L'architetto Jachen Könz critico sul futuro di Lugano
'Gli interessi privati
influenzano la crescita'
CLEMENTE MAZZETTA


Lugano batte Ginevra per sicurezza e qualità della vita. Secondo un’analisi dell’Ufficio federale di statistica "Urban Audit", avrebbe un maggior numero di villette, quindi un maggior spazio vivibile. "Probabilmente sono presi in considerazione anche i comuni aggregati", osserva l’architetto Jachen Könz, già presidente della Federazione svizzera degli architetti (Fas)- Ticino. "Ma detto questo, Lugano ha certamente una bella qualità paesaggistica. È una città gradevole. La qualità urbana potrebbe però essere migliore", aggiunge Könz, che addita l’esempio di Ginevra: "È una città più popolosa, ma è gestita con una migliore attenzione urbanistica rispetto a Lugano. Non solo le villette, nella città del Lemano anche le costruzioni per il ceto medio-basso realizzano una buona qualità urbana".
Sul Ceresio sarebbe invece mancata negli anni passati una visione di ampio respiro. "In Ticino si pensa solo a costruire edifici senza considerare gli spazi pubblici, le strade, le piazze, gli spazi verdi. Insomma si costruisce senza la necessaria qualità urbana". Una carenza di pianificazione generale che avrebbe lasciatoil territorio in balia di interessi privati. Eppure con i due nuovi poli, quello sportivo a Cornaredo e quello turistico di Campo Marzio, la pianificazione a Lugano sembra riprendere la capacità di pensare in grande. "Spero che Cornaredo diventi un esempio positivo. Ci sono le premesse per un progetto di qualità. Ma... vedremo come si svilupperà", osserva Könz estremamente critico invece sul polo turistico-congressuale per l’intenzione di destinarlo anche a residenze private. "Una scelta che considero completamente sbagliata per uno spazio pubblico. Mentre a Ginevra, la classe politica e gli imprenditori sono capaci di sviluppare progetti positivi pubblico-privato, in Ticino è sempre il privato che ha il coltello in mano. Appena un imprenditore promette di investire quattro soldi, tutti gli corrono dietro. A Ginevra, invece se non si garantisce un bene pubblico, il privato non costruisce nulla".
15.10.2017


Articoli Correlati
IL DOSSIER


Le polemiche
sul Cardiocentro
IL DOSSIER

Economia
in ostaggio
di "Prima i nostri"
GRANDANGOLO

I figli della provetta
compiono 40 anni
L'INCHIESTA

"La Svizzera annetta
Campione d'Italia"
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

La sfida masochista
dei partiti di sinistra
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Il populismo di Erdogan
sulla strada per l'Islam
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Mosaici di guerra
dalla postazione Judy
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Lampi di guerra
e fulmini su Trump
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
La razza è un concetto
inventato della politica
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Orchi e melodrammi
non scaldano Cennes
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
La dieta dei cittadini
interessa i governanti
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Resta solamente
una sottile speranza
LE INTERVISTE

I protagonisti
della cronaca

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
10.08.2018
Il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto è revocato a partire da venerdì 10 agosto 2018 alle ore 11.00. Si ricorda che restano in vigore le prescrizioni generali definite dal Regolamento di applicazione dell'Ordinanza contro l'inquinamento atmosferico (ROIAT)
03.08.2018
Pubblicato il nuovo sito tematico dell'Ufficio di Consulenza tecnica e dei lavori sussidiati [www.ti.ch/consulenza-tecnica]
18.07.2018
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, secondo trimestre 2018
18.07.2018
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, giugno 2018
09.07.2018
La Sezione forestale comunica che il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto (RLCFo/RaLLI) è in vigore a partire da lunedì 9 luglio 2018 alle ore 13.00 a causa del pericolo d'incendio di boschi. La misura è attiva su tutto il territorio cantonale.
28.06.2018
Notiziario statistico Ustat: Movimento naturale della popolazione, Ticino, 2017
22.06.2018
L'Ufficio di vigilanza sulle commesse pubbliche ha pubblicato la lista delle commesse del Cantone aggiudicate a invito o incarico diretto con importi superiori a fr. 5000.– [www.ti.ch/commesse]
22.06.2018
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale: andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, giugno 2018
15.06.2018
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, primo trimestre 2018
15.06.2018
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, maggio 2018

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Romania:
scontri e feriti
nel corteo
anticorruzione

La Nasa
lancia "Parker",
la sonda
verso il Sole