I numeri
Se i social e i rosari
influenzano la borsa
LORETTA NAPOLEONI


È ufficiale, siamo nella politica dell’assurdo. Il presidente americano vuole comprare la Groenlandia, come si compra un terreno dove farci un bel campo da golf. Il primo ministro danese, Mette Frederiksen, afferma che non è possibile e per tutta risposta Trump cancella la visita ufficiale in Danimarca, ringraziando però la Frederiksen per la sua franchezza. Il tutto avviene a colpi di Twitter. La Groenlandia, bisogna spiegare, è un territorio autonomo danese ciò significa che il governo nazionale gestisce la politica interna mentre quella estera, inclusa la sicurezza nazionale, è responsabilità del governo danese. Offrire di acquistarla dalla Danimarca, senza neppure interpellare chi ci è nato e ci vive, non è piaciuto alla popolazione.
In Italia l’ex premier Giuseppe Conte si dimette perché Matteo Salvini non ha il coraggio di farlo e accusa apertamente lo stesso di aver perseguito interessi personali e di comportarsi in modo scorretto, e cita l’uso del rosario nei comizi. Salvini di rimando lo tira subito fuori dalla tasca e ne bacia il crocefisso davanti a tutto il parlamento italiano e al mondo intero. Il feudo personale tra Conte e Salvini purtroppo non è una vignetta, apre scenari fino a pochi giorni fa considerati assurdi, ad esempio l’alleanza tra Pd e Movimento 5Stelle dal momento che quest’ultimo non ha la maggioranza e da solo non può governare. Così dopo il matrimonio fallito con la Lega si profila quello con il Partito Democratico, l’altro arci-nemico dei pentastellati.
Nel Regno Unito Boris Johnson insiste nel domandare all’Unione Europea di riaprire le trattative per la Brexit e riceve per la terza volta un secco no, quante volte se lo farà ripetere fino al 31 ottobre, data in cui Londra lascerà Bruxelles? Il primo ministro fa finta di nulla, ignora la chiusura netta dell’Unione, ma la sterlina assorbe malamente questi colpi e la sua discesa verso la parità con il dollaro e, chissà, forse anche con l’euro, si accelera.
Anche in campo economico e finanziario se ne vedono delle belle. I mercati finanziari e gli indici di borsa ormai assomigliano alle montagne russe, salgono e scendono quasi quotidianamente sospinti da aspettative create dai twitter dei politici. I fondamentali di economia hanno cessato di avere peso al punto che una frase twittata da qualche politico può oscurare dati importanti come i mutamenti del Pil, della disoccupazione e dell’occupazione.
Non possiamo far altro che assistere allo spettacolo e sperare che prima o poi questa pantomima finirà.
25.08.2019


ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
19.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, gennaio 2020
14.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, gennaio 2020
11.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, gennaio 2020
10.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, quarto trimestre e anno 2019
06.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, gennaio 2020
06.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale costruzioni, Ticino, gennaio 2020
05.02.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 17 febbraio 2020
16.01.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, dicembre 2019
10.01.2020
Arge Alp: pubblicato un bando di concorso per un posto vacante presso il segretariato generale
08.01.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 20 gennaio 2020
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Se il virus ci trascinerà
in una recessione
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nello scenario siriano
mani russe e iraniane
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Il terrorismo resterà
ancora un pericolo
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Dalla tavola sovranista
a quella pro - global
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Si scenderà a patti
con il sistema-Terra
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi


IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie





I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Prove
di Olimpiadi
con la paura
del coronavirus

Messico: donne
in marcia
contro
i femminicidi

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00