Sesso e amore
Immagini articolo
Ho lasciato mio marito
perché non mi cerca più
LINDA ROSSI


La lettera
A cinquant’anni e dopo due figli ho lasciato mio marito perché da cinque anni non mi cercava più sessualmente. Ho cercato di discuterne con lui ma ogni volta mi rispondeva che, pur non avendo un’altra donna, non provava più desiderio per me. La spiegazione che ho potuto darmi è che nei numerosi anni di matrimonio ho sempre tirato io il carro della famiglia, imponendogli molte cose. Per superare frustrazione e rabbia ho deciso di lasciarlo. Più tardi, leggendo il suo articolo su questo tema (5.02.17), mi sono chiesta se avrei potuto evitare di prendere questa drastica decisione.

La risposta
Cara signora, rimpiange forse ciò che ha fatto? Si può sempre tornare sui propri passi, ma a condizione di aver dato un significato a quanto è successo e di capire il ruolo che lei vi ha giocato, così da poter correggere il proprio comportamento in questa relazione - che immagino continuidato che ci sono dei figli - o in vista di una futura. In questo modo lei prenderà in mano la sua vita. In parte ha già cercato le sue eventuali responsabilità riconoscendo di aver imposto molte cose a suo marito.
Su questo aspetto le dirò che più un uomo si pone in modo passivo e più la donna, soprattutto se ci sono figli, tende a ovviare a questa passività prevaricandolo. E l’uomo, per reazione, si adagia comodamente provando però al contempo un senso di incapacità e di impotenza. È un gioco a due e la responsabilità è di entrambi. Molto dipende da come questa interazione viene messa in gioco, dalle parole che si usano e dai rispettivi toni. Provi a chiedersi se con suo marito non ha mai ricorso a termini denigranti o svalorizzanti. Se così fosse, lui si potrebbe esser sentito giudicato e accusato dalla sua donna, ben diversa agli inizi della relazione, che si comporta come una strega.
Tutto ciò, è facile immaginare, spegne il desiderio sessuale dell’uomo. È più forte di lui. Il resto, poi, viene da sé. Se la donna non si sente desiderata si sentirà sempre più frustrata e arrabbiata. E nel corso delle discussioni, se queste emozioni vengono espresse, confermano nell’uomo l’impressione che sia veramente diventata una strega la sua donna, peggiorando ancora di più la situazione. Una volta preso consapevolezza di tutto questo, sempre che si ritrovi in tale dinamica, se vuole ritentare con il suo ex le consiglio di puntare su una comunicazione convincente e rispettosa. Senza dimenticare, anche, di sfoderare tutte le sue abilità seduttive.
12.03.2017


IL DOSSIER


I fatti e le opinioni
sulle vicende S.Anna
IL DOSSIER

Economia
in ostaggio
di "Prima i nostri"
GRANDANGOLO

Se l'assistenza
è a lungo termine
L'INCHIESTA

Un "aiuto domiciliare"
diventato carissimo
L'IMMAGINE

Una settimana
un’immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

Lei un invalida?
Ma è sui social!
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
I "Paradise Papers",
un furto di ricchezza
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nella base americana
"Pronti, qui in Corea"
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Propaganda e verità
sono sempre in guerra
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Il secessionismo
scuote l'Europa
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Premiata a Locarno
la parodia del cinema
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Il colore "pervinca"
emblema di artificio
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Resta solamente
una sottile speranza
LE INTERVISTE

I protagonisti
della cronaca

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
16.11.2017
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, ottobre 2017
15.11.2017
Istituto della formazione continua - Pubblicato il nuovo programma gennaio-giugno 2018 dei corsi base per formatori di apprendisti
15.11.2017
Comunicazione di prassi cantonale concernente le deduzioni di spese professionali particolari degli espatriati domiciliati nel Canton Ticino
08.11.2017
Il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto è revocato a partire da mercoledì 8 novembre 2017 alle ore 10.00. Si ricorda che restano in vigore le prescrizioni generali definite dal Regolamento di applicazione dell'Ordinanza contro l'inquinamento atmosferico (ROIAT)
07.11.2017
I dati del censimento annuale dei rifiuti sono ora consultabili in modo interattivo anche sul portale dell'Osservatorio Ambientale della Svizzera Italiana [www.ti.ch/oasi]
30.10.2017
Pubblicato nuovo formulario per la compilazione elettronica della dichiarazione dei redditi 2017 dei Patriziati, con la funzione di somma automatica
24.10.2017
Aggiornato il sito tematico del Parco del Piano di Magadino [www.ti.ch/ppdm]
19.10.2017
Pubblicati i dati del traffico sulla rete stradale in Ticino nel 2016 [www.ti.ch/conteggi]
19.10.2017
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, settembre 2017
18.10.2017
La Sezione forestale comunica che il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto (RLCFo/RaLLI) è in vigore a partire da mercoledì 18 ottobre 2017 alle ore 12.00 a causa del pericolo d'incendio di boschi. La misura è attiva su tutto il territorio cantonale.

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio




I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Parigi:
Hariri annuncia
il ritorno
a Beirut

Zimbabwe:
corteo
contro
Mugabe