La gente di Manno e Grancia parla dei lavoratori stranieri
Immagini articolo
"Record di frontalieri?
Ci conviviamo bene"
MAURO SPIGNESI


Se gli ricordi il loro record, di un frontaliere e mezzo ogni abitante, sorridono. "Ma noi qui non li vediamo, sono laggiù nei centri commerciali e nella zona industriale. Ci conviviamo e basta", spiega Sergio Camozzi nel bel giardino della sua casa nel nucleo di Grancia. Nel paese, che insieme a Manno condivide appunto il record di frontalieri impiegati rispetto al numero di residenti, come ha sottolineato l’Ufficio federale di statistica nel suo ultimo rilevamento, nessuno si stupisce più di tanto. "Qui ne vediamo qualcuno talvolta, ma per la maggior parte abbiamo clienti del paese", racconta Carlo Generale, gestore di un ristorante specializzato in pesce proprio all’ingresso del nucleo di Grancia. Quando Generale è arrivato qui ha trovato le porte aperte. "Mi hanno subito messo a mio agio - racconta - anche il sindaco mi ha aiutato. Questo offre il senso, il carattere di un comune che vanta una ottima qualità della vita". Ne è convinto anche il parroco, don Gerald: "Ci incontriamo con i giovani, abbiamo organizzato un torneo di calcio con 400 ragazzi. La gente qui è reattiva, ha voglia di partecipare".
Stessi toni se si passa in un altro nucleo, quello di Manno che guarda dall’alto la sua zona industriale, quella che gli ha dato quello strano record. "Noi qui stiamo benissimo. Con i nostri figli, i cani e i gatti", racconta sorridente Monica Bottinelli. "I frontalieri? Mi pare ci siano sempre stati. Non è un problema. Perché l’importante è come ti poni tu nei confronti delle persone, dunque della comunità dove vivi. Bisogna essere sempre positivi e riuscire a trasmettere questa consapevolezza anche ai nostri figli". Per Mauro Frigerio, ex dipendente della Rsi, impegnato nella vigna tra i filari di merlot, "se oggi ci sono tanti frontalieri è perché qualcuno li chiama. Però 65mila sono forse troppi. È una stortura, una delle tante storture del Ticino. Questo, come altri, è il prezzo che paghiamo al successo economico. Dovevamo fermarci prima a pensare un attimo al nostro futuro, a capire se stavamo facendo qualche errore. Oggi è troppo tardi". Ma Frigerio, come Marco Maestrini, con laboratorio artigianale non lontano dalla vigna, è d’accordo su un fatto: "Qui si sta bene". Ne è consapevole anche Heike Lubini, che arriva dalla Germania, e nel campo dietro casa ha alcuni asinelli ai quali sta dando da mangiare: "Siamo una piccola comunità, ci conosciamo tutti e questo ci rende speciali".

mspignesi@caffe.ch
27.08.2017


IL DOSSIER


Le polemiche
sul Cardiocentro
GRANDANGOLO

Aeroporti e piste da sci
che "succhiano" soldi
L'INCHIESTA

La nuova vita delle auto
tra l'Africa e i Balcani
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonell

Oltre mezzo milione
in abiti, scarpe e viaggi
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Ci salverà solamente
un modello sostenibile
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
La Libia aspetta
lo scontro finale
Guido Olimpio
Guido Olimpio
L'Ok Corral innesca
la faida dei marsigliesi
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Perché il sovranismo
costruisce nuovi muri
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Dramma e commedia
al Festival di Locarno
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
La rivoluzione parte
dal carrello della spesa
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Siccità, piogge e uragani
nel sordo allarme clima
ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
23.10.2018
La Sezione forestale comunica che il divieto assoluto di accendere fuochi all’aperto (RLCFo/RaLLI) in vigore in Ticino e Moesano dal 26 settembre e in Val Poschiavo dal 16 ottobre 2018, viene da oggi esteso anche alla Val Bregaglia
22.10.2018
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, settembre 2018
16.10.2018
La Sezione forestale comunica che il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto (RLCFo/RaLLI) in vigore in Ticino e Moesano dal 26 settembre 2018, viene da oggi esteso anche alla Val Poschiavo
11.10.2018
Pubblicati i dati di funzionamento degli impianti di depurazione in Ticino [www.ti.ch/oasi]
04.10.2018
Avvio della consultazione del Progetto di risanamento fonico delle strade cantonali e comunali del Luganese [www.ti.ch/rumore]
03.10.2018
I Servizi del Gran Consiglio hanno provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria del 15 ottobre prossimo
26.09.2018
La Sezione forestale comunica che il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto (RLCFo/RaLLI) è in vigore a partire da mercoledì 26 settembre 2018 alle ore 10.00 a causa del pericolo d'incendio di boschi. La misura è attiva su tutto il territorio cantonale.
19.09.2018
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale: andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, settembre 2018
14.09.2018
Proscioglimento dagli obblighi militari 2018
13.09.2018
Notiziario statistico Ustat: Statistica delle abitazioni vuote, Ticino, 1° giugno 2018

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio

La pubblicità
Per chi vuole
comunicare
con il Caffè
App
"Il Caffè+"
per iPad e iPhone
Scarica »
App
"Il Caffè+"
per Android
Scarica »
Rezzonico
Editore
Tessiner Zeitung
Vai al sito »



I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Kashoggi:
Erdogan "Faremo
luce su quanto
accaduto"

Brexit:
oltre 500'000
a Londra
per 2° referendum