Le auto
Immagini articolo
Hyunday i30 adatta
a single e famiglie
EUGENIO SAPIA


La nuova generazione della Hyundai i30 è una vettura adatta ad un pubblico eterogeneo: single, famiglie, coppie, giovani e meno giovani. Progettata, sviluppata, testata e fabbricata in Europa, questa terza serie è nata anche come risposta alle svariate esigenze espresse dai clienti a livello di soluzioni tecnologiche, personalizzazione dello stile e flessibilità, nell’ambito di un sondaggio che la casa coreana ha condotto in diversi Paesi. Una vettura innovativa sotto diversi aspetti (design, motorizzazioni, connettività e sicurezza) destinata a diventare l’auto simbolo di Hyundai Motor. La denominazione i30 rappresenta una famiglia di quattro prodotti (accomunati dal medesimo design), il primo dei quali - la versione station wagon - verrà presentato in anteprima al Salone di Ginevra il prossimo mese di marzo.
Ma torniamo a questa prima "new generation".  La cura particolare del design (primo criterio di acquisto per i clienti Hyundai in Europa) ha dato buoni risultati. La vettura ha un aspetto piacevole, proporzionato e sicuro di sé. Particolarmente curati anche gli interni, caratterizzati da finiture cromate e materiali di qualità, che danno un tocco di raffinatezza allo spazioso abitacolo che può vantare una buona abitabilità. Discreto anche il volume del bagagliaio (395 litri) che può raggiungere un massimo di 1301 litri con i sedili ribaltati.
La nuova i30 è disponibile con motori di piccola cilindrata turbocompressi: due a benzina uno da 1,0 litri tre cilindri da 120 cavalli di potenza, al quale si affianca il nuovo 1,4 T-Gdi quattro cilindri (più leggero della versione precedente) da 140 cavalli e una coppia di 242 Nm. La serie dei propulsori si completa con due turbo diesel da 1,6 litri in due versioni di potenza (110 e 136 cavalli). Contenuti i consumi: da un minimo di 3,6 litri/100 chilometri per il motore diesel da 110 Cv fino a 5,5 litri per il benzina da 140 Cv. I propulsori sono abbinati ad un cambio manuale a sei rapporti, o a doppia frizione a sette rapporti.
Da una prima prova su strada la guida è risultata confortevole, agile e dinamica. Vale la pena sottolineare che lo sterzo è del dieci per cento più diretto in confronto alla versione passata. Ottime, infine, le dotazioni per la connettività, che di serie comprendono radio digitale, schermo tattile Lcd da 5 pollici, telecamera di retromarcia e vivavoce Bluetooth, e quelle per la sicurezza attiva, fra cui il sistema automatico di frenata d’emergenza, tempomat con regolatore di distanza e assistenza al mantenimento di corsia. Il prezzo base parte da 23’950 franchi.
12.02.2017


IL DOSSIER


I fatti e le opinioni
sulle vicende S.Anna
IL DOSSIER

Economia
in ostaggio
di "Prima i nostri"
GRANDANGOLO

Se l'assistenza
è a lungo termine
L'INCHIESTA

Un "aiuto domiciliare"
diventato carissimo
L'IMMAGINE

Una settimana
un’immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

Lei un invalida?
Ma è sui social!
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
I "Paradise Papers",
un furto di ricchezza
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nella base americana
"Pronti, qui in Corea"
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Propaganda e verità
sono sempre in guerra
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Il secessionismo
scuote l'Europa
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Premiata a Locarno
la parodia del cinema
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Il colore "pervinca"
emblema di artificio
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Resta solamente
una sottile speranza
LE INTERVISTE

I protagonisti
della cronaca

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
16.11.2017
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, ottobre 2017
15.11.2017
Istituto della formazione continua - Pubblicato il nuovo programma gennaio-giugno 2018 dei corsi base per formatori di apprendisti
15.11.2017
Comunicazione di prassi cantonale concernente le deduzioni di spese professionali particolari degli espatriati domiciliati nel Canton Ticino
08.11.2017
Il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto è revocato a partire da mercoledì 8 novembre 2017 alle ore 10.00. Si ricorda che restano in vigore le prescrizioni generali definite dal Regolamento di applicazione dell'Ordinanza contro l'inquinamento atmosferico (ROIAT)
07.11.2017
I dati del censimento annuale dei rifiuti sono ora consultabili in modo interattivo anche sul portale dell'Osservatorio Ambientale della Svizzera Italiana [www.ti.ch/oasi]
30.10.2017
Pubblicato nuovo formulario per la compilazione elettronica della dichiarazione dei redditi 2017 dei Patriziati, con la funzione di somma automatica
24.10.2017
Aggiornato il sito tematico del Parco del Piano di Magadino [www.ti.ch/ppdm]
19.10.2017
Pubblicati i dati del traffico sulla rete stradale in Ticino nel 2016 [www.ti.ch/conteggi]
19.10.2017
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, settembre 2017
18.10.2017
La Sezione forestale comunica che il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto (RLCFo/RaLLI) è in vigore a partire da mercoledì 18 ottobre 2017 alle ore 12.00 a causa del pericolo d'incendio di boschi. La misura è attiva su tutto il territorio cantonale.

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio




I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Parigi:
Hariri annuncia
il ritorno
a Beirut

Zimbabwe:
corteo
contro
Mugabe