglia umana. "Non è qualcosa che possa essere fatto da voi soli o soltanto dalle vostre singole imprese, ha concluso, ma insieme c’è la possibilità di un nuovo approccio mai messo in evidenza prima d’ora".
10.06.2018


LO STUDIO

La qualità
dei media svizzeri
IL DOSSIER


La contestata
legge di polizia
IL DOSSIER


Rimborsopoli
IL DOSSIER


Le polemiche
sul Cardiocentro
IL DOSSIER


La passerella
sul Verbano
IL DOSSIER


Microplastiche
piaga dei laghi
GRANDANGOLO

L'ascensore sociale
si è ormai inceppato
L'INCHIESTA

"Il via vai di procuratori
rallenta le inchieste"
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

I talenti non hanno
orientamenti sessuali
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
La crescita dipende
dai rapporti con Trump
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Le famiglie in fuga
dalle paure di Kabul
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Tecniche viet-cong
nei tunnel del Califfato
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
L'Ue messa a dura prova
dall'avanzata sovranista
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Dramma e commedia
al Festival di Locarno
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Cibo e ambiente
allungano la vita
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Siccità, piogge e uragani
nel sordo allarme clima
ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
15.03.2019
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale, andamento e prospettive di evoluzione dell’economia ticinese, marzo 2019
15.03.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, gennaio 2019
15.03.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, gennaio 2019
13.03.2019
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, febbraio 2019
11.03.2019
Notiziario statistico Ustat: Risultati provvisori della statistica delle transazioni immobiliari, quarto trimestre e anno 2018
11.03.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, gennaio 2019
07.03.2019
Il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto è revocato a partire da giovedì 7 marzo 2019 alle ore 10.00. Si ricorda che restano in vigore le prescrizioni generali definite dal Regolamento di applicazione dell'Ordinanza contro l'inquinamento atmosferico (ROIAT)
27.02.2019
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'Ordine del Giorno della seduta dell'11 marzo 2019.
27.02.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, gennaio 2019
27.02.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale costruzioni, Ticino, gennaio 2019

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio

La pubblicità
Per chi vuole
comunicare
con il Caffè
App
"Il Caffè+"
per iPad e iPhone
Scarica »
App
"Il Caffè+"
per Android
Scarica »
Rezzonico
Editore
Tessiner Zeitung
Vai al sito »



I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Brexit:
Farage lancia
la marcia
pro-Leave

Tirana:
violente proteste
davanti
al Parlamento