Petruzzella, banche, e la riforma fiscale del governo
"Mi pare un buon inizio
ma bisogna fare di più"
CLEMENTE MAZZETTA


albertopetruzzella

Non chiediamo di essere un paradiso fiscale, ma non vogliamo essere un inferno. La via tracciata dal governo con la recente riforma fiscale sociale, va indubbiamente verso la giusta direzione, ma non può fermarsi a questo punto. Occorre far seguire altre misure in grado di rendere fiscalmente più competitivo il nostro cantone".  Alberto Petruzzella, presidente dell’Associazione bancaria ticinese commenta favorevolmente la decisione del consiglio di Stato di rivedere il quadro fiscale del Ticino.
"L’impatto è positivo, ma non è enorme. Occorre continuare con altre misure per posizionare questo cantone su posizioni attrattive per chi vuol fare impresa - aggiunge Petruzzella -. Bisogna migliorare la competitività intercantonale senza dimenticarci che  c’è quella internazionale dove dobbiamo fare dei passi avanti. Prova ne è che negli ultimi anni sono andati via dei contribuenti molti importanti non sostituiti nel gettito fiscale dai nuovi arrivi". La convinzione che i contribuenti facoltosi sarebbero comunque rimasti in Ticino per la qualità dell’ambiente, per il bel tempo, è stata smentita dai fatti. "Abbiamo la prova provata che la fiscalità è un fattore importante. Non l’unico certamente, ma nemmeno secondario". Senza entrare nella strategia adottata dal governo  di accordare sgravi fiscali e sostegni sociali, Petruzzella rileva che una fiscalità competitiva può incrementare il gettito fiscale. "Certo lo Stato incasserà percentualmente di meno, ma  su una quantità maggiore. Avere un sistema fiscale competitivo permetterà di attrarre contribuenti, aziende, persone fisiche  aumentando le chance di aver un gettito positivo".
05.11.2017


IL DOSSIER

Economia
in ostaggio
di "Prima i nostri"
GRANDANGOLO

Lampi di guerra
e fulmini su Trump
L'INCHIESTA

Viviamo circondati
da 8mila videocamere
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

Dalle buche di Roma
a quelle di Bellinzona
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Ecco come l'Occidente
scoprì la globalizzazione
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Mosaici di guerra
dalla postazione Judy
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Lampi di guerra
e fulmini su Trump
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
La razza è un concetto
inventato della politica
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Premiata a Locarno
la parodia del cinema
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Alienati per il lavoro?
La cucina è l'antidoto
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Resta solamente
una sottile speranza
LE INTERVISTE

I protagonisti
della cronaca

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
18.04.2018
Pubblicato il nuovo sito tematico "Mobilità ciclabile" della Sezione della mobilità [www.ti.ch/bici]
17.04.2018
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, marzo 2018
10.04.2018
Pubblicato il rendiconto 2017 del Consiglio della magistratura
05.04.2018
Tiro obbligatorio 2018
28.03.2018
I Servizi del Gran Consiglio hanno provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria del 9 aprile prossimo
22.03.2018
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale: andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, marzo 2018
21.03.2018
L'Ufficio dei beni culturali (UBC) ospite della trasmissione RSI "Finestra popolare" per una serie di incontri dedicati al patrimonio culturale del Cantone Ticino.
21.03.2018
Aperte le iscrizioni all'evento "Un’altra opportunità è d’obbligo - La nuova procedura di annuncio dei posti vacanti" promosso dal Servizio aziende URC della Divisione dell’economia del DFE.
16.03.2018
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, febbraio 2018
12.03.2018
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere Ticino, gennaio 2018 e quarto trimestre 2017

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Siria:
ispettori Opac
entrano
a Douma

Nicaragua:
almeno 10 morti
per le proteste
sulle pensioni