Le congiunzione Lega-Udc per il sociologo Andrea Pilotti
Immagini articolo
"La sfida della destra
ha delle reali chances"
CLEMENTE MAZZETTA


Altro che  "congiunzione imperfetta", quella fra Lega e Udc è a tutti gli effetti una congiunzione politica  "che ha reali possibilità", dice Andrea Pilotti, politologo e ricercatore all’università di Losanna: "La sfida è vera, non è di facciata".
Vuol dire che Merlini e Lombardi rischiano?
"Mai come questa volta l’elezione per gli Stati è aperta. Ghiggia può giocare l’effetto sorpresa, ma anche la sinistra con Marina Carobbio ha le sue chances".
E come, se anche Franco Cavalli, che era molto profilato, non ce l’ha fatta?
"Carobbio, come presidente del Consiglio nazionale, potrebbe ricevere consensi da un elettorato più moderato che considera Ghiggia troppo a destra e che è scettico su Lombardi che si ripresenta per la quinta volta".
A chi giova la congiunzione Lega-Udc?
"Giova ad entrambi, perché evita  la dispersione di voti di due elettorati che storicamente sono molto simili. Soprattutto sono sulla stessa lunghezza d’onda per la politica migratoria".
Cosa li differenzia?
"A livello cantonale la Lega può giocare la carta della difesa regionalistica,  di critica alla Berna federale, cosa sui cui l’Udc, partito a maggioranza svizzero tedesca, dei cantoni dell’Altopiano, è meno credibile".
E perché?
" Perché nonostante il tentativo dell’Udc ticinese di adattare il discorso del partito nazionale al contesto cantonale , resta la diffidenza verso un partito svizzero tedesco, centrato sul polo economico di Zurigo, che non ha le esigenze del Ticino e delle sue vall. Inoltre  la politica economica finanziaria dell’Udc è più neoliberista. Mentre la Lega rappresenta una certa destra sociale".
È per questo che l’Udc non cresce?
"Anche, l’Udc nazionale ha saputo raccogliere il consenso nell’elettorato legato ai settori economici che tradizionalmente votava Ppd e Plrt. In Ticino che ha un’economia strutturalmente più debole, l’elettorato è appunto più sensibile al discorso "sociale" della Lega".
Ma ora Lega che è in fase calante...
"Ha pagato lo scotto di essere un partito di governo. Ma il suo è un calo fisiologico. Non penso ci possa essere un riequilibrio. Sul medio periodo l’Udc in Ticino resterà ancora un partito d’opposizione, fuori dalla stanza dei bottoni".
c.m.
22.09.2019


Articoli Correlati
ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
18.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, ottobre 2019
15.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale costruzioni, Ticino, ottobre 2019
13.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, ottobre 2019
13.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, ottobre 2019
06.11.2019
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 18 novembre 2019
04.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, terzo trimestre 2019
30.10.2019
Pubblicati i dati del censimento rifiuti 2018 [www.ti.ch/gestione-rifiuti, www.ti.ch/oasi]
23.10.2019
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 4 novembre 2019
15.10.2019
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, settembre 2019
20.09.2019
L'Ufficio di vigilanza sulle commesse pubbliche ha pubblicato la lista delle commesse del Cantone aggiudicate a invito o per incarico diretto con importi superiori a fr. 5000.– per l'anno 2018 [www.ti.ch/commesse]
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Bipartitismo in stallo
da Madrid a Londra
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Il sanguinoso attacco
alla "Terra dell'alba"
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Killer, boss e agguati
al clan dei marsigliesi
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Emmental e pollo
tra i "falsi svizzeri"
Luca Mercalli
Luca Mercalli
"Senza una svolta
ci sarà un'estinzione"
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi


IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie





I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Praga:
la tecnologia
delle dittature
in mostra

Iran in piazza
contro il caro
carburante.
Un morto a Sirjan

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00