Sesso e amore
Immagini articolo
Vuole un rapporto anale
sono curiosa, ma esito
LINDA ROSSI


La lettera
Il mio ragazzo insiste sempre di più per convincermi ad avere un rapporto anale. Non ne ho tanta voglia, ma nello stesso tempo mi piacerebbe provare. Ci sto pensando anche se ho paura di avere male. Che cosa mi consiglia di fare?

La risposta
Non conosco di preciso la percentuale degli uomini che hanno tra le loro fantasie sessuali quello della penetrazione anale, ma penso che ce ne sia un bel numero. Non tutti però ambiscono a fare questa esperienza, a inserirla nella loro pratica erotico-sessuale. Altri uomini invece ne provano la necessità perché solo così riescono a completare il rapporto, raggiungendo il massimo dell’eccitazione che li porta all’orgasmo. In quest’ultimo caso c’è un problema con il loro modo eccitatorio, nella misura in cui hanno bisogno di sentire una forte pressione sul pene per raggiungere il massimo dell’eccitazione.
Ma veniamo a lei e alla sua situazione, che si incontra piuttosto frequentemente. Se da un lato lei non sembra essere attratta da questa pratica, perché molto probabilmente non fa parte delle sue fantasie erotiche, dall’altro lato anticipa il dolore che effettivamente la sodomia può causare se non si prendono i giusti accorgimenti. Provi a chiedersi se quello che le dà voglia di provarci è il desiderio di accontentare il suo insistente partner o se ha personalmente voglia di sperimentare questa pratica diversa rispetto al classico rapporto sessuale. Se decide che quello che desidera è soddisfare una propria curiosità, la invito a prendere le dovute precauzioni per far sì che l’esperienza non le provochi dolore o qualche infezione. Non si deve mai passare dalla penetrazione anale a quella vaginale, per non rischiare un’infezione. Inoltre, l’ano non lubrifica e va quindi "preparato" per evitare di lacerare la mucosa. È consigliabile ricorrere all’olio di mandorle dolci e dato che per lei sarebbe la prima volta fare pure qualche massaggio nella zona. Il suo ragazzo è anche invitato a procedere con cautela e sarà lei a permettergli di continuare o no.
Per alcune donne è un’esperienza molto piacevole ed eccitante: certe affermano di raggiungere addirittura l’apice. Del resto, la zona anale è una zona erogena. Per altre donne è una pratica più dolorosa che piacevole e quindi, una volta fatta l’esperienza, non ne vogliono più sapere. Starà a lei decidere se la vorrà ripetere. Le consiglio però di non praticarla troppo frequentemente per lasciare all’ano la sua forte tonicità, visto che questa ha una sua funzione: evitare la perdita delle feci.
23.04.2017


IL DOSSIER


I fatti e le opinioni
sulle vicende S.Anna
IL DOSSIER

Economia
in ostaggio
di "Prima i nostri"
GRANDANGOLO

Se l'assistenza
è a lungo termine
L'INCHIESTA

Un "aiuto domiciliare"
diventato carissimo
L'IMMAGINE

Una settimana
un’immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

Lei un invalida?
Ma è sui social!
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
I "Paradise Papers",
un furto di ricchezza
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nella base americana
"Pronti, qui in Corea"
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Propaganda e verità
sono sempre in guerra
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Il secessionismo
scuote l'Europa
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Premiata a Locarno
la parodia del cinema
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Il colore "pervinca"
emblema di artificio
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Resta solamente
una sottile speranza
LE INTERVISTE

I protagonisti
della cronaca

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
16.11.2017
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, ottobre 2017
15.11.2017
Istituto della formazione continua - Pubblicato il nuovo programma gennaio-giugno 2018 dei corsi base per formatori di apprendisti
15.11.2017
Comunicazione di prassi cantonale concernente le deduzioni di spese professionali particolari degli espatriati domiciliati nel Canton Ticino
08.11.2017
Il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto è revocato a partire da mercoledì 8 novembre 2017 alle ore 10.00. Si ricorda che restano in vigore le prescrizioni generali definite dal Regolamento di applicazione dell'Ordinanza contro l'inquinamento atmosferico (ROIAT)
07.11.2017
I dati del censimento annuale dei rifiuti sono ora consultabili in modo interattivo anche sul portale dell'Osservatorio Ambientale della Svizzera Italiana [www.ti.ch/oasi]
30.10.2017
Pubblicato nuovo formulario per la compilazione elettronica della dichiarazione dei redditi 2017 dei Patriziati, con la funzione di somma automatica
24.10.2017
Aggiornato il sito tematico del Parco del Piano di Magadino [www.ti.ch/ppdm]
19.10.2017
Pubblicati i dati del traffico sulla rete stradale in Ticino nel 2016 [www.ti.ch/conteggi]
19.10.2017
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, settembre 2017
18.10.2017
La Sezione forestale comunica che il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto (RLCFo/RaLLI) è in vigore a partire da mercoledì 18 ottobre 2017 alle ore 12.00 a causa del pericolo d'incendio di boschi. La misura è attiva su tutto il territorio cantonale.

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio




I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Parigi:
Hariri annuncia
il ritorno
a Beirut

Zimbabwe:
corteo
contro
Mugabe