Profilo politico del candidato Pierre Maudet
Un talento precoce
e molto pragmatico
MASSIMO SCHIRA


Considerato da sempre un autentico talento della politica, Pierre Maudet è in generale considerato espressione dell’ala radicale del Plr, ossia della sua "anima" tendenzialmente più di sinistra. Europeista piuttosto convinto, il 39enne consigliere di Stato ginevrino si è distinto in carriera anche per decisioni decisamente insolite per un rappresentante liberale radicale. Ad esempio l’operazione "Papyrus", che ha visto il canton Ginevra regolarizzare "discretamente" 600 lavoratori clandestini con una decisione molto discussa soprattutto nella Svizzera tedesca.
D’altra parte, però, Pierre Maudet si definisce un "hard liner" in materia di sicurezza, dove presenta visioni decisamente tendenti a destra per quanto concerne la lotta al terrorismo, all’immigrazione illegale e all’esercito. Ambito in cui, forte del grado di capitano, non ha esitato a criticare aspramente Ueli Maurer, quando il rappresentante dell’Udc in governo era ministro della difesa.
Tendenze di sinistra gli sono anche state imputate per il suo ruolo particolarmente attivo nella ricerca di un accordo con i sindacati sul mercato del lavoro ginevrino, mentre per quanto concerne i rapporti con l’Ue, vorrebbe che le divergenze d’interpretazione sugli accordi bilaterali venissero dipanate da un tribunale arbitrale indipendente.
Decisamente di destra, per contro, la sua proposta di creare un fondo sovrano alimentato da parte degli attivi della Banca nazionale.

m.s.
10.09.2017


IL DOSSIER


I fatti e le opinioni
sulle vicende S.Anna
IL DOSSIER

Economia
in ostaggio
di "Prima i nostri"
GRANDANGOLO

Se l'assistenza
è a lungo termine
L'INCHIESTA

Un "aiuto domiciliare"
diventato carissimo
L'IMMAGINE

Una settimana
un’immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

Lei un invalida?
Ma è sui social!
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
I "Paradise Papers",
un furto di ricchezza
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nella base americana
"Pronti, qui in Corea"
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Propaganda e verità
sono sempre in guerra
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Il secessionismo
scuote l'Europa
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Premiata a Locarno
la parodia del cinema
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Il colore "pervinca"
emblema di artificio
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Resta solamente
una sottile speranza
LE INTERVISTE

I protagonisti
della cronaca

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
24.11.2017
Caccia tardo autunnale: evoluzione delle catture al 24.11.2017 [www.ti.ch/caccia]
16.11.2017
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, ottobre 2017
15.11.2017
Istituto della formazione continua - Pubblicato il nuovo programma gennaio-giugno 2018 dei corsi base per formatori di apprendisti
15.11.2017
Comunicazione di prassi cantonale concernente le deduzioni di spese professionali particolari degli espatriati domiciliati nel Canton Ticino
08.11.2017
Il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto è revocato a partire da mercoledì 8 novembre 2017 alle ore 10.00. Si ricorda che restano in vigore le prescrizioni generali definite dal Regolamento di applicazione dell'Ordinanza contro l'inquinamento atmosferico (ROIAT)
07.11.2017
I dati del censimento annuale dei rifiuti sono ora consultabili in modo interattivo anche sul portale dell'Osservatorio Ambientale della Svizzera Italiana [www.ti.ch/oasi]
30.10.2017
Pubblicato nuovo formulario per la compilazione elettronica della dichiarazione dei redditi 2017 dei Patriziati, con la funzione di somma automatica
24.10.2017
Aggiornato il sito tematico del Parco del Piano di Magadino [www.ti.ch/ppdm]
19.10.2017
Pubblicati i dati del traffico sulla rete stradale in Ticino nel 2016 [www.ti.ch/conteggi]
19.10.2017
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, settembre 2017

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio




I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Parigi:
Hariri annuncia
il ritorno
a Beirut

Zimbabwe:
corteo
contro
Mugabe