Le critiche dell'esperto di democrazia al candidato Cassis
Immagini articolo
"Un conflitto d'interessi
che può costare caro"
MASSIMO SCHIRA


Da direttore del Centro nazionale di ricerca sulle sfide della democrazia all’Università di Zurigo, il professor Daniel Kübler ha monitorato tante campagne per l’elezione di un consigliere federale. Ma mai come in questa occasione ricorda di essersi imbattuto in un palese conflitto d’interessi che potrebbe costare caro al Ticino e, in particolare, al Plrt. "Non credo ci siano stati casi paragonabili a quello che coinvolge Cassis - osserva Kübler -. Essere candidato al governo e presidente di un’organizzazione d’interessi, per lo più nel delicato campo della salute (ndr. Cassis è presidente dell’associazione di  assicuratori malattia Curafutura), è una novità. Schneider-Ammann fu criticato per la sua attività professionale, ma era un parlamentare di milizia ed essere al contempo proprietario d’azienda non è certo un problema, mentre qui il Plrt corre un grosso rischio di bocciatura".
Tra i maggiori problemi che Kübler vede in prospettiva, c’è quello della rotazione dei dipartimenti. "Se Cassis venisse eletto, non è affatto da escludere che, prima o poi, diventi ministro dell’Interno - afferma -. Il che significa diventare responsabile della sanità. Sarebbe certamente un po’ strano. È un aspetto che andrebbe tenuto in grande considerazione, perché un eletto in governo non può dire semplicemente ‘quel dipartimento non mi aggrada’. Ora molto dipenderà da come reagirà il resto del Plr, sia come partito nazionale, sia come sezioni cantonali, ma ripeto, la candidatura Cassis rischia grosso, anche se si tratta di un politico con buona esperienza a Berna oltre che capogruppo alle Camere".
Anche a livello strategico, Kübler vede qualche problema nella scelta di puntare su un solo candidato, per lo più con un profilo destinato a sollevare dubbi a livello nazionale. "Ad esempio, quando si punta a far eleggere una donna, se ne propongono due - commenta -. Lo stesso dovrebbe valere per il ticinese: se si punta decisi su un candidato ticinese, ne vanno proposti due. In questo senso, non capisco l’esclusione di Sadis, che certo, oggi ha meno visibilità di Cassis ed è un po’ lontana dalla politica attiva, ma avrebbe in un certo senso anche completato la candidatura ticinese, togliendo magari un po’ di pressione. Ora non escludo che altre regioni rientrino in corsa. La Romandia, di sicuro, ma non solo. Un nome? La sangallese Karin Keller-Suter. Che viene da un cantone che attende da anni un ministro, anche più a lungo rispetto al Ticino. L’ultimo fu infatti Kurt Furgler, democristiano, eletto nel 1971 e dimessosi alla fine del 1986.

m.s.
16.07.2017


IL DOSSIER


I fatti e le opinioni
sulle vicende S.Anna
IL DOSSIER

Economia
in ostaggio
di "Prima i nostri"
GRANDANGOLO

Troppa canapa light
e il mercato è saturo
L'INCHIESTA

Se lavori oltre i 65
rendite più ricche
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

Dagli esodati
ai pensionati d'oro
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Una tregua "olimpica"
riunisce le due Coree
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nella base americana
"Pronti, qui in Corea"
Guido Olimpio
Guido Olimpio
La folle corsa nucleare
non è solo propaganda
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Premiata a Locarno
la parodia del cinema
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
La razza è un concetto
inventato della politica
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
La tendenza a esagere
...ereditata dai greci
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Resta solamente
una sottile speranza
LE INTERVISTE

I protagonisti
della cronaca

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
15.02.2018
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, gennaio 2018
12.02.2018
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, quarto trimestre 2017
12.02.2018
Documentazione regionale ticinese (DRT) - È in linea il nuovo dossier concernente la protezione dell'ambiente in Ticino
08.02.2018
La Segreteria del Gran Consiglio ha pubblicato la lista delle presenze dei Deputati alle sedute della legislatura in corso
07.02.2018
I Servizi del Gran Consiglio hanno provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria del 19 febbraio prossimo
01.02.2018
Aggiornato il formulario della domanda di costruzione (versione 01.2018) [www.ti.ch/edilizia]
31.01.2018
Lingue e stage all'estero - 20 anni di scambi linguistici. Partecipa al concorso.
22.01.2018
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, dicembre 2017
11.01.2018
Prova delle Sirene 2018
10.01.2018
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'Ordine del Giorno della seduta del 22 gennaio 2018.

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Kosovo:
si festeggiano
i 10 anni
d'indipendenza

Messico:
la terra trema
e le paure
riaffiorano