function iscriviti() {window.open("http://ads.caffe.ch/ppl/","_blank","width=620,"menubar=no","resizable=no","scrollbars=no")};

Ecco le candidate del presidente per i posti chiave in Usa
Immagini articolo
Mamme, professioniste...
tutte le donne di Biden
ALESSANDRA BALDINI DA NEW YORK


"Manuel Lin Miranda, scrivi un musical su Janet Yellen", ha mandato a dire il presidente-eletto Joe Biden all’autore di "Hamilton", il musical sul primo segretario al Tesoro, annunciando la nomina di Janet Yellen, la prima donna nella storia degli Usa a ereditarne il posto.
Settantaquattro anni, ex numero uno della Fed, la Yellen, dopo la vicepresidente Kamala Harris, è l’esponente femminile finora di più alto profilo nella squadra di governo che il futuro inquilino della Casa Bianca sta mettendo assieme e che include tra l’altro l’intero team della comunicazione tutto in rosa: sette donne, di cui sei mamme con figli piccoli, tra cui la nuova portavoce Jen Psaki, 42 anni e già veterana dei tempi di Barack Obama quando, tra gli altri ruoli, è stata portavoce del Dipartimento di Stato.
Tutte leader super-capaci, super-brave, competenti. Oltre alla Yellen, prima a guidare il dipartimento del Tesoro in 231 anni di storia, la squadra economica che dovrà pilotare la ripresa nel dopo Covid conta altre due esperte, l’avvocatessa ed ex alleata di Hillary Clinton, Neera Tanden, e l’economista di Princeton Cacilia Rouse, le prime di colore a capo rispettivamente dell’Office of Management and Budget della Casa Bianca e del Council of Economic Advisors.
Tante donne anche nel team di politica estera che vede Avril Haines, 51 anni ed ex vicedirettore della Cia, alla guida dell’Intelligence Nazionale. Ecco come l’ha descritta Biden, ricostruendone l’eclettico percorso di vita: "Può parlare di letteratura e fisica teorica, pilotare un aeroplano, gestire una libreria-caffè, tutto in una singola conversazione, perchè ha fatto tutto questo", oltre ad essere diventata, dopo aver perso la madre a 15 anni ed aver finito il liceo, cintura marrone di judo a Tokyo. Un’altra donna afro-americana, Linda Thomas-Greenfield, è stata incaricata diriparare i danni fatti da Trump all’Onu: come la Rouse, avrà anche lei un posto nel Cabinet a differenza di Nikki Haley e Kelly Craft. che l’hanno preceduta. Nata in una cittadina segregata della Louisiana dove il Kkk faceva da padrone, Thomas-Greenfield è una diplomatica di carriera silurata da Trump dopo 35 anni di servizio che è stata tra l’altro ambasciatrice in Liberia: appena arrivata in sede a Monrovia, uscì dai cancelli dell’ambasciata a raccogliere la spazzatura in strada sotto gli occhi stupefatti del Marine di guardia perchè, raccontano i suoi ammiratori, "considerava anche questo parte del suo lavoro".
Tante donne anche nel team della West Wing: Annie Tomasini, ex capo dello staff della campagna, è stata scelta scelta come direttore delle operazioni dello Studio Ovale, mentre Juilie Rodriguez, ex capo dello staff elettorale della Harris, diventerà direttore dell’Ufficio degli affari intergovernativi della Casa Bianca e Julissa Pantaleoni la chief of staff della first lady Jill Biden.
Sono invece ancora da definire ruoli importanti al Pentagono e alla giustizia dove potrebbero approdare altre due figure femminili che insieme alla Yellen sarebbero le donne di più alto profilo nell’amministrazione: Michele Flournoy per la Difesa (o in alternativa l’ex veterana della guardia nazionale e senatrice dell’Illinois Tammy Duckworth) e Sally Yates come guardasigilli. La ciliegina sulla torta potrebbe poi essere Lael Brainard alla guida della Fed quando nel 2022 scadrà il mandato di Jerome Powell.
05.12.2020


Leggi in anteprima
le notizie del Caffè

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
14.01.2021
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, dicembre 2020
13.01.2021
I Servizi del Gran Consiglio hanno provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria del 25 gennaio prossimo
16.12.2020
Prova annuale delle sirene d’allarme 2021
15.12.2020
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale, andamento e prospettive di evoluzione dell’economia ticinese, dicembre 2020
11.12.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, novembre 2020
09.12.2020
Notiziario statistico Ustat: Le transazioni immobiliari in Ticino nel terzo trimestre 2020
02.12.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 14 dicembre 2020
19.11.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, ottobre 2020
13.11.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, ottobre 2020
11.11.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 23 novembre 2020
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
La sovranità perduta
blocca il dialogo con l'Ue
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nello scenario siriano
mani russe e iraniane
Guido Olimpio
Guido Olimpio
I patti dell'intelligence
con i trafficanti di droga
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Un viaggio tra i popoli
sull'idea del nuovo inizio
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Confinamento più efficace
dei negoziati dell'Onu
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Si pensi anche ai costi
causati da altre limitazioni

IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Belgio: dorme
nel suo bar
per protesta
contro le chiusure

La CDU
sceglie l’erede
di Angela
Merkel

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00