A metà legislatura di 5 grandi cantieri ne avanza solo uno
Immagini articolo
Vincenti e perdenti
a Palazzo federale
MASSIMO SCHIRA


L’unico consigliere federale che può essere considerato "vincente" a metà della legislatura è Doris Leuthard. Per il resto - come nota il quotidiano romando "Le Temps" - la legislatura 2015-2019 può ormai già essere considerata "persa". Dei cinque grandi cantieri della politica nazionale, infatti, soltanto la strategia energetica 2050 - il principale dossier in mano alla presidente della Confederazione - "a metà del guado" del quadriennio ha dapprima resistito davanti al popolo ed ha quindi iniziato ad avanzare nel suo percorso. Per il resto (non solo a livello di governo, ma anche di parlamento) è uno stillicidio, o poco ci manca. Perché l’ormai celebre "scivolamento a destra" della politica federale si sta traducendo soltanto a livello di maggioranze sotto la Cupola di palazzo. Non nella direzione indicata dal popolo.
Il primo borghese a veder naufragare il principale progetto di legislatura è stato il ministro delle finanze, Ueli Maurer, che con la bocciatura della "Riforma 3" della fiscalità delle imprese si è, di fatto, ritrovato politicamente con in mano un pugno di mosche. Il grande battuto di questo particolare periodo istituzionale è invece certamente Alain Berset. Il ministro socialista della sanità sta affrontando le conseguenze di due sconfitte: quella alle urne che ha affossato la riforma della previdenza e quella che, da anni, qualsiasi ministro della sanità deve accettare quando affronta lo spinoso dossier dei costi della salute. Ormai totalmente fuori controllo, tanto che molti politici parlano ormai apertamente di "impotenza".
Non ancora sconfitto, ma certamente in acque agitate ha navigato nell’ultimo anno anche il ministro degli esteri, Didier Burkhalter, che al suo ultimo anno di governo non è riuscito nell’impresa di far quadrare il cerchio nei delicati rapporti con l’Unione europea, indicando (resta da vedere se il successore Cassis la seguirà) una via chiara nelle trattative dopo il voto contro l’immigrazione di massa.
A sorridere è quindi soltanto Doris Leuthard. Anche perché Johann Schneider-Ammann, ministro dell’economia, è sempre alle prese con la sua "storica" mancanza di popolarità, il ministro della difesa Guy Parmelin è continuamente bersagliato per le scelte sull’esercito, mentre Simonetta Sommaruga, titolare del Dipartimento giustizia e polizia, è sempre alle prese con la complessa crisi dei migranti.

m.s.
22.10.2017


IL DOSSIER


I fatti e le opinioni
sulle vicende S.Anna
IL DOSSIER

Economia
in ostaggio
di "Prima i nostri"
GRANDANGOLO

Se l'assistenza
è a lungo termine
L'INCHIESTA

Un "aiuto domiciliare"
diventato carissimo
L'IMMAGINE

Una settimana
un’immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

Lei un invalida?
Ma è sui social!
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
I "Paradise Papers",
un furto di ricchezza
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nella base americana
"Pronti, qui in Corea"
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Propaganda e verità
sono sempre in guerra
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Il secessionismo
scuote l'Europa
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Premiata a Locarno
la parodia del cinema
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Il colore "pervinca"
emblema di artificio
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Resta solamente
una sottile speranza
LE INTERVISTE

I protagonisti
della cronaca

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
24.11.2017
Caccia tardo autunnale: evoluzione delle catture al 24.11.2017 [www.ti.ch/caccia]
16.11.2017
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, ottobre 2017
15.11.2017
Istituto della formazione continua - Pubblicato il nuovo programma gennaio-giugno 2018 dei corsi base per formatori di apprendisti
15.11.2017
Comunicazione di prassi cantonale concernente le deduzioni di spese professionali particolari degli espatriati domiciliati nel Canton Ticino
08.11.2017
Il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto è revocato a partire da mercoledì 8 novembre 2017 alle ore 10.00. Si ricorda che restano in vigore le prescrizioni generali definite dal Regolamento di applicazione dell'Ordinanza contro l'inquinamento atmosferico (ROIAT)
07.11.2017
I dati del censimento annuale dei rifiuti sono ora consultabili in modo interattivo anche sul portale dell'Osservatorio Ambientale della Svizzera Italiana [www.ti.ch/oasi]
30.10.2017
Pubblicato nuovo formulario per la compilazione elettronica della dichiarazione dei redditi 2017 dei Patriziati, con la funzione di somma automatica
24.10.2017
Aggiornato il sito tematico del Parco del Piano di Magadino [www.ti.ch/ppdm]
19.10.2017
Pubblicati i dati del traffico sulla rete stradale in Ticino nel 2016 [www.ti.ch/conteggi]
19.10.2017
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, settembre 2017

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio




I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Parigi:
Hariri annuncia
il ritorno
a Beirut

Zimbabwe:
corteo
contro
Mugabe