Modenini, indutriali, e la riforma fiscale del governo
Alle imprese servono
tempi molto più rapidi
CLEMENTE MAZZETTA


Il mondo dell’industria chiede a quello della politica  tempi più rapidi per la riforma fiscale. "È necessaria una tabella di marcia più veloce di quella ipotizzata, sennò si rischia di aspettare 6 o 7 anni prima della effettiva entrata a regime degli sgravi fiscali. E nel frattempo qualche contribuente importante, qualche società potrebbe decidere di andarsene dal Ticino, come è già successo", sostiene Stefano Modenini, direttore dell’Associazione industrie ticinesi (Aiti).  
"La riforma fiscale è certamente un passo nella giusta direzione. Era da tempo che non interveniva su questa questione, tanto è vero che il Ticino aveva perso posizioni rispetto agli altri cantoni  per competitività fiscale. Un passo giusto ma ancora timido. Avremmo desiderato maggior determinazione", aggiunge Modenini che chiede un cambio di ritmo:  "L’importante è che queste riforme vengano attuate decidendo anche sulla tempistica relativa alla riduzione dell’imposta sugli utili delle persone giuridiche, che oggi è ancora al 9% e che dovrebbe scendere progressivamente al 6,5% o al 6%".
Tempi veloci sono indispensabili perché le imprese devono programmare i propri investimenti, sottolinea Modenini:  "Le società devono sapere in anticipo in che direzione intende andare il Ticino nei prossimi anni. Altri territori, europei ed extraeuropei, prendono decisioni in tempi decisamente più rapidi. Per questo fin d’ora ci deve essere un impegno chiaro da parte del parlamento. Ricordo infine che gli sgravi fiscali non sono un regalo ai ricchi, o alle aziende, ma sono misure necessarie per rimanere competitivi, altrimenti il gettito fiscale rischia di ridursi nel tempo".
05.11.2017


IL DOSSIER


Le polemiche
sul Cardiocentro
IL DOSSIER

Economia
in ostaggio
di "Prima i nostri"
GRANDANGOLO

"Cambiamo la legge,
è facile avere armi"
L'INCHIESTA

Richiedenti l'asilo
a lezione d'"amore"
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

Il mondo del lavoro
contro i "puzzoni"
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
I nuovi consumatori
influenzano i marchi
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Mosaici di guerra
dalla postazione Judy
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Lampi di guerra
e fulmini su Trump
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Orchi e melodrammi
non scaldano Cennes
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
La razza è un concetto
inventato della politica
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
La dieta dei cittadini
interessa i governanti
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Resta solamente
una sottile speranza
LE INTERVISTE

I protagonisti
della cronaca

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
09.07.2018
La Sezione forestale comunica che il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto (RLCFo/RaLLI) è in vigore a partire da lunedì 9 luglio 2018 alle ore 13.00 a causa del pericolo d'incendio di boschi. La misura è attiva su tutto il territorio cantonale.
28.06.2018
Notiziario statistico Ustat: Movimento naturale della popolazione, Ticino, 2017
22.06.2018
L'Ufficio di vigilanza sulle commesse pubbliche ha pubblicato la lista delle commesse del Cantone aggiudicate a invito o incarico diretto con importi superiori a fr. 5000.– [www.ti.ch/commesse]
22.06.2018
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale: andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, giugno 2018
15.06.2018
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, primo trimestre 2018
15.06.2018
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, maggio 2018
08.06.2018
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, primo trimestre 2018
06.06.2018
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'Ordine del Giorno della seduta del 18 giugno 2018.
06.06.2018
Notiziario statistico Ustat: Le transazioni immobiliari in Ticino nel primo trimestre 2018
01.06.2018
In occasione della "Settimana europea per lo sviluppo sostenibile", in programma dal 30 maggio al 5 giugno 2018, il Dipartimento del territorio (DT) ha aggiornato le pagine del proprio sito tematico, mettendo in evidenza attività e progetti promossi in collaborazione con i numerosi partner [www.ti.ch/sviluppo-sostenibile]

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Russiagate:

i democratici
all'attacco

Pakistan:

elezioni
di sangue