Direttore e capocure spiegano la trasformazione della Carità
Immagini articolo
"L'ospedale multisito
è finalmente una realtà"
PATRIZIA GUENZI


La preparazione non basta. Certo, conta. Ma in una situazione come questa, fondamentale è la consapevolezza che qualsiasi piano preparato contiene delle incognite. Ciò permette di modulare, modificare, regolare il flusso degli eventi. Per farsi trovare il meno impreparati possibile. "Ecco perché nel giro di pochissimo tempo abbiamo messo in piedi un vero ospedale multisito - spiega Luca Merlini, direttore della Carità di Locarno -. In sostanza, quello di cui si discute da anni in Ticino adesso è una realtà. Qui saranno assistiti tutti i malati Covid-19, abbiamo a disposizione 30 letti di cure intensive e 180 di degenza nei reparti. Mentre gli altri ospedali dell’Ente ospedaliero, che accoglieranno gli altri pazienti, verranno ‘depotenziati’, di macchinari e personale, per rafforzare la nostra sede in questo particolare momento di emergenza".
Un importante banco di prova è stato il 2009, con la pandemia influenzale. "Avevamo fatto un lavoro di organizzazione molto intenso - ricorda Chiara Canonica, responsabile Area infermieristica -. Fortunatamente non si è verificato quanto si temeva. Ma abbiamo imparato molto". Un insegnamento che torna utile per l’emergenza Covid-19, che è soltanto all’inizio. Il picco si attende tra tre-quattro settimane. "E questo ci obbliga ora a serrare i ranghi - riprende Merlini -. Abbiamo la fortuna di avere un’équipe rodata, frutto di anni e anni di lavoro condiviso, di stima professionale reciproca".
Intanto, la quotidianità si fa di giorno in giorno più intensa. Tante decisioni da prendere a livello amministrativo e sanitario, che presuppongono cambiamenti, spostamenti, l’apertura di nuovi reparti, nuove camere di terapia intensiva, nuovi spazi per i pazienti Covid. "In questi casi - sottolinea il direttore - non devi avere il timore di fare quello che reputi giusto per il bene dell’ospedale. Di agire, di mettere in pratica tutto ciò che potrebbe migliorare la presa a carico dei pazienti in un momento così particolare". E Canonica aggiunge: "Tutti i giorni via skype parlo con i miei colleghi dell’Ente e reciprocamente si valutano bisogni e esigenze. Anche questo fa una struttura sanitaria cantonale". Decisionismo, fermezza, determinazione, collaborazione e velocità d’azione. "Nel giro di due ore chi lavorava al 4° piano ha trasferito tutto al primo, dove è stato replicato un identico reparto di cure intensive, sei letti, come quello già esistente al piano terra - dice ancora Canonica -. Un lavoro immenso, portato a termine grazie all’aiuto di tutti". "Pensiamo che per la progettazione, il finanziamento e la costruzione delle nuove cure intensive della Carità, aperte sei anni fa, ci sono voluti ben dieci anni", commenta Merlini.
E così, da domani, lunedì, il panorama della sanità pubblica cantonale cambia pelle. Due ospedali con cure intensive, uno Covid e uno no (Civico e Italiano). I reparti di cure intensive di Bellinzona e Mendrisio trasformati in cure continue. Parte del loro personale e materiale trasferito a Locarno. "Nei prossimi giorni - conclude Merlini - i nostri pazienti non Covid, ricoverati o ambulanti saranno trasferiti in altre sedi dell’Ente".
15.03.2020


Articoli Correlati

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
18.03.2020
Pubblicazione straordinaria: Decreto esecutivo concernente l’annullamento e il rinvio delle elezioni comunali per il periodo 2020-2024 del 18 marzo 2020
18.03.2020
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale, andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, marzo 2020
13.03.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, febbraio 2020
11.03.2020
Notiziario statistico Ustat: Risultati provvisori della statistica delle transazioni immobiliari, Ticino, quarto trimestre e anno 2019
28.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, gennaio 2020
26.02.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 9 marzo 2020
19.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, gennaio 2020
14.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, gennaio 2020
11.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, gennaio 2020
10.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, quarto trimestre e anno 2019
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Se si stampa il denaro
solo per indebitarsi
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nello scenario siriano
mani russe e iraniane
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Il terrorismo resterà
ancora un pericolo
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Nella tana degli affetti
per sentirci meno soli
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Per fermare i virus
aiutiamo l'ambiente
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi


IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie




I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Coronavirus,
negli Stati uniti
1500 decessi
in appena 24 ore

Francia:
accoltella persone
nel centro
di Romans-sur-Isère

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00