Cantone per cantone così le aziende pagano le imposte
Immagini articolo
Senza diminuzioni...
ultimi in Svizzera
CLEMENTE MAZZETTA


Il taglio del moltiplicatore del 5% proposto dal consigliere di Stato responsabile delle Finanze, Christian Vitta e solo "marketing elettorale"? La riduzione dell’aliquota sull’utile dal 9% al 6%, solo un regalo alle aziende? Nel confronto intercantonale emerge un’altra verità. La manovra di Vitta, se si limita alle misure preannunciate, rischia di non essere sufficiente per ridare competitività fiscale alle imprese. Vediamo perché.  
Oggi il  peso complessivo delle imposte su un’azienda in Ticino è del 19,8%. Questo posiziona il cantone al 16° posto nel confronto intercantonale. Due punti in più rispetto alla media Svizzera. Competitivo il giusto, verrebbe da dire. Molto meglio di Ginevra dove la somma delle imposte comunali, cantonali, federali, comprese quelle di culto,  arriva al 24%. Meno, però, del canton Grigioni, che oggi ha una tassazione del 16,1% e che punta al 14% riducendo l’aliquota d’imposta sull’utile delle imprese dall’attuale 5,5 per cento al 4 per cento.
Vero che le imposte non sono tutto, che un’impresa si insedia considerando altri fattori, come la disponibilità̀ di lavoratori qualificati, buoni collegamenti, internet veloce, vie di comunicazione... Però se il Ticino sta fermo, visto che tutti scendono portando la tassazione media in Svizzera al di sotto del 14%, nel 2025 si ritroverà all’ultimo posto.  
Con il taglio proposto da Vitta e con la riduzione dell’aliquota sull’utile a pieno regime, il peso del fisco scenderà al 16%. Il Ticino si posizionerà così al 22° posto. Come dire, non solo la riduzione delle aliquote è una scelta obbligata, ma va fatto altro.

c.m.
16.09.2018


Articoli Correlati
ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
27.11.2019
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 9 dicembre 2019
27.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, ottobre 2019
22.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, ottobre 2019
18.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, ottobre 2019
15.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale costruzioni, Ticino, ottobre 2019
13.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, ottobre 2019
13.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, ottobre 2019
06.11.2019
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 18 novembre 2019
04.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, terzo trimestre 2019
30.10.2019
Pubblicati i dati del censimento rifiuti 2018 [www.ti.ch/gestione-rifiuti, www.ti.ch/oasi]
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Un traguardo sociale
ma ancora non per tutti
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Il sanguinoso attacco
alla "Terra dell'alba"
Guido Olimpio
Guido Olimpio
L'attentato a Londra
rilancia l'allarme jihad
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Emmental e pollo
tra i "falsi svizzeri"
Luca Mercalli
Luca Mercalli
"Senza una svolta
ci sarà un'estinzione"
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi


IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie





I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Arrestato
il presunto
aggressore
dell’Aja

Un trono
di soldi…
con lo scopo
di farne di più

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00